Mercati e opinioni

Prospettive d'investimento – Novembre 2019

Anche se i dati macroeconomici continuano ad essere mediocri, i mercati azionari ora dovrebbero ottenere una spinta in ragione della stagionalità. Matthias Geissbühler, CIO di Raiffeisen Svizzera, illustra l'attuale valutazione della situazione del mercato e il posizionamento di Raiffeisen.

  

 

Recentemente abbiamo visto una lieve distensione della situazione geopolitica: gli USA e la Cina stanno lavorando alla costruzione della «fase uno» di un accordo commerciale e per quanto riguarda la Brexit nel frattempo sembra molto improbabile un'uscita disordinata. Insieme alla politica monetaria nuovamente accomodante ed ai fattori stagionali, nonostante i dati congiunturali sempre deboli, tutto ciò fa prevedere un contesto d'investimento leggermente positivo fino alla fine dell'anno. 

 

Posizionamento

In ragione dei fattori stagionali e di una certa distensione sul fronte del conflitto commerciale, manteniamo un posizionamento leggermente «risk-on» nella tattica d'investimento. Tendenzialmente i tassi dovrebbero aumentare ulteriormente con moderazione fino alla fine dell'anno, cosa che dal nostro punto di vista rende poco interessanti le obbligazioni (statali). Sul fronte delle azioni abbiamo nuovