Banca Raiffeisen della Campagnadorna

Ritratto

Stampa

 

 

 

Raiffeisen Campagnadorna una realtà ormai consolidata

 

 

 

La Banca Raiffeisen della Campagnadorna in realtà é nata nel 1945, anno in cui furono costituite le Raiffeisen di Novazzano e Stabio. Grazie alla fusione di queste due Banche avvenuta nel 2008 le fu dato il nome di Banca Raiffeisen della Campagnadorna.

 

 

Due istituti consolidati negli anni dai gerenti Doriano Baserga (Novazzano-Genestrerio) e Francesco Garzoni (Stabio). In effetti prima di questa fusione ve ne fu un’altra nel 1999 tra Novazzano e Genestrerio.

 

 

Il nome Campagnadorna fu scelto per il territorio dove operavano le due Raiffeisen e mai nome fu così azzeccato. La direzione della Banca fu affidata a Doriano Baserga con il suo sostituto Francesco Garzoni.

 

 

Quella fu una tappa intermedia in quanto negli anni a seguire e precisamente nel 2011 venne aggiunta anche la Banca di Coldrerio, sempre coinvolta nel territorio.

 

 

Da allora la Banca Raiffeisen della Campagnadorna inizia un’evoluzione continua verso il posizionamento come Raiffeisen di riferimento a livello locale e ticinese, tanto da essere la prima Banca a sposare la nuova filosofia di “Banca di consulenza” con la sua nuovissima Sede di Stabio in via Boff 2.

 

 

Un cambiamento verso una consulenza diretta con il cliente, con il denaro ormai a portata di cellulare e carte di credito. Ecco perché nella nuova sede abbiamo sostituito gli sportelli con apparecchi digitali, senza però allontanarci dal cliente che rimane ancora legato da un filo diretto nella consulenza personalizzata e più discreta fatta nei salottini anziché allo sportello bancario dove tutti potevano sentire gli interessi di tutti.

 

 

La nuova sede di Stabio propone una continuità dell’area pubblica. Si tratta di un progetto di una certa complessità, ricco di dettagli studiati in maniera meticolosa e coerente con lo stabile stesso.

 

Da un lato spicca l’ortogonalità che riprende la geometria degli edifici industriali presenti nel luogo; dall’altra parte la forma curvilinea che cerca un dialogo con lo scenario presente: due braccia che si aprono, un movimento che invita ad accogliere le persone.

 

 

 

All’interno della Banca troviamo un vuoto su tre piani illuminati da un lucernario.

 

La luce e la trasparenza rappresentano ciò che la Banca vuole far passare ai propri clienti:

 

Trasparenza – chiarezza – sicurezza.

 

 

 

Oltre alla Sede di Stabio, abbiamo sempre le agenzie di Novazzano e Coldrerio, quest’ultima in previsione di trasformarla banca di consulenza entro il 2019.

 

 

 

Genestrerio dal canto suo dopo una gloriosa storia nella piazzetta Baraini ha lasciato il posto ad un punto di riferimento sotto forma di agenzia di consulenza su appuntamento con possibilità di svolgere i versamenti e prelevamenti in modo autonomo e digitalizzati.