Canali delle divise

I principali operatori al mercato delle divise per la Svizzera

Stampa

Sul mercato valutario si negoziano divise. Con un volume d'affari giornaliero medio di circa 5 bilioni di dollari USA, rappresenta il più grande mercato finanziario del mondo con la maggiore liquidità. Scoprite come avvengono le negoziazioni e chi sono i principali operatori per la Svizzera.
 

Il mercato delle divise è il mercato finanziario più grande del mondo

La negoziazione non avviene centralmente presso una borsa come per azioni o obbligazioni, ma direttamente tra le parti, per lo più mediante specifiche reti di negoziatori. I più importanti operatori di questo mercato sono le banche, ma anche grandi gruppi, broker e banche centrali vi operano attivamente.

La principale valuta di negoziazione è il dollaro statunitense, seguito a distanza dall'euro. La principale valuta di negoziazione è il dollaro USA, seguito solo a distanza dall'euro. La coppia valutaria più frequentemente scambiata è EUR/USD. Le negoziazioni avvengono in tutto il mondo 24 ore su 24, normalmente solo nei giorni lavorativi.

La principale valuta di negoziazione è il dollaro statunitense

~ 5'000 mld.

di dollari USA è il volume d'affari medio giornaliero sul mercato globale delle divise.

 

~ 20 per cento  

delle PMI svizzere orientate all’export copre regolarmente tassi di cambio con operazioni a termine.

L'euro è la più importante valuta estera per le PMI svizzere

La valuta estera più importante per le PMI svizzere è l'euro. È al primo posto sia in relazione alle esportazioni sia alle importazioni, seguito solo a distanza dal dollaro USA. Al terzo posto troviamo la Gran Bretagna con la lira sterlina seguita dalla Cina. Poiché il renminbi cinese è negoziabile solo in forma limitata (non liberamente convertibile), numerose operazioni con la Cina sono conteggiate in dollari o euro. L'importanza del renminbi come valuta estera per le aziende svizzere è quindi inferiore rispetto a quella del Paese Cina.

L'euro è particolarmente importante per i seguenti settori*:

  • plastica e vetro (25 per cento)
  • industria dei macchinari (24 per cento)
  • metallo (22 per cento)
  • farmaceutico (21 per cento)
  • chimico (21 per cento)

*Fonti: Amministrazione federale delle dogane AFD, Statistica del commercio estero 2018
(tra parentesi: quota percentuale della produzione settoriale in euro)

 

L'Eurozona come principale partner commerciale della Svizzera

I valori percentuali riportati nel grafico mostrano l'importanza per la Svizzera di un Paese o di un'area valutaria misurata sul volume commerciale. È stato preso in considerazione il commercio sia di merci, sia di servizi.

L'importanza per la Svizzera di un Paese o di un'area valutaria misurata sul volume commerciale

Fonti: Amministrazione federale delle dogane AFD, Statistica del commercio estero 2018, BNS, Raiffeisen Economic Research

Gli specialisti in divise permettono alle PMI l'accesso al mercato delle divise

Le PMI di solito non hanno accesso diretto al mercato delle divise e gran parte si avvale dei servizi della propria banca che esegue gli ordini in base alle istruzioni del cliente e contabilizza l'operazione sul relativo conto.

Volume annuo delle esportazioni e delle importazioni svizzere

355 mld. franchi

è l'ammontare del volume annuo delle esportazioni svizzere. Di questi, 233 miliardi si riferiscono a merci e 122 miliardi a servizi.

 

303 mld. franchi

è l'ammontare del volume delle importazioni. Di questi, 202 miliardi si riferiscono a merci e 101 miliardi a servizi.

Presso Raiffeisen le PMI, con e-banking, dispongono di un canale diretto al mercato delle divise oppure – a partire da un volume di negoziazione annuale di circa 2-3 milioni di franchi – possono rivolgersi direttamente agli specialisti del mercato delle divise mediante il servizio Direct Access (DAC).

Fonti: FMI, BRI, Statista, Lexas, Scuola universitaria di Berna
Autori: Martin Neff, Domagoj Arapovic