Interviste e resoconti delle esperienze sul tema successione aziendale

Successione intrafamiliare presso British Premium-Cars AG

Stampa

Come molte altre PMI svizzere, anche Chris Weingartner, titolare di British Classic-Cars AG, ha dovuto affrontare la sfida della successione aziendale. Presso l'RCI di Baar ha ricevuto sostegno in questo ambito, riuscendo così a portare a termine con successo la cessione dell'azienda.

 

Stefan Born (dietro) e Chris Weingartner nel Raiffeisen Centro Imprenditoriale a Baar.

Stefan Born (dietro) e Chris Weingartner nel Raiffeisen Centro Imprenditoriale a Baar. Foto: Stefan Kaiser/Zuger Zeitung.

Fonte: Zuger Zeitung, testo di Harry Ziegler.

 

Una PMI svizzera su sette deve affrontare la sfida di trovare una soluzione di successione adatta per l'azienda. Molti imprenditori non sanno bene come affrontare questo passo e quali aspetti si devono prendere in considerazione. Raiffeisen e il Raiffeisen Centro Imprenditoriale RCI con sedi a Gossau SG, Aarau-West, Baar, Burgdorf e Yverdon forniscono aiuto per il trasferimento della propria azienda a eventuali successori. Lo strumento utilizzato si chiama «riquadro successione».

 

Per ogni sfida l'esperto giusto

«In questo riquadro non si trovano soltanto strumenti standardizzati, ma anche tutti gli esperti dell'RCI e il loro sapere», spiega Stefan Born, responsabile dell'RCI Baar. «In sostanza significa che per ogni sfida abbiamo l'esperto giusto». Gli esperti dell'RCI hanno già accompagnato e fornito consulenza a diversi imprenditori durante il processo di trasferimento.

Anche l'imprenditore Chris Weingartner di Unterägeri ha dovuto affrontare la sfida della successione e ha ricevuto il supporto dell'RCI. La sua azienda: British Premium-Cars AG a Knonau, che si è specializzata nella vendita e nei servizi per automobili inglesi di lusso. Dopo aver disdetto i contratti con Land Rover e Jaguar, l'azienda si chiama ora «British Classic Cars». I contratti sono stati risolti con riferimento alla Emil Frey AG, che ha sede a Sihlbrugg dal marzo 2017. Il titolare e fondatore ha ora trasferito la sua azienda «British Classic Cars» ai figli. L'obiettivo della ditta è di curare e preservare il patrimonio culturale automobilistico britannico.

 

Lasciare andare è difficile sotto vari aspetti

«Lasciare andare vuol dire sempre separarsi da qualcosa di caro», spiega il responsabile dell'RCI Stefan Born. Lo conferma anche Weingartner. Non gli è risultato facile decidere di trasferire l'azienda. «Gli esperti dell'RCI mi hanno accolto con le mie emozioni, prendendole sul serio», spiega l'imprenditore Weingartner. In particolare ha apprezzato l'approccio pratico degli esperti. «In effetti tutti i collaboratori dell'RCI e gli esperti coinvolti sono stati o sono ancora imprenditori», spiega Born, che è stato imprenditore a sua volta nel settore degli apparecchi acustici. Per lui è importante che i servizi dell'RCI siano accessibili a tutti. Non è indispensabile essere clienti di Raiffeisen. «E», sottolinea, «i servizi dei nostri consulenti non sono gratuiti: i costi vengono addebitati».

 

Soluzione completa

Secondo Chris Weingartner si tratta di un buon investimento. Non basta determinare il prezzo di vendita. «Gli esperti si sono anche occupati approfonditamente della mia situazione dopo il trasferimento e mi hanno illustrato le diverse possibilità». Weingartner non voleva assolutamente essere d'intralcio dopo il trasferimento dell'azienda. Dai colloqui con gli esperti è emerso che invece di rendere come prima il suo hobby un lavoro, poteva trasformare il suo ex lavoro in un hobby. Adesso si occupa, tra le altre cose, di determinazione del valore e perizie di automobili classiche.