Alla panoramica

RAI Lab – Il laboratorio del futuro di Raiffeisen

09.03.2018 |
  • Innovazione

Non vi si effettuano esperimenti con provette, ma vi si esplora il futuro: il RAI Lab è il laboratorio del futuro di Raiffeisen Svizzera. Il team diretto da Stefan Jeker analizza le tendenze emergenti e le tecnologie più recenti. A partire da esse vengono sviluppati modelli aziendali orientati al futuro. Un aspetto importante sono i metodi di lavoro improntati all'innovazione. In tal modo la cultura dell'innovazione può crescere e diffondersi all'interno di Raiffeisen.

Stefan Jeker, Responsabile RAI Lab, Raiffeisen Svizzera
Stefan Jeker, Responsabile RAI Lab

«Ci consideriamo promotori dell'innovazione sia all'interno di Raiffeisen sia nei confronti della nostra rete esterna alla società cooperativa», afferma Stefan Jeker, Responsabile RAI Lab. In quanto «azienda nell'azienda» indipendente, egli, insieme al suo team può operare in modo agile e innovativo – proprio come una startup –, e quindi promuovere la sperimentazione di nuove tecniche o modelli aziendali. «Questa indipendenza è fondamentale per la realizzazione del nostro compito.»

Affinché all'interno di un'azienda possano nascere idee potenzialmente attuabili e perché vengano riconosciute come tali, sono necessari i due aspetti seguenti: una solida comprensione dei valori dell'azienda combinata con la famosa visione lungimirante. «Grazie all'elevata varietà che caratterizza la composizione del team, il RAI Lab riunisce entrambe le qualità», afferma Jeker con convinzione. Un altro fattore decisivo è la solida rete di relazioni a tutti i livelli di Raiffeisen, nelle regioni nonché nelle reti specializzate esterne: «Con il nostro team altamente qualificato siamo in grado di far confluire in nuovi modelli aziendali competenza specialistica, esperienza imprenditoriale e conoscenza delle tendenze.»

 

I «Pitching Days»: presentazione di idee perfezionate

Su iniziativa del RAI Lab, il processo di innovazione all'interno di Raiffeisen viene costantemente ottimizzato e ampiamente radicato anche nell'azienda.  Il RAI Lab organizza «Pitching Days» a intervalli regolari. «Si tratta di manifestazioni in cui le idee con potenziale di sviluppo vengono presentate a una giuria», spiega Jeker. Di preferenza i collaboratori che presentano un idea dovrebbero anche partecipare al progetto in qualità di «Idea Owner» (promotore dell'idea).  Le idee che alla presentazione ottengono una valutazione eccellente vengono portate avanti dal RAI Lab in via sperimentale. Secondo Jeker questi «Pitching Days» racchiudono possibilità e potenzialità enormi. E ci svela qualche altro dettaglio: «Considerato il successo riscosso dai «Pitching Days» a livello interno, non escludiamo che nel prossimo futuro vengano resi accessibili a un più ampio pubblico, ad esempio ai clienti Raiffeisen.»

Alla domanda su quali progetti futuri abbia di fatto in cantiere il laboratorio del futuro, il Responsabile RAI-Lab risponde con un sorriso: «Resteremo fedeli alla nostra missione e sperimenteremo idee di nuovi modelli aziendali – come ad esempio il «RAIDeal» – che rafforzino noi in quanto Raiffeisen insieme ai nostri clienti e ci consentano di compiere ulteriori progressi.»