Raiffeisen Purchasing Manager Index delle PMI

Il franco svizzero appanna le prospettive delle PMI svizzere

Stampa

A luglio le PMI svizzere del settore industriale si sono mostrate più ottimiste rispetto al mese precedente per via del miglioramento della dinamica degli ordinativi. A causa del franco forte le prospettive per i mesi a venire restano però disomogenee.

In luglio il PMI Raiffeisen delle piccole e medie imprese è salito da 52.0 a 53.3 punti. Le PMI del settore industriale intervistate guardano dunque al futuro in maniera più fiduciosa rispetto al mese precedente. Il miglioramento del sentiment delle imprese va ricondotto soprattutto alla netta ripresa della componente ordinativi, che con 55.4 punti dell’indice si è di nuovo collocata a un livello relativamente elevato, dopo aver toccato il minimo (50.7 punti) a giugno dall’inizio dell’indice PMI. L’attività produttiva ha registrato un ulteriore rallentamento in luglio, dovuto però in gran parte alle ferie. A fronte del considerevole aumento degli ordinativi vi sono buone probabilità che anche la dinamica della produzione metta a segno una ripresa, facendo così perdurare la crescita dell’occupazione. Tuttavia, le prospettive per i mesi a venire restano piuttosto negative, dato che la rinnovata forza del franco svizzero e il rallentamento della crescita in Europa seguitano a seminare incertezze, come ha sostenuto un’ampia serie di imprese intervistate.

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – luglio 2019 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – luglio 2019 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

 

PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (II)

  Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio
Indice globale
51.4 55.1 52.6 54.2 52.0 53.3
Ordinativi
51.5 58.7 54.1 56.8 50.7 55.4
Produzione
55.3 56.8 52.7 57.3 53.7 51.6
Occupazione
49.2 50.0 51.4 53.3 52.3 52.3
Tempi di consegna
46.9 50.7 50.7 48.0 48.5 53.1
Scorte di acquisti
52.3 56.7 53.4 50.0 56.0 53.8


50 = sogila di crescita

Non perdetevi più alcuna stima congiunturale, abbonatevi alla nostra newsletter mensile.

Ulteriori pubblicazioni della Raiffeisen Economic Research sono disponibili qui.

 

L'esperto di economia Raiffeisen Domagoj Arapovic

Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera
Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera

Domagoj Arapovic ha studiato Economia all'Università di Zurigo. Ha poi lavorato dal 2007 al 2012 presso la Banca nazionale svizzera nell'Economic Research e nella Gestione dei rischi. Detiene dal 2011 il diploma di Chartered Financial Analyst, e dal 2013 è impiegato presso Raiffeisen Svizzera come Senior Economist.

Far parte dell'indicatore congiunturale (solo PMI industriali) e vincere CHF 5'000.– 

Siete una piccola o media impresa attiva nel settore industriale? Siamo alla ricerca di ulteriori PMI che compilino mensilmente un breve sondaggio (< 5 minuti). Partecipate subito a un'idea di successo: l'indicatore congiunturale è un importante indicatore che serve a riconoscere tempestivamente gli impulsi positivi o negativi del mercato.

Tra tutte le PMI industriali partecipanti sorteggeremo un premio in denaro di CHF 5'000.–. Riceverete inoltre tutti i risultati del sondaggio e delle analisi prima della loro pubblicazione.