Alla panoramica

Come crescono le imprese

05.07.2017 |
  • Economia

Più... fatturato, utile, collaboratori, quote di mercato. Gli indici usati per misurare il successo aziendale sono moltissimi. Ma non esiste una formula di successo universalmente valida; ogni azienda ha la sua strategia di crescita. Un excursus sui possibili scenari.

204% A tanto è ammontata tra il 2012 e il 2015 la crescita annua del fatturato che è valsa a Sherpany, produttore di software zurighese, il primo posto nello studio «Wachstum-Champions 2017», condotto per la prima volta da Handelszeitung, Le temps e dal portale Statista. Sherpany, fondata nel 2011 da due neolaureati in giurisprudenza e un elettrotecnico, intendeva sviluppare una piattaforma digitale per lo scambio tra aziende e azionisti. Nel 2012 i tre giovani imprenditori collaboravano con dieci aziende, divenute ben 109 nel 2015.

Tobias Häckermann, cofondatore e CEO di Sherpany, Zurigo
Tobias Häckermann, cofondatore e CEO di Sherpany, Zurigo

Parallelamente all’acquisizione di nuovi clienti, e interpretando le esigenze di quelli attuali, i tre imprenditori hanno lanciato Boardroom, la seconda app Sherpany che aiuta dirigenti e membri dei consigli di amministrazione a prendere decisioni migliori in tempi più brevi. La risposta del mercato è stata tale che l’applicazione è diventata il core business dell’azienda. Il fatturato aziendale, costituito dalle quote mensili versate dagli utenti per i tool, nei primi tempi si attestava su livelli molto bassi ma poi ha conosciuto una crescita esponenziale.

Raccogliere i frutti del proprio operato dà soddisfazione ma è molto impegnativo. «Nelle fasi di crescita è difficile trovare i collaboratori giusti», afferma Tobias Häckermann, che attualmente conta 50 collaboratori. Tra il 2012 e il 2015 l’azienda è passata da semplice start-up a PMI e Häckermann da cofondatore a CEO. Il 32enne afferma di aver acquisito le basi per la gestione dell’impresa tramite Google e vari blog e di aver maturato esperienza sul campo: «Sbagliando s’impara». Sherpany è leader di mercato, ma non è un caso isolato; con 400 aziende ogni 100’000 abitanti, la Svizzera pullula di giovani imprese in forte crescita con modelli aziendali redditizi. Il rapporto, reso noto dallo studio Ecoplan, realizzato per conto della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), è elevatissimo nel confronto internazionale.
 

precedente
  • La società di software Sherpany di Zurigo ha una crescita annua del 200 per cento.
    La società di software Sherpany Zurigo ha una crescita annua del 200 per cento.
  • La piattaforma digitale per lo scambio tra imprese e azionisti è stata fondata da due giuristi freschi di studi e da un elettrotecnico.
    La piattaforma digitale per lo scambio tra imprese e azionisti è stata fondata da due giuristi freschi di studi e da un elettrotecnico.
  • Sherpany è rimasta sorpresa del rapido sviluppo. Rischiavano di essere dispersivi e hanno dovuto concentrarsi.
    Sherpany è rimasta sorpresa del rapido sviluppo. Rischiavano di essere dispersivi e hanno dovuto concentrarsi.
  • Il 2011 è stato l'anno di inizio dei giovani imprenditori. Nel 2012 avevano già dieci clienti, che nel 2015 sono diventati 109.
    Il 2011 è stato l'anno di inizio dei giovani imprenditori. Nel 2012 avevano già dieci clienti, che nel 2015 sono diventati 109.
prossimo

    Il successo con la chirurgia all-in-one

    Inventare un prodotto rivoluzionario è una cosa, convincere il mercato è un altro paio di maniche. «La vendita resta la principale difficoltà di molte giovani aziende», afferma Philipp Müller, consulente Clientela aziendale Raiffeisen. Per vendere occorrono senso degli affari e talento, doti non estranee a Karl Ulrich Volz che, il 1° maggio 2016, ha aperto a Kreuzlingen la clinica Swiss Biohealth, nota per un trattamento e una tecnica chirurgica unici nel loro genere.

    Karl Ulrich Volz, fondatore e titolare di Swiss Biohealth e SDS Swiss Dental Solutions a Kreuzlingen TG
    Karl Ulrich Volz, fondatore e titolare di Swiss Biohealth e SDS Swiss Dental Solutions a Kreuzlingen TG

    Con la formula all-in-one, Volz esegue un restauro della dentatura in una sola seduta, grazie a impianti in ceramica da lui sviluppati e prodotti dalla sua azienda SDS Swiss Dental Solutions. L’intervento dura da tre a otto ore e costa tra 3’000 e 30’000 franchi. Il prezzo include anche tre-quattro visite successive. Per il restauro della dentatura occorre quindi una settimana libera. Il trattamento non è adatto a tutti e viene effettuato solo su soggetti con sistema immunitario perfettamente funzionante e un determinato livello di vitamina D3 nel sangue. In una seduta preliminare Volz fornisce le informazioni necessarie ed eventualmente consigli per riportare questi valori a un livello normale. I pazienti sarebbero così in grado di superare l’intervento senza grandi sforzi o complicazioni.

