Fattura QR

Grazie alla fattura QR registrazione dei pagamenti 10 volte più veloce

Stampa

Nei prossimi mesi le PMI dovranno adeguare i processi interni di registrazione ed emissione delle fatture. Gli esperti Raiffeisen Michael Mäder e Jürgen Wintermantel spiegano, nell'intervista, cosa le aspetta e quale supporto offre loro Raiffeisen.

 

Intervista a Michael Mäder e Jürgen Wintermantel, specialisti del traffico dei pagamenti

Il 30 giugno 2020 la Svizzera introdurrà la fattura QR. Come devono prepararsi le PMI?

Jürgen Wintermantel: Per beneficiare dei vantaggi della fattura QR gli imprenditori dovranno adeguare i processi interni di registrazione dei pagamenti ed emissione delle fatture. È importante che contattino già oggi il loro fornitore di software per chiarire le misure necessarie.

Michael Mäder: Nel passaggio a ISO 20022 molti fornitori di software si sono trovati in difficoltà. Solo prenotando un appuntamento per tempo si può garantire la massima fluidità del passaggio.

 

Le polizze di versamento rosse e arancioni saranno ancora disponibili. Gli imprenditori non possono attendere ulteriormente? 

M. M.: No, a meno che non vogliano una maggiore mole di lavoro. Ogni PMI deve infatti tenere presente che, dalla data d'introduzione, potrà ricevere fatture QR. Gli imprenditori farebbero bene pertanto ad aggiornare la propria contabilità creditori. Nella stessa occasione è consigliabile effettuare anche il passaggio alla fatturazione con fattura QR.

J. W.: È nell'interesse di tutti (emittenti e destinatari delle fatture, produttori di software e istituti finanziari) che il passaggio si svolga nei tempi più brevi possibili. Quanto più rapidamente la Svizzera passerà alla fattura QR, tanto prima gli interessati potranno beneficiare dei vantaggi, in particolare dei risparmi sui costi.

 

Quali sono questi vantaggi?

J. W.: Il destinatario della fattura potrà scansionare i pagamenti in modo più semplice, rapido e sicuro. I test effettuati con il lettore QR «PayEye» hanno dimostrato che la registrazione di fatture QR è 10 volte più rapida rispetto alla digitazione delle polizze di versamento tradizionali. Inoltre si evitano errori durante la registrazione dei pagamenti.

M. M.: Per gli emittenti delle fatture la novità implica nel complesso un minore sforzo manuale e meno richieste di chiarimenti, con un bel risparmio di tempo e denaro. Il grado di automatizzazione aumenta proporzionalmente alla quantità di informazioni aggiuntive di cui si può corredare la fattura QR.

 

Perché è necessario questo passaggio?

J. W.: Sempre più imprese svizzere operano a livello globale. Per far fronte a questa circostanza, nel 2016 è stata avviata l'armonizzazione nazionale del traffico dei pagamenti. A tal fine sono stati raggruppati e uniformati in base allo standard ISO 20022 i diversi metodi di pagamento delle banche e di PostFinance. 

M. M.: Ciò implica anche ridurre il numero di giustificativi – oggi in Svizzera circolano ben sette diverse varianti di polizze di versamento – e prepararci così al futuro digitale: la fattura QR è ideale allo scopo.

 

Quale supporto offre Raiffeisen alle PMI impegnate nel passaggio? 

M. M.: Il nostro intento è semplificare la vita degli imprenditori, innanzitutto con una tempestiva informazione. I consulenti alla clientela svolgono un ruolo importante in tal senso: sono stati formati non solo per fornire informazioni sulla fattura QR, ma anche per supportare le PMI con opuscoli per la clientela o liste di controllo. Se necessario, gli esperti del traffico dei pagamenti possono anche fare visita all'imprenditore e fornire consulenza sul posto. 

 

Si parla già del prossimo sviluppo: eBill. Sostituirà presto la fattura QR?

M. M.: No. eBill – ossia la fattura elettronica – va ad abbattere le ultime disomogeneità tra i media nel processo di pagamento. Digitalizza l'intera catena di creazione del valore, dall'emissione delle fatture fino al pagamento direttamente nell'e-banking o nel mobile banking. 

J. W.: eBill non fa concorrenza alla fattura QR, in quanto la fattura QR può essere emessa su carta o sotto forma di eBill. Il destinatario della fattura può quindi effettuare i propri pagamenti nella modalità che preferisce.

Michael Mäder, Responsabile Distribuzione Traffico dei pagamenti Clientela aziendale
Michael Mäder, Responsabile Distribuzione Traffico dei pagamenti Clientela aziendale

Michael Mäder è Responsabile Distribuzione Traffico dei pagamenti Clientela aziendale presso Raiffeisen Svizzera. Insieme al suo team ha guidato con successo i 200'000 clienti aziendali Raiffeisen nella nuova era del traffico dei pagamenti, sostenendoli attivamente nel passaggio a ISO 20022.

Jürgen Wintermantel, Product manager Traffico dei pagamenti Clientela aziendale
Jürgen Wintermantel, Product manager Traffico dei pagamenti Clientela aziendale

Jürgen Wintermantel è Product Manager Distribuzione Traffico dei pagamenti Clientela aziendale presso Raiffeisen Svizzera. Vanta un'esperienza pluriennale nel traffico dei pagamenti e, in qualità di specialista, ha contribuito attivamente alla progettazione degli «Swiss Payment Standard» per lo scambio di dati tra clienti e banche.