Alla panoramica

Investire è una questione di tipo

01.06.2017 |
  • Economia

Rendimenti attraenti sono il sogno di tutti gli investitori che non vogliono lasciare il loro denaro sotto il materasso oppure sul conto di risparmio, ma l’idea di attrattività è interpretata in modo diverso da individuo a individuo. Se da una parte la molla è la voglia di avventura che punta su rapidi guadagni, dall’altra prevalgono piuttosto la prudenza e la lungimiranza. Breve descrizione dei principali tipi d'investitori.

Se non ci sono altre alternative, rimane sempre l’opzione di giocare al lotto o al casinò. Chi vive secondo questo principio, cammina sul ghiaccio sottile. Prima o poi bisogna aspettarsi un fallimento. Un rischio cieco, senza alcuna copertura non è affatto una strategia finanziaria che meriti di essere definita tale.

Nicolas Samyn, responsabile di Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera
Nicolas Samyn, responsabile di Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera

Anche nell’investire denaro si può osare un rischio maggiore o minore in base alla strategia scelta. Una certa propensione al rischio è certamente riscontrabile in molti investitori. È vero che stando a quanto riferito da Nicolas Samyn, responsabile di Investment Solutions presso Raiffeisen Svizzera, circa l’80 percento dei clienti investitori di Raiffeisen scelgono una delle tre strategie più difensive «Sicurezza», «Reddito» ed «Equilibrio» (per le spiegazioni si veda sotto). Tuttavia negli ultimi anni si è avuto un trend che si discosta dal profilo molto conservatore della sicurezza. «Molti clienti e consulenti si sono resi conto che con una quota obbligazionaria del 95 percento nel portafoglio, in pratica non si possono conseguire rendimenti», spiega Samyn.

Che tipo d’investitore è lei?

Tipo 1: Sicurezza «La cosa principale è non subire perdite»

Per lei la conservazione dei suoi valori patrimoniali è al primo posto. Allora dovrebbe investire prevalentemente in forme d’investimento a basso rischio. Lasci perdere i fondi azionari e altri titoli rischiosi perché per lei la priorità non è guadagnare rapidamente molto denaro, pertanto non deve temere gravi perdite. Preferisce un piccolo aiuto per l’acquisto della casa che ha in programma oppure intende risparmiare per il pensionamento imminente. Gli investimenti ideali per lei sono quelli che le permettono di conseguire un reddito costante e sono soggetti solo a oscillazioni contenute.

 

Tipo 2: Reddito «Un piccolo aiuto è gradito»

Lei ha un reddito regolare dalla sua attività lavorativa e desidera migliorarlo in misura minima con utili di capitale e proventi da dividendi. È disposto ad accettare modeste oscillazioni di valore del suo patrimonio a condizione che siano effettivamente modeste. Se lei risparmia relativamente a breve termine per comprare una nuova auto o una nuova cucina, dovrebbe scegliere forme d’investimento a basso rischio. Per l’acquisto di un’abitazione programmato a lungo termine, può senz’altro assumere un rischio maggiore e, ad esempio, prendere in considerazione di investire in un fondo azionario. In linea di principio però per lei è opportuno tenere oltre la metà del suo portafoglio in obbligazioni.

 

Tipo 3: Equilibrio «Classe media anche nel rischio»

Lei punta su proventi periodici da dividendi e da interessi nonché sugli utili di capitale a un livello interessante per incrementare il suo patrimonio nel lungo termine. Per raggiungere questo obiettivo, nel suo portafoglio lei dovrebbe più o meno equiparare la quota azionaria con quella obbligazionaria. Ne consegue che deve convivere con possibili oscillazioni di valore e portarsi in un’area di rischio medio. Per lei è consigliabile un orizzonte d'investimento di almeno sette anni perché i rendimenti che persegue sono piuttosto difficili da ottenere con investimenti a breve termine.

 

Tipo 4: Crescita «Perché non qualcosa in più?»

Per lei in primo piano c’è indubbiamente la crescita del patrimonio attraverso utili di capitale che dovrebbe essere integrata in misura minore da proventi da interessi e dividendi regolari. Lei punta prevalentemente sulle azioni che costituiscono circa i due terzi del suo portafoglio. Deve accettare l’ipotesi di grandi oscillazioni di valore e anche di un rischio superiore, che nel breve periodo possono portare anche a scostamenti verso il basso. Per questo dovrebbe prendere in considerazione un orizzonte d’investimento superiore ai dieci anni.

 

Tipo 5: Azioni «Prossimo ai guadagni massimi»

Il suo obiettivo principale negli investimenti è: l’andamento del valore più alto possibile. Lei vuole accrescere il suo patrimonio nel lungo periodo con lauti utili di capitale e per questo punta quasi esclusivamente sulle azioni. Conosce i rischi che questo comporta, ma è in grado di correrli e di sopportarli. Rimane relativamente freddo davanti a grandi oscillazioni di valore perché ha il fiato che serve per lavorare tenacemente per il raggiungimento del suo obiettivo finale o per aspettare che si realizzi. Per un tipo di investitore come lei è consigliabile un orizzonte d'investimento di oltre 15 anni.

 

Per ogni tipo il consiglio giusto!

Ad ogni tipo d‘investitore, Raiffeisen offre soluzioni d‘investimento adeguate. Ad esempio la linea «Global Invest», che copre un ampio ventaglio d’investimenti, raggruppa diversi fondi strategici ponderati in maniera differente. Gli investitori con una predisposizione speciale per la sostenibilità prenderanno eventualmente in considerazione un fondo strategico dalla linea «Pension Invest». Naturalmente, in accordo con i nostri consulenti è possibile creare, in qualsiasi momento, soluzioni d'investimento personalizzate.