Alla panoramica

Pensare fuori dagli schemi - Innovation Challenge 2018

14.11.2018 |
  • Innovazione

22 team e solo 24 ore di tempo per far nascere un'idea. Quest'anno il RAI Lab ha proposto la seconda edizione dell'Innovation Challenge, un business hackathon interno per pensatori originali. All'insegna del motto #AndersDenken non sono stati posti limiti alle idee, l'unico obiettivo era stupire il pubblico.

Una volta all'anno chiunque lo desideri può trasformarsi in un innovatore. E il laboratorio delle innovazioni del Gruppo Raiffeisen, il RAI Lab, invita tutti i collaboratori Raiffeisen a cogliere questa occasione unica. A tale scopo, nel 2017 il RAI Lab, insieme alla Comunicazione del Gruppo, ha dato vita alla Innovation Challenge. Si tratta di un concorso interno della durata di due giorni dove è in gioco qualcosa in più della sola gloria. I partecipanti hanno 24 ore di tempo per sviluppare un'idea e presentarla alla giuria, composta da rappresentanti di tutti i livelli gerarchici e di funzione dell'azienda.

I fondatori Nadine Stutz (@NadineStutz), strategia digitale Raiffeisen Svizzera, e Stefan Jeker (@stefanjeker), responsabile RAI Lab, sul valore aggiunto di un hackathon aziendale interno:

Quest'anno sono stati circa 90 i partecipanti alla Challenge, che si è svolta il 21 e il 22 settembre presso la Schiffbau di Zurigo. Fedeli al motto di quest'anno #AndersDenken, 22 team si sono impegnati per 24 ore per sviluppare L'IDEA per il futuro di Raiffeisen. D'ispirazione è stato certamente il discorso introduttivo di Gerd Leonhard, che si auto-definisce «Futurist Gerd» e ha scritto il libro «Technology vs. Humanity». I team dovevano sviluppare idee orientate al futuro e innovative, in un settore a loro libera scelta. L'obiettivo dell'Innovation Challenge è generare nuove idee e opportunità per Raiffeisen e sviluppare ulteriormente quelle più promettenti. 

Alla Schiffbau si poteva percepire chiaramente l'intensità del lavoro di squadra, anche se molti dei partecipanti prima della Challenge non si conoscevano. I team erano composti da persone provenienti da tutte le aree linguistiche e da unità e livelli gerarchici diversi. Decine di idee sono state raccolte, discusse, migliorate, respinte e ancora ottimizzate. Alla fine ne è scaturito un ventaglio variegato di idee i cui concetti spaziavano da un traffico dei pagamenti semplificato ad app per i giovani fino a piattaforme di crowdfunding.

I partecipanti sono stati supportati da un team che li ha affiancati con il know how tecnico e specialistico. Inoltre sette food trucks hanno fatto tappa alla Schiffbau garantendo a tutti i partecipanti fino a tarda notte gustosi «rifornimenti» come crepes, porchetta, curry vegano e caffè in tutte le varianti più moderne.

Con poco sonno, ma tanta adrenalina, si è quindi giunti al punto cruciale del secondo giorno: Pitching Time. I 22 team hanno avuto 3 minuti ciascuno per presentare le loro idee. Mentre alcuni team hanno convinto con collaudate presentazioni in PowerPoint, altri hanno proposto vere e proprie pièce di arte drammatica. Ad esempio gli apprendisti, che hanno vinto il premio del pubblico per la loro idea e la relativa presentazione.  Il team vincitore ha infine convinto la giuria con una combinazione di spirito di innovazione e competenza teatrale

Tutti i membri del team del Raiffeisen Innovation Challenge 2018.

Circa cento dipendenti Raiffeisen hanno partecipato quest'anno all'Innovation Challenge nella "Schiffbau" a Zurigo.