I proprietari di case possono continuare a dormire sonni tranquilli: minaccia della bolla immobiliare quasi cessata

La Banca nazionale svizzera (BNS) e l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) vedono la situazione del mercato immobiliare più distesa del solito. A questa conclusione giunge lo studio appena pubblicato «Immobili Svizzera Q3» di Raiffeisen Research I motivi della distensione sono i maggiori requisiti in materia di fondi propri e il tenace perseguimento della sostenibilità indicativa.

Studio immobiliare T3 2018 grafico informativo

Mercato immobiliare svizzero T3 2018

Downloads

 

Mercato immobiliare svizzero T3 2018 Studio 
Studio immobiliare T3 2018 grafico informativo  Grafico Informativo (PDF, 5.2MB)

 

1) I prezzi della proprietà di abitazione raggiungono nuovi livelli record

I prezzi della proprietà di abitazione (case unifamiliari, proprietà per piani) sono nuovamente cresciuti e raggiungono nuovi livelli record. Tuttavia, facendo un confronto con l'anno precedente, la dinamica è visibilmente appiattita.

 

2) La fase dei tassi bassi continuerà probabilmente fino a fine 2019

Responsabile dei prezzi degli immobili a livelli record è la persistente fase di tassi bassi che, secondo il parere della BNS, potrebbe durare ancora fino a fine 2019. Altri motivi sono: rispetto agli affitti la proprietà continua ad essere più allettante e l'offerta non è eccessiva.

 

3) Le situazioni di vita personali pesano di più

I rischi della fase di tassi bassi non sono da ricercare nell'oggetto immobiliare, bensì piuttosto nei residenti: le conseguenze di divorzio/separazione, disoccupazione, successione, oltre alla speculazione, sono i maggiori focolai di pericolo. 

 

4) La quota di immigrazione e le difficoltà di finanziamento frenano la crescita

Il calo dell'immigrazione e l'ancora elevato ostacolo calcolatorio legato al finanziamento hanno frenato la crescita delle ipoteche. Non si raggiungerà più la crescita del tre per cento conseguita negli ultimi due anni.

 

5) Chi si trasferisce in un appartamento in affitto di nuova costruzione si trova in una posizione vantaggiosa

Il livello dei prezzi medi degli affitti continua a crescere: gli affitti in essere sono all'incirca di un punto percentuale superiori al livello dell'anno precedente. I nuovi affitti di costruzioni nuove o di immobili che sono sul mercato in un anno sono scesi invece del 2.2%.