Le imprese e le loro storie di successo

Perché reinventarsi?

global.content.print

Come fanno i titolari di PMI affermati a escogitare continuamente cose nuove? Cosa li ispira e cosa avrebbero voluto inventare loro stessi? Quattro imprenditori ci hanno risposto durante l'evento per PMI «Business x Sport x Innovation» tenutosi a Friburgo il 2 febbraio.

Domande

  1. Per essere e rimanere innovativi, quanto serve la tradizione?
  2. Come si accorge che un'idea è matura?
  3. Quali opportunità si è lasciato sfuggire nella sua carriera professionale?
  4. Uno sguardo al futuro. Dove sarà la sua impresa tra dieci anni?
  5. In generale, qual è la sua fonte d'ispirazione?
  6. Quali sono le tre cose che le sarebbe piaciuto Inventare?

 

Philippe Jemelin, managing partner dashcom

Philippe Jemelin, managing partner dashcom
Philippe Jemelin, managing partner dashcom

dashcom raccoglie dati sviluppandone soluzioni hardware e software innovative per fornire agli utenti informazioni e servizi mirati

  1. Non mi sento molto legato alla tradizione, anzi «rompo» molto volentieri schemi, processi o idee collaudati e li ricompongo in altre forme, dando vita a progetti sorprendenti.
  2. Quando le mie idee lasciano il mio interlocutore senza fiato, so di essere sulla buona strada. Le idee entusiasmanti sono ben più di un lampo di genio; presuppongono ricerca, fiuto per il mercato e apertura.
  3. Avrei dovuto trovare prima il coraggio di creare una startup. L'entusiasmo iniziale in una startup è incredibilmente stimolante.
  4. Al passo con la tecnologia.
  5. La quotidianità. Un esempio? Recentemente stavo facendo la fila a uno stand gastronomico e riflettevo su come si potrebbe accorciare questa attesa. Prima che fosse arrivato il mio turno avevo già una soluzione.
  6. Un assistente digitale come «Alexa», il disco di vinile e lo smartphone.

 

Nathalie Sahli, responsabile Distribuzione Raiffeisen Friburgo Est

Nathalie Sahli responsabile Distribuzione Raiffeisen Friburgo Est
Nathalie Sahli, responsabile Distribuzione Raiffeisen Friburgo Est

La Banca Raiffeisen Friburgo Est conta 61 collaboratori e assiste 500 PMI nella regione.

  1. La tradizione crea identità. Per restare al passo con i tempi oggi è indispensabile confrontarsi con i cambiamenti della società e rimanere innovativi senza perdere la propria identità.
  2. Quando mi convince! Quando mi venne l'idea di semplificare la registrazione del piano di risparmio in fondi realizzando per il consulente alla clientela una scheda di registrazione semplicissima, mi fu subito chiaro che avrebbe funzionato!
  3. Rifarei tutto esattamente allo stesso modo. Ho sempre avuto fortuna e spesso mi sono trovata al posto giusto nel momento giusto. Il mio sano orgoglio mi ha aiutata a raggiungere i miei obiettivi e a cogliere le mie opportunità.
  4. La vicinanza ai nostri clienti deve rimanere un vantaggio importante; per questo puntiamo già su un mix tra collaboratori di lunga data e giovani menti innovative, tra assistenza personale e canali di distribuzione digitali.
  5. Sono molte le cose che mi ispirano: viaggi, culture straniere, ottime conversazioni…
  6. L'iPad, il rossetto e gli scaldamani.

 

Thomas Rauber, titolare e amministratore di TR Invest AG

titolare e amministratore di TR Invest AG
Thomas Rauber, titolare e amministratore di TR Invest AG

TR Invest fornisce consulenza e finanzia diverse PMI e startup a Friburgo. 

  1. La tradizione è la base su cui testare nuove cose. L'innovazione è un processo. Non si deve sempre puntare su grandi rivoluzioni: anche l'innovazione su piccola scala può costituire un enorme vantaggio commerciale.
  2. Cerco di capire fino a che punto un progetto esplora i limiti del possibile e quanto l'autore è entusiasta della propria idea. Non è la tecnologia di per sé ma la passione a garantire un'innovazione duratura.
  3. Quando ero giovane ho rifiutato un'offerta di lavoro in Sudamerica. Oggi qualche volta mi chiedo, come sarebbe stato se …
  4. Pianificare è molto importante, ma non è tutto. È più importante mantenere viva la curiosità. Vi saranno sempre progetti avvincenti.
  5. Le lingue! Mi ispira molto comunicare con diverse persone in diverse lingue. La mia attività quotidiana in un contesto multilingue mi consente di scoprire continuamente nuove culture e nuove idee.
  6. La macchina del tempo, una fotocamera in grado di fissare le emozioni e un dessert che non incida sulla bilancia.

 

Markus Schaller, presidente della Banca Raiffeisen Friburgo Est

Markus Schaller, presidente della Banca Raiffeisen Friburgo Est
Markus Schaller, presidente della Banca Raiffeisen Friburgo Est

La Banca Raiffeisen Friburgo Est conta 61 collaboratori e assiste 500 PMI nella regione.

  1. Per andare avanti bisogna conoscere le proprie origini. L'esperienza dimostra che chi ha successo a lungo dà importanza alle proprie radici, riducendo il rischio di perdere il contatto con la realtà.
  2. Le idee sono un mistero. Si materializzano all'improvviso, ma non per caso e di solito nemmeno a seguito di lunghe riflessioni. Generalmente discuto le mie idee con la Direzione o con i colleghi.
  3. Nessuna.
  4. Vicina ai nostri clienti, come ora. Siamo convinti che il radicamento regionale di Raiffeisen e le relazioni personali con i nostri clienti creino relazioni durature. Questo ci consentirà di continuare ad avere successo.
  5. La natura. Ho bisogno dell'aria aperta per sgomberare la mente, ma purtroppo ci riesco troppo raramente.
  6. La lampadina, una pillola che ci garantisca la salute, e la capacità di capire e parlare tutte le lingue.