Alla panoramica

Ecco gli hotspot ticinesi per buongustai

08.09.2017 |
  • Esperienza

Quando le notti tornano ad allungarsi, al Sud, con le miti temperature, si continua a godere della dolce vita. Ecco gli highlight ticinesi per buongustai.

 

B&B Vallombrosa – dormire nella «culla del Merlot del Ticino»

 B&BVallombrose im Tessin

B&B Vallombrose

La culla della coltivazione di Merlot ticinese si trova nel Malcantone, non lontano dal Lago di Lugano. Qui il pioniere Giovanni Rossi, nel 1908, nel tranquillo paesino di Castelrotto, ha impiantato il primo vigneto sperimentale di Merlot di Vallombrosa. Oggi il vigneto appartiene alla Cantina Tamborini Vini di Lamone. Claudio Tamborini, eletto viticoltore svizzero dell'anno nel 2012, ha trasformato l'azienda vinicola in un agriturismo con elegante bed & breakfast e museo didattico della grappa. Oltre alla posizione idilliaca in mezzo ai vigneti, al «B&B Vallombrosa» attendono gli ospiti sette camere d'artista arredate con gusto, un appartamento d'artista e un piccolo rustico d'artista in mezzo al vigneto. Numerose opere d'arte decorano la proprietà. Il B&B accetta prenotazioni da metà marzo a fine ottobre a partire da 240 franchi svizzeri per due persone. Qui i soci Raiffeisen alloggiano a metà prezzo.

 

Festa d'autunno – grottini, gnocchi e gourmet

Lago Maggiore

Lago Maggiore

La Festa d'autunno di inizio ottobre a Lugano tradizionalmente segna la chiusura di una lunga stagione open air. In numerose piazze del centro pedonale, con le sue viuzze pittoresche, i buongustai possono assaggiare nei tipici Grottini ciò che ha da offrire la cucina ticinese: specialità regionali, come la busecca (zuppa di trippa ticinese con verdure), formaggi alpini, luganiga o salame, completate da vini della regione. Al mercato della Festa d'autunno i visitatori trovano prodotti locali tra cui formaggi e salumi tipici, marmellate, dolci, vini e liquori. In una piccola distilleria viene mostrato come si produce la grappa. Infine, chi desidera esplorare la città sull'acqua, come ospite della Festa d'autunno può partecipare a gite in battello sul Lago di Lugano.

 

Un giardino paradisiaco intorno alle antiche mura del convento

Isole di Brissago

Isole di Brissago

La storia delle Isole di Brissago risale fino all'era glaciale. L'Isola Grande – la maggiore delle due isole di Brissago – è abitata da secoli. Una volta ospitava un convento, sui cui resti è stato costruito l'odierno Hotel Isole di Brissago. Oggi entrambe le isole in mezzo al Lago Maggiore attraggono soprattutto turisti. Definire le isole un luogo di vacanza ticinese sarebbe fortemente riduttivo: il loro clima unico provvede a un patrimonio floristico riscontrabile solo nelle zone subtropicali. Il Giardino Botanico delle Isole di Brissago rapisce i suoi visitatori quasi in un viaggio intorno al mondo: il piccolo paradiso nel Lago Maggiore ospita più di 1'700 piante diverse, che si possono ammirare in tutta tranquillità: l'Hotel Isole di Brissago ospita una «Trattoria contemporanea», che completa dal punto di vista culinario anche visite mordi-e-fuggi sull'isola.

 

Termali Salini: fare il bagno in acqua salata sul Lago Maggiore

Termali Salini

Termali Salini

Il più grande stabilimento per bagni salini della Svizzera offre più di un buon programma in caso di brutto tempo. La piscina Infinity Pool offre una vista che spazia ininterrotta sul Lago Maggiore e sulla valle Verzasca, fino ai paesaggi palustri del delta. Con la grande area dedicata alla sauna, punti relax con i bagni turchi alle erbe, vasche termali e terrazze solarium private, lo stabilimento invita a trattenervisi – e c'è tutto il tempo per farlo: l'ingresso al paradiso del wellness di Locarno non ha limiti d'orario. E chi tra una sauna e un bagno caldo ha bisogno di uno spuntino trova nel bistrot una selezione di salutari snack all'insegna del wellness.  

 

Gustare specialità ticinesi con Swiss Tavolata

Swiss Tavolata

Swiss Tavolata

Wer die kulinarische Seite des Tessins abseits der touristischen Hotspots kennenlernen will, der ist bei Ester Monaco von Swiss Tavolata in besten Händen. Sie ist eine von vier Bäuerinnen und Landfrauen im Tessin, die kleinere Gruppen Zuhause kulinarisch verwöhnen. Die Bäuerin aus Gerra bei Locarno zaubert Menüs mit Produkten aus dem Eigenanbau und aus der Region. Ester Monacos Spezialität: Die Polenta aus rotem Mais, tessin-typisch über dem Feuer gekocht. Gruppen zwischen vier und zehn Personen speisen bei der Tessinerin Zuhause in ihrer Stube – Aussicht über den Lago Maggiore inklusive.

 

Festeggiare la tradizionale «Sagra del Borgo» a Mendrisio

«Sagra del Borgo» a Mendrisio

«Sagra del Borgo» a Mendrisio

Tre quarti buoni delle uve di Merlot del Ticino vengono coltivati nel Mendrisiotto, quella regione mediterranea del Ticino con i suoi borghi pittoreschi, circondati da idilliaci vigneti. Non c'è da meravigliarsi se nella punta meridionale della Svizzera la vendemmia si festeggia in grande stile. L'originaria sagra contadina, durante la quale contadini e viticoltori della regione esponevano i propri prodotti, nel tempo è diventata una sagra popolare che attira visitatori da tutta la regione. L'ultimo fine settimana di settembre, come da tradizione, le strade del centro storico di Mendrisio si animano per la festa dell'uva «Sagra del Borgo»: in numerosi stand e nei cortili interni del «Magnifico Borgo», come gli abitanti hanno battezzato con orgoglio la propria cittadina, vengono servite le prelibatezze locali ai visitatori, circondati da intrattenimenti musicali. Come non brindare a tutto ciò con un bicchiere di merlot?

 

Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto – Il sud vi invita a tavola

Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto

Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto

«Una tradizione che si rinnova ogni anno», recita il motto della Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto e Basso Ceresio, il mese dedicato alla gastronomia che va dal 1° ottobre al 5 novembre 2017. All'edizione del giubileo del festival culinario nella rinomata regione vinicola ticinese, partecipano 48 tra ristoranti e grotti che offrono una variegata selezione culinaria con piatti tradizionali della regione e specialità stagionali classiche e rivisitate. Naturalmente anche qui a un buon pasto va abbinato un buon vino. Infine, come regalo azzeccato, ogni ospite della Rassegna riceve un elegante bicchiere da vino.