Raiffeisen Purchasing Manager Index delle PMI

Le vacanze estive frenano la ripresa

Stampa

A luglio la ripresa per le PMI dell'industria non è proseguita e così sono calati ad esempio gli ordinativi. Oltre alla crisi del corona, le vacanze estive anno pesato sull'attività industriale. Numerose delle PMI interpellate si sono dette ancora pessimiste a fronte della crisi causata dal coronavirus.

 

Dopo il forte incremento segnato a giugno, l'indice PMI Raiffeisen delle piccole e medie imprese è di nuovo sceso di poco al di sotto della soglia di crescita di 50 punti. «Al momento ci troviamo nel classico vuoto estivo», commenta il direttore di un'azienda di medie dimensioni produttrice di mangime dell'Alta Turgovia, esprimendo chiaramente il motivo per cui la ripresa dell'industria svizzera ha subito una battuta d'arresto. Se la crisi del corona seguita a spingere gli imprenditori a grande cautela, la produzione industriale è ora rallentata anche dalle vacanze estive. Questa situazione complessa è stata definita una «miscela tossica» dal responsabile di una tipografia a Thun. Nelle PMI intervistate da Raiffeisen i volumi di produzione sono aumentati a luglio, ma in raffronto alla considerevole flessione registrata durante il lockdown l'incremento è tuttavia contenuto. Inoltre, gli ordinativi si sono ridotti (la rispettiva componente dell'indice PMI Raiffeisen è scesa da 55.7 a 48.8 punti), il che ha di nuovo inasprito il clima di incertezze. Il direttore di una piccola ditta fabbricante di pezzi di precisione a Neuchâtel spera ad esempio in un aumento degli ordinativi dopo le vacanze estive, altrimenti dovrà tirare «conseguenze gravi di ampia portata». Di norma dopo il classico rallentamento stagionale durante le vacanze estive, l'attività industriale riprende slancio. Ciononostante, numerose delle PMI interpellate si attendono che la crisi del corona continui a pesare sulla domanda.

 

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – luglio 2020 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – luglio 2020 ­ destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

 

PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (II)

  Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio
Indice globale
41.4 30.6 37.4 53.3 49.7
Ordinativi 34.1 23.8 33.1 55.7 48.8
Produzione
37.7 20.0 34.3 56.4 52.4
Occupazione
43.8 26.8 34.8 52.9 48.2
Tempi di consegna 52.4 58.2 51.7 47.1 47.6
Scorte di acquisti
50.6 43.6 41.7 48.3 51.2


50 = sogila di crescita

Non perdetevi più alcuna stima congiunturale, abbonatevi alla nostra newsletter mensile.

Ulteriori pubblicazioni della Raiffeisen Economic Research sono disponibili qui.  

 

L'esperto di economia Raiffeisen Domagoj Arapovic

Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera
Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera

Domagoj Arapovic ha studiato Economia all'Università di Zurigo. Ha poi lavorato dal 2007 al 2012 presso la Banca nazionale svizzera nell'Economic Research e nella Gestione dei rischi. Detiene dal 2011 il diploma di Chartered Financial Analyst, e dal 2013 è impiegato presso Raiffeisen Svizzera come Senior Economist.

Far parte dell'indicatore congiunturale (solo PMI industriali) e vincere CHF 5'000.– 

Siete una piccola o media impresa attiva nel settore industriale? Siamo alla ricerca di ulteriori PMI che compilino mensilmente un breve sondaggio (< 5 minuti). Partecipate subito a un'idea di successo: l'indicatore congiunturale è un importante indicatore che serve a riconoscere tempestivamente gli impulsi positivi o negativi del mercato.

Tra tutte le PMI industriali partecipanti sorteggeremo un premio in denaro di CHF 5'000.–. Riceverete inoltre tutti i risultati del sondaggio e delle analisi prima della loro pubblicazione.