Eventi

Progetto fiscale 17: calcolo, mercanteggiamento o compromesso necessario?

Stampa

18 settembre 2018

Un trasferimento di mezzi finanziari alla previdenza per la vecchiaia dovrebbe favorire l’accettazione della riforma dell’imposizione delle imprese: il consiglio federale propone difatti di compensare le perdite dell’AVS tramite il progetto fiscale 17. Molti politici trovano questa proposta una mossa intelligente. Christoph Schaltegger, professore ordinario d’economia politica all’università di Lucerna, pensa al contrario che si debba invece prevedere anche adattamenti della perequazione finanziaria nazionale (PFN).

«Mi piange il cuore a doverLe dare ragione.» Quest’affermazione del prof. Christoph Schaltegger dell'università di Lucerna nei confronti della consigliera nazionale Margret Kiener-Nellen (PS/BE) ha valore di rarità e vale la pena di essere sottolineata. Il motivo della dichiarazione è stata l’opinione condivisa da entrambi che il Progetto fiscale 17 aggraverebbe ulteriormente la disparità tra i cantoni finanziariamente più forti e quelli più deboli. Nel suo discorso al Forum Raiffeisen, Schaltegger ha richiesto pertanto che nella considerazione dei progetti fiscali venga dato maggior peso agli effetti sulla perequazione finanziaria nazionale (PFN). Il collegamento spesso criticato del progetto fiscale a una piccola revisione dell’AVS nel «pacchetto fiscale AVS» è stato accolto con sorprendente calma dal professore di Lucerna. Alla fine dell’animato dibattito al Forum sembrava chiaro che «il moto perpetuo della politica» rimarrà in movimento anche dopo l'approvazione definitiva in parlamento del «patto tra fisco e AVS» e sarà seguito da un’ulteriore discussione sulla riforma della PFN.