Confronto dei sistemi di riscaldamento – panoramica dei più comuni sistemi di riscaldamento

Che stiate costruendo una nuova casa o che dobbiate rinnovare il vostro vecchio sistema di riscaldamento, prima di decidere quale sistema scegliere dovreste acquisire una visione d'insieme, poiché ogni sistema di riscaldamento ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Il seguente confronto tra sistemi di riscaldamento è inteso ad aiutarvi nella scelta di quello adeguato a voi.

Ciò che differenzia i vari sistemi di riscaldamento presenti sul mercato non è solo la fonte di energia ma sono anche i costi di installazione, i componenti necessari e gli eventuali incentivi statali per i diversi tipi di riscaldamento. Per poter prendere una decisione ponderata sul vostro nuovo sistema di riscaldamento è importante conoscere i vantaggi e gli svantaggi dei tipi più comuni. Di seguito vi proponiamo una panoramica chiara e sintetica dei principali vantaggi e svantaggi di ciascun tipo di riscaldamento nonché i relativi costi d'acquisto e d'esercizio.  

Panoramica dei più comuni sistemi di riscaldamento

In base ai dati dell'Ufficio federale dell'energia, in Svizzera il riscaldamento a gasolio continua a essere prevalente, con una quota di oltre il 50 per cento. Al secondo posto troviamo i riscaldamenti a gas naturale con una quota del 25 per cento. Seguono, nettamente distanziati, i sistemi di riscaldamento con pompa di calore, a pellet ed elettrici. Nella panoramica che segue troverete le principali informazioni sui sistemi di riscaldamento oggi più comunemente utilizzati in Svizzera:

Rispettare le prescrizioni cantonali!

Dal 2014 il Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni MoPEC 14 definisce le norme, valide a livello intercantonale, per la modernizzazione dei sistemi di riscaldamento.

 

Le nuove prescrizioni prevedono che, in caso di sostituzione di impianti di riscaldamento a gasolio o a gas, il 10 per cento dell'energia fino a quel momento consumata debba essere compensato con energie rinnovabili (per esempio sostituzione della caldaia e installazione di un impianto solare per la produzione di acqua calda) o con misure di efficienza. Quindi, nell'ottica dell'aumento dell'efficienza elettrica, durante un periodo di transizione di 15 anni (ossia entro il 2032 o anche oltre), si dovrà procedere alla sostituzione degli impianti di riscaldamento elettrico centralizzato, come pure dei boiler che funzionano unicamente a corrente.

Le ragioni per modernizzare gli impianti di riscaldamento sono diverse e vanno dalla riduzione dei costi di riscaldamento, all'aumento dell'affidabilità e alla tutela dell'ambiente, fino all'adempimento degli obblighi di legge. E, come avete appreso dalla nostra panoramica, anche l'offerta di diversi tipi di sistemi di riscaldamento è assai varia. Allora, qual è quello giusto per la vostra abitazione primaria? Al seguente link trovate importanti consigli in merito agli aspetti da considerare quando si sceglie il giusto impianto di riscaldamento.