Raiffeisen Purchasing Manager Index delle PMI

La debolezza della congiuntura industriale si ripercuote sulle PMI

Stampa

Il sentiment delle PMI intervistate da Raiffeisen è nettamente peggiorato. Per la prima volta dall'estate 2018 il PMI Raiffeisen quota sotto la soglia di espansione di 50 punti. Al contempo restano negative le prospettive per i mesi a venire.

Il PMI Raiffeisen delle piccole e medie imprese non è riuscito a confermare l'elevato livello di luglio. In agosto l'indice complessivo ha subito una considerevole contrazione da 53.3 a 49.8 punti, quotando così per la prima volta dall'estate 2018 al di sotto della soglia di crescita di 50 punti. La congiuntura industriale rallenta non solo a livello mondiale, ma anche in Svizzera. Dopo aver impattato sulle grandi imprese tale raffreddamento si ripercuote con un certo ritardo anche sulle PMI. In particolare la valutazione degli ordinativi è risultata decisamente più debole rispetto al mese precedente. Il sottoelemento dell'indice è sceso da 55.4 a 49.3 punti collocandosi al livello più basso dal lancio del PMI Raiffeisen. Dei restanti componenti soltanto le scorte di acquisti sono progredite. Tuttavia, tale aumento in agosto non va interpretato come segnale che le PMI stanno incrementando le proprie scorte perché si attendono un migliore sfruttamento della produzione, bensì è piuttosto riconducibile al fatto che nel complesso prevedono un migliore andamento degli ordinativi. Nel mese in rassegna la produzione è ristagnata, così come l'occupazione. Le prospettive per i mesi a venire seguitano a rimanere negative. Il franco forte e la situazione dell'economia mondiale creano tuttora incertezze, come ha affermato un gran numero delle imprese intervistate. 

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – agosto 2019 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – agosto 2019 ­ destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

 

PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (II)

  Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto
Indice globale
55.1 52.6 54.2 52.0 53.3 49.8
Ordinativi
58.7 54.1 56.8 50.7 55.4 49.3
Produzione
56.8 52.7 57.3 53.7 51.6 50.0
Occupazione
50.0 51.4 53.3 52.3 52.3 50.0
Tempi di consegna
50.7 50.7 48.0 48.5 53.1 47.0
Scorte di acquisti
56.7 53.4 50.0 56.0 53.8 54.5


50 = sogila di crescita

Non perdetevi più alcuna stima congiunturale, abbonatevi alla nostra newsletter mensile.

Ulteriori pubblicazioni della Raiffeisen Economic Research sono disponibili qui.

 

L'esperto di economia Raiffeisen Domagoj Arapovic

Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera
Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera

Domagoj Arapovic ha studiato Economia all'Università di Zurigo. Ha poi lavorato dal 2007 al 2012 presso la Banca nazionale svizzera nell'Economic Research e nella Gestione dei rischi. Detiene dal 2011 il diploma di Chartered Financial Analyst, e dal 2013 è impiegato presso Raiffeisen Svizzera come Senior Economist.

Far parte dell'indicatore congiunturale (solo PMI industriali) e vincere CHF 5'000.– 

Siete una piccola o media impresa attiva nel settore industriale? Siamo alla ricerca di ulteriori PMI che compilino mensilmente un breve sondaggio (< 5 minuti). Partecipate subito a un'idea di successo: l'indicatore congiunturale è un importante indicatore che serve a riconoscere tempestivamente gli impulsi positivi o negativi del mercato.

Tra tutte le PMI industriali partecipanti sorteggeremo un premio in denaro di CHF 5'000.–. Riceverete inoltre tutti i risultati del sondaggio e delle analisi prima della loro pubblicazione.