La sostenibilità viene vissuta nelle PMI svizzere

I segreti per dirigere con successo

Stampa

In caso di conflitti, nei colloqui con i collaboratori o nel comportamento personale: la consulente RCI e imprenditrice Bea Reichle vi offre cinque consigli utili sugli aspetti a cui prestare attenzione nell'attività di direzione. Perché una buona direzione è imprescindibile per il successo a lungo termine di un'impresa.

1. I conflitti sono da mettere in conto

In un'impresa i conflitti ci saranno sempre. Ad esempio a causa di processi di cambiamento. «All'uomo non piacciono i cambiamenti», afferma Reichle. «Ogni volta che qualcosa cambia nelle risorse, che si tratti di nuovi colleghi o tecnologie, le reazioni possono essere di rifiuto o addirittura di resistenza. È un processo che si ripete regolarmente. E per questo è importante sfruttare la forza dei conflitti e risolverli in modo costruttivo».

 

2. Ascoltate i suggerimenti

Chi conosce le esigenze dei collaboratori può agire tempestivamente. «Nella maggior parte dei casi, le PMI si rivolgono a noi solo quando il conflitto è ormai acceso», aggiunge Reichle. Ma il momento giusto per agire è già quando ci si arrabbia sempre per la stessa cosa. «Sarebbe importante considerare di chiedere aiuto prima che le divergenze abbiano conseguenze economiche sull'attività», spiega Reichle. 

 

3. Mettetevi in discussione

Nessuno è perfetto. I dirigenti devono essere disposti a valutare in modo obiettivo e critico anche il proprio comportamento ed eventualmente a cambiarlo. Ricordate che avete bisogno del vostro team. Una buona direzione significa, tra le altre cose, saper ascoltare, risolvere i conflitti in modo costruttivo, vedere gli insuccessi come opportunità di miglioramento e far sentire i collaboratori apprezzati.

 

4. Siatene consapevoli: ogni persona pensa in modo diverso

Chi lo accetta, è già sulla buona strada. «È importante mostrare comprensione nei confronti di ragionamenti, prospettive e modi di procedere diversi dai nostri», spiega Reichle. Così si può trarre vantaggio anche dal punto di vista di chi ci sta di fronte. «La multiculturalità è più importante che mai, anche per quanto riguarda la personalità dei collaboratori».

 

5. Siate al passo coi tempi: il «titolare di vecchia scuola» appartiene al passato

«Prima un titolare poteva esigere che ognuno si comportasse esattamente come egli desiderava», afferma Reichle. Ma oggi ciò è reso sempre meno possibile da fattori quali la progressiva digitalizzazione, la personalizzazione, la globalizzazione, nonché le esigenze e gli interessi delle generazioni più giovani. Per questo è importante che i dirigenti nelle imprese si perfezionino costantemente, per essere all'altezza delle nuove sfide. 

Workshop RCI
Workshop RCI

Siete titolari di una PMI? Con il Raiffeisen Centro Imprenditoriale RCI è a vostra disposizione un punto di riferimento con interessanti vantaggi. Da una parte l'RCI è un club di imprenditori locale con collegamenti in tutta la Svizzera. Dall'altra è un laboratorio in cui si danno risposte concrete a domande chiave di natura strategica e operativa. Con il supporto di esperti e consulenti che sono anch'essi imprenditori.