    Il metodo ha successo. «I pazienti vengono da tutto il mondo, la lista d’attesa è di otto mesi», spiega. Anche i suoi colleghi si rivolgono a lui («un quarto dei miei pazienti sono dentisti»), talvolta persino per frequentare i suoi corsi di formazione. Infatti, solo chi conosce il metodo di Volz può ordinare o lavorare con i suoi impianti di ceramica. Questi ultimi costituiscono per lui un secondo lavoro quanto mai promettente: «Attualmente la nostra crescita si attesta tra il 50 e l’80 per cento all’anno», spiega. Con questo trend Volz diventa un concorrente diretto dei colossi del mercato dell’implantologia, come il basilese Straumann, senza che questa concorrenza possa nuocere ai suoi affari. Per Volz, infatti, gli impianti sono solo una fetta di un giro d’affari più grande. Il suo prossimo obiettivo? Aprire altre cliniche gestite da dentisti da lui formati nella sua formula all-in-one.

    precedente
    • Volz ha inventato degli innovativi impianti in ceramica.
      Volz ha inventato degli innovativi impianti in ceramica.
    • Dal 2016 Karl Ulrich Volz offre presso la sua clinica di Kreuzlingen trattamenti «all-in-one», una specie di tagliando del sorriso in un'ora.
      Dal 2016 Karl Ulrich Volz offre presso la sua clinica di Kreuzlingen trattamenti «all-in-one», una specie di tagliando del sorriso in un'ora.
    • Volz fa formazione anche ai colleghi. Solo chi ha appreso il metodo Volz può ordinare e lavorare autonomamente con i suoi impianti in ceramica.
      Volz fa formazione anche ai colleghi. Solo chi ha appreso il metodo Volz può ordinare e lavorare autonomamente con i suoi impianti in ceramica.
    • Arrivano pazienti da tutto il mondo e il tempo di attesa è attualmente di otto mesi.
      Arrivano pazienti da tutto il mondo e il tempo di attesa è attualmente di otto mesi.
    prossimo

      Scorze di frutta, campioni di vendite

      Beatrice Fasana, CEO Sandro Vanini
      Beatrice Fasana, CEO Sandro Vanini

      Nascere, crescere, maturare, invecchiare, morire; un ciclo di vita applicabile teoricamente anche alle aziende, con la grande differenza che gli anni migliori di queste ultime possono durare molto più a lungo. «Ma per rimanere nel fiore degli anni è indispensabile crescere», afferma Beatrice Fasana, CEO della Sandro Vanini (TI). L’azienda storica, fondata nel 1871, conta 55 collaboratori ed è leader di mercato nella produzione di specialità ticinesi a base di frutta e verdura. Non produce solo specialità Vanini ma anche generi alimentari specifici richiesti dai clienti, come le Patissier di Migros. Le cosiddette «private label» rappresentano l’80 per cento del fatturato e confluiscono nelle casse del Gruppo Haecky di Reinach, al quale Vanini appartiene dal 1984. Nel 2012, a quasi 30 anni dall’acquisizione, Haecky ha dato inizio a una nuova era Vanini con la costruzione di uno stabilimento moderno a Rivera e la nomina della Fasana a CEO.

      Secondo la Fasana per ammortizzare gli investimenti l’azienda ha bisogno di volumi. Per crescere la CEO si concentra sulle esportazioni di tre dei prodotti di punta Vanini: mostarda purée, purée di castagne e scorza di limone e di arancia grattugiata. Quest’ultimo è stato introdotto dalla Fasana quando è stata incaricata da un’azienda di sviluppare un nuovo ingrediente per la pasticceria. Per gli ordini di questo tipo l’imprenditrice può contare su una divisione Ricerca e Sviluppo e su un laboratorio moderno, dove si lavora a stretto contatto con il cliente per mettere a punto ricette e procedure che rasentano la perfezione.

      Per Fasana le scorze di limone e arancia sono state un vero colpo di fortuna: queste bucce «un prodotto di scarto quando candiamo la frutta per il panettone», sono «molto redditizie» e un vero e proprio campione di vendite. La sua strategia ha riscosso un successo senza pari. «Negli ultimi cinque anni siamo cresciuti del 25 per cento», afferma. La manager ticinese, laureata in scienze alimentari al Politecnico federale, sta già lavorando al suo prossimo colpo da maestro: portare il purée di castagne in Giappone, paese che, asserisce, «adora questo frutto». Per questo progetto ha di recente ingaggiato degli export manager.
       

      precedente
      • Per ammortizzare gli investimenti, Vanini ha bisogno di volumi. Per crescere conquista nuovi mercati esteri.
        Per ammortizzare gli investimenti, Vanini ha bisogno di volumi. Per crescere conquista nuovi mercati esteri.
      • Non si realizzano solo prodotti Vanini, bensì anche alimenti specifici dei clienti, come ad esempio Le Patissier di Migros.
        Non si realizzano solo prodotti Vanini, bensì anche alimenti specifici dei clienti, come ad esempio Le Patissier di Migros.
      • La frutta viene selezionata per la lavorazione.
        La frutta viene selezionata per la lavorazione.
      • All'Haecky Gruppe di Reinach, del quale Vanini fa parte dal 1984, Vanini ha infuso nuova vita alcuni anni fa con la costruzione di una moderna fabbrica a Rivera TI e con Fasana nel ruolo di direttrice.
        All'Haecky Gruppe di Reinach, del quale Vanini fa parte dal 1984, Vanini ha infuso nuova vita alcuni anni fa con la costruzione di una moderna fabbrica a Rivera TI e con Fasana nel ruolo di direttrice.
      • Molto viene fatto manualmente nel massimo rispetto di severe norme igieniche.
        Molto viene fatto manualmente nel massimo rispetto di severe norme igieniche.
      • Le specialità di frutta vengono etichettate e imballate.
        Le specialità di frutta vengono etichettate e imballate.
      • L'azienda tradizionale Sandro Vanini fondata nel 1871 produce specialità di frutta e verdura in Ticino.
        L'azienda tradizionale Sandro Vanini fondata nel 1871 produce specialità di frutta e verdura in Ticino.
      • La CEO Beatrice Fasana aumenta costantemente l'efficienza dei processi per poter restare competitiva sul mercato internazionale.
        La CEO Beatrice Fasana aumenta costantemente l'efficienza dei processi per poter restare competitiva sul mercato internazionale.
      prossimo

        Quando la crescita non decolla

        Daniel Brechbühl, titolare di BC Cars di Barzheim SH
        Daniel Brechbühl, titolare di BC Cars di Barzheim SH

        Crescita: sin dai tempi di Adam Smith (1723-1790) l’incremento della ricchezza è l’obiettivo di ogni economia e la crescita il mezzo a tale scopo. Anche la maggior parte delle aziende ambisce a crescere, ma ben poche riescono a centrare l’obiettivo per motivi diversi. Alcune non hanno abbastanza coraggio e idee, altre sono a corto di denaro. A Daniel Brechbühl, titolare di BC Cars a Barzheim (SH), mancano invece i collaboratori giusti. Il suo core business è il trattamento della sottoscocca. I possessori di fuoristrada si rivolgono a lui per prevenire la ruggine; quelli di auto d’epoca per rimuoverla a lungo termine.

        Brechbühl utilizza un prodotto tedesco che solo lui può importare in Svizzera e assicura di risolvere una volta per tutte il problema della ruggine. La voce si è diffusa in un battibaleno portando a liste di attesa di mesi. Per poter gestire più ordini avrebbe bisogno di collaboratori con la sua stessa etica professionale e pronti a ricevere una formazione ad hoc da parte sua. «I corsi di formazione esterni non aiutano, poi ché la mia attività è unica.» Per un bel po’ di tempo Brechbühl ha investito tutte le sue energie nella ricerca dei collaboratori giusti, che però si è rivelata di gran lunga più difficoltosa del previsto. Lui è e resta l’unico specialista nella sua azienda. Ma le sue ambizioni di ampliamento non sono certo svanite; sono state riposte provvisoriamente in un cassetto in attesa di tempi migliori, all’insegna del motto «ogni cosa a suo tempo».
         

        precedente
        • Daniel Brechbühl, proprietario di BC Cars a Barzheim SH, non riesce a trovare i collaboratori di cui ha bisogno.
          Daniel Brechbühl, proprietario di BC Cars a Barzheim SH, non riesce a trovare i collaboratori di cui ha bisogno.
        • La specialità di Brechbühl è il trattamento del sottoscocca. I suoi clienti sono proprietari di fuori strada e oldtimer.
          La specialità di Brechbühl è il trattamento del sottoscocca. I suoi clienti sono proprietari di fuori strada e oldtimer.
        • I primi richiedono il trattamento per prevenire la ruggine, i secondi per rimuoverla in maniera duratura.
          I primi richiedono il trattamento per prevenire la ruggine, i secondi per rimuoverla in maniera duratura.
        • Brechbühl non può acquistare know-how, perché ciò che fa è unico.
          Brechbühl non può acquistare know-how, perché ciò che fa è unico.
        • Brechbühl tratta la ruggine con un prodotto proveniente dalla Germania che solo lui può importare in Svizzera.
          Brechbühl tratta la ruggine con un prodotto proveniente dalla Germania che solo lui può importare in Svizzera.
        • Non esiste una formazione. Molto è dovuto all'esperienza.
          Non esiste una formazione. Molto è dovuto all'esperienza.
        prossimo