Assemblea generale di Helvetia Latina

Stampa

18 giugno 2019

 

L'associazione Helvetia Latina è impegnata fin dal 1980 per il sostegno del plurilinguismo e per la rappresentanza adeguata delle diverse comunità linguistiche all'interno dell'amministrazione federale svizzera. In occasione della sua assemblea generale del 19 giugno, tenutasi al Forum Raiffeisen, Helvetia Latina si è congedata dal consigliere nazionale Jacques-André Maire, suo presidente di lungo corso. 

Il suo successore è Laurent Wehrli, consigliere nazionale e sindaco di Montreux. Helvetia Latina ha anche dato il benvenuto a una nuova vicepresidente: la consigliera nazionale Laurence Fehlmann-Rielle di Ginevra che succede alla consigliera nazionale Anne Seydoux-Christe del Canton Giura. Il dr. Ivo Guidicetti del Cantone dei Grigioni succederà a Simon Denoth in qualità di nuovo segretario generale.

Lo scorso anno, Helvetia Latina ha tenuto viva la propria tradizione di dare il benvenuto al futuro/alla futura Presidente della Confederazione in occasione di un evento serale di fine anno. Helvetia Latina ha integrato le buone relazioni con i consiglieri federali con il ricevimento di illustri ospiti in occasione dei suoi eventi. Tra i partecipanti si sono annoverati il Vicecancelliere della Confederazione Jörg de Bernardi, il Segretario generale di SRG-SSR Roger de Weck e la Delegata federale al plurilinguismo Nicoletta Mariolini. Durante la sua presidenza, Jacques-André Maire si è impegnato fortemente per le esigenze delle regioni linguistiche latine, tra l'altro con l'impegno per l'insegnamento delle lingue nazionali e con la lotta contro l'iniziativa «No Billag». In parlamento ha effettuato numerosi interventi a favore delle iniziative di Helvetia Latina e ha così attirato l'attenzione sull'importanza del sostegno del plurilinguismo in Svizzera. Quest'anno, Helvetia Latina ha lanciato la «Giornata del plurilinguismo»: per un giorno intero, i lavoratori della Confederazione Svizzera si esprimeranno in forma orale e scritta in una lingua nazionale che non rappresenta la loro lingua madre. In questo modo, per un giorno, le «lingue minoritarie» saranno maggioritarie.

Da SX a DX: il consigliere nazionale Jacques-André Maire (presidente uscente), la consigliera nazionale Laurence Fehlmann Rielle (nuova vicepresidente), il consigliere nazionale Laurent Wehrli (nuovo presidente), il dr. Ivo Giudicetti (nuovo segretario generale), Simon Denoth (segretario generale uscente).

Da SX a DX: il consigliere nazionale Jacques-André Maire (presidente uscente), la consigliera nazionale Laurence Fehlmann Rielle (nuova vicepresidente), il consigliere nazionale Laurent Wehrli (nuovo presidente), il dr. Ivo Giudicetti (nuovo segretario generale), Simon Denoth (segretario generale uscente).