global.blog.link.overview

Investire in modo corretto – ecco le possibilità

22.05.2017 |
  • Economia

In un mondo che muta tanto rapidamente, le crisi e le turbolenze sui mercati finanziari sono quasi all'ordine del giorno. A maggior ragione è importante che gli investitori privati abbiano le idee chiare, in modo da optare in buona coscienza per il corretto investimento. Di seguito una breve analisi degli investimenti più importanti.

Negli investimenti la situazione è simile come quando si mangia: chi lo fa in modo troppo unilaterale corre il grande rischio di soffrire prima o poi di qualche carenza. Mentre abitudini alimentari troppo rigide causano una carenza nutrizionale con conseguente malattia, l'investitore troppo rigido rischia di subire pesanti perdite finanziarie.

Nicolas Samyn, responsabile dell’Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera
Nicolas Samyn, responsabile dell’Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera

Per Nicolas Samyn, responsabile dell’Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera, questo paragone figurato è assolutamente plausibile. Con un'eccezione: «Nell'alimentazione la cosa non può mai finire bene, mentre negli investimenti, invece, con molta fortuna, ogni tanto ciò accade». Ma lo specialista non consiglia a nessun investitore di affidarsi unicamente al caso. Al contrario, egli ritiene importante innanzitutto verificare seriamente la proprio capacità di rischio e la propensione allo stesso. Ogni potenziale investitore deve essere onesto con se stesso in tale processo, considerare in modo trasparente le proprie condizioni personali e i propri impegni e ponderare attentamente se sia in grado di gestire lo scenario «worst case» di una decisione d'investimento.

Avvalersi, per farlo, di una consulenza professionale, non è un lusso, ma semplice ragionevolezza, afferma Nicolas Samyn. Egli precisa tuttavia: «Il consulente richiama l'attenzione dell'investitore su aspetti particolari, gli trasmette la propria competenza specifica e avanza delle proposte. In fin dei conti, però, non può mai influenzare direttamente il cliente nella sua decisione d'investimento.» L'esperienza pluriennale ha dimostrato che lo strumento d'investimento più utilizzato e spesso corretto per i clienti Raiffeisen è un fondo d'investimento ampiamente diversificato.

 

Le cinque più importanti forme d'investimento

Fondi Strategici

I fondi strategici sono fondi d'investimento nei quali il patrimonio, a seconda dell'obiettivo d'investimento, viene investito con diverse ponderazioni, in azioni, obbligazioni e investimenti alternativi. Ad esempio, in un fondo strategico con obiettivo d'investimento orientato ai redditi, si investe meno in azioni e più in obbligazioni rispetto a un obiettivo d'investimento orientato alla crescita.

Vantaggio:
Con i fondi strategici gli investitori possono investire in modo ampiamente diversificato già a partire da piccoli importi, e beneficiare di una gestione patrimoniale professionale.

Svantaggio:
Per la gestione del fondo strategico si applicano tasse aggiuntive.

 

Fondo d'investimento

Si tratta di un fondo il cui patrimonio è costituito dai depositi di molti singoli investitori. A seconda del tipo di fondo, il patrimonio viene investito da esperti del settore sui mercati internazionali, in azioni, obbligazioni e altre forme d'investimento.

Vantaggio:
I fondi d'investimento sono un'opzione semplice che permette di investire in modo ampiamente diversificato già piccole somme di denaro, riducendo così i rischi. Dal momento che il patrimonio del fondo, dal punto di vista giuridico, è considerato un patrimonio speciale, l'investitore gode di una maggiore protezione.

Svantaggio:
Per la gestione del fondo d'investimento si applicano tasse aggiuntive.

 

Mandato di gestione patrimoniale 

I mandati di gestione patrimoniale sono adatti ai clienti privati e aziendali che preferiscono delegare le decisioni di investimento. Possono ad esempio impartire a una banca l'ordine scritto per la gestione patrimoniale. Il gestore patrimoniale prende le decisioni autonomamente sulla base della strategia concordata.

Vantaggio:
Gestione del patrimonio ampiamente diversificata, professionale e attiva.

Svantaggio:
Sono dovute al gestore patrimoniale tasse o commissioni relativamente elevate.

 

Azioni

L'azione è un titolo che rappresenta una quota del capitale sociale di una società anonima e che cede al titolare diritti di socio e patrimoniali. Le azioni (ci sono azioni nominative e azioni al portatore) vengono pertanto denominate titoli di partecipazione.

Vantaggio:
Le azioni sono costantemente negoziabili in borsa e prospettano sul lungo termine un elevato potenziale di rendimento. In quanto azionisti, inoltre, si può partecipare agli utili dell'impresa in forma di un dividendo variabile.

Svantaggio:
I corsi azionari possono essere soggetti a forti oscillazioni e pertanto devono essere utilizzati con cautela. In caso di sovraponderazione di singole azioni nel portafoglio possono insorgere grandi rischi.

 

Obbligazioni

Le obbligazioni sono titoli con i quali un debitore (impresa, stato o comune) prende in prestito del capitale pagando degli interessi all'acquirente. Generalmente, questi interessi vengono corrisposti all'obbligazionista una volta all'anno. Al termine della durata, viene rimborsato il valore nominale delle obbligazioni.

Vantaggio:
Le obbligazioni sono facili da calcolare perché interessi, durata e rimborso sono generalmente fissati anticipatamente. L'andamento del corso è meno volatile di quello delle azioni.

Svantaggio:
Come per le azioni, in caso di sovraponderazione di singole obbligazioni possono insorgere grandi rischi. Nel peggiore dei casi, quando il debitore fallisce, ciò significa anche per l'obbligazionista la perdita totale del proprio investimento. Nell'attuale contesto di tassi bassi le obbligazioni interessanti sono piuttosto rare.

 

Qual è dunque il miglior consiglio d'investimento?

Nicolas Samyn: «Non c'è un solo consiglio d'investimento. Esso sarà diverso a seconda del profilo del cliente.»