Credito d'esercizio – Finanziamento aziendale a breve termine

Il SARON sostituisce il Libor CHF! Cosa comporta questo per le aziende?

Stampa

Il Libor CHF viene eliminato e sostituito dal SARON. L'autorità britannica di vigilanza sui mercati finanziari ha reso noto che supporterà la determinazione del Libor da parte di banche selezionate ancora solo fino alla fine del 2021. Le aziende svizzere si trovano quindi di fronte a un grande cambiamento.
 

Aspetti principali in breve

  • Il Libor CHF viene sostituito dal SARON (Swiss Average Rate Overnight)
  • Il tasso d'interesse SARON si basa su transazioni effettive sul mercato monetario svizzero
  • Il pagamento degli interessi è noto solo alla fine del periodo d'interesse
  • Nel 2020 Raiffeisen lancerà il primo credito e la prima ipoteca basati sul SARON
  • Raiffeisen, per il momento, concede finanziamenti basati sul Libor con una durata massima fino a fine 2021
  • Il Libor sarà completamente eliminato al più tardi entro la fine del 2021
  • I Libor in valute estere saranno sostituiti anch'essi da un tasso d'interesse di riferimento alternativo entro fine 2021

Modifiche determinate dal SARON sulla piazza finanziaria svizzera

L'autorità britannica di vigilanza sui mercati finanziari ha deciso di non supportare più il Libor a partire dal 2022. In seguito a questa decisione, il Gruppo di lavoro nazionale sui tassi di riferimento (National Working Group on Swiss Franc Reference Rates, NWG)  ha consigliato il tasso di riferimento SARON in sostituzione del Libor CHF.

La Banca nazionale svizzera (BNS) ha pertanto introdotto il tasso di riferimento BNS nel giugno 2019: questo si basa sul SARON e sostituisce da subito la fascia target per il tasso Libor a tre mesi. Fino alla sua sostituzione definitiva a fine 2021, il Libor continuerà a essere utilizzato nelle attività bancarie. A differenza del Libor, disponibile in cinque valute (CHF, EUR, GBP, JPY, USD), il SARON rappresenta solo l'alternativa al Libor CHF. Tassi di riferimento alternativi al Libor in valute estere sono: USD SOFR, EUR ESTR, GBP SONIA, JPY TONA.

 

Cosa cambia per le aziende?

Per la clientela aziendale, l'introduzione del SARON comporta che, in futuro (dal 2022), sul mercato monetario svizzero per i finanziamenti non sarà più applicato il tasso di riferimento Libor bensì il SARON. La modifica più rilevante per le aziende sarà quindi il distacco del vincolo d'interesse da quello del capitale. Con il SARON rimane il vincolo di capitale ma decade il vincolo d'interesse.

 

Come incide questa sostituzione sui prodotti Libor in essere?

La prevista sostituzione del Libor al momento non incide sull'offerta di prodotti di Raiffeisen. Le posizioni esistenti rimangono in essere invariate. Raiffeisen, fino all'introduzione dei nuovi prodotti SARON, continuerà a concedere ipoteche e crediti LiborFlex con scadenza massima fino alla fine 2021. I prestiti e le ipoteche a tasso variabile saranno offerti dalle Banche Raiffeisen anche dopo la sostituzione del Libor.

 

Quando saranno introdotti nuovi prodotti SARON?

Raiffeisen prevede di introdurre un credito SARON e un'ipoteca SARON nel corso del 2020. Informazioni dettagliate sui nuovi prodotti saranno comunicate per tempo.

Vantaggi del SARON per le aziende

Con il nuovo tasso d'interesse, le aziende avranno i seguenti vantaggi:

  • Trasparenza e tracciabilità
    Il SARON offre completa trasparenza. I clienti possono verificare il tasso d'interesse in qualsiasi momento sulla homepage di SIX.
  • Interessi
    Il SARON si basa sul tasso di riferimento del mercato monetario che, generalmente, è il tasso di mercato più basso. In situazioni di interessi bassi, le aziende beneficiano corrispondentemente di interessi bassi. Al contrario, in situazioni di interessi alti i clienti si assumono il rischio.

 

Come devono prepararsi le aziende?

Per le PMI e le grandi imprese svizzere, l'introduzione del SARON comporta oneri dovuti al passaggio. Per essere pronti nel momento in cui il Libor sarà sostituito, è utile confrontarsi con questo tema con il giusto anticipo:

  1. Attivate tutti i gruppi d'interesse all'interno dell'azienda e stabilite un piano di progetto
  2. Valutate gli effetti del nuovo tasso di riferimento sulla vostra organizzazione
  3. Identificate le fasi del passaggio necessarie
  4. Definite una tempistica per le analisi, le negoziazioni e le fasi del passaggio

 

Vanno esaminate le seguenti problematiche:

  • Quali processi, sistemi e settori nella vostra azienda ne saranno interessati?
  • Quali prodotti e quali contratti ne saranno interessati?
  • È necessario modificare i metodi di valutazione e di rischio della vostra azienda?
  • In che misura possono verificarsi oscillazioni a livello di bilancio e conto economico?
  • Il budget e le risorse per il passaggio sono pianificati adeguatamente?

 

Ulteriori informazioni sul tema

Avete altre domande sul tema? Il vostro consulente clientela aziendale sarà lieto di assistervi. Mettetevi in contatto con noi.

Trovate le informazioni dettagliate sul tema nel nostro promemoria (PDF, 76.6KB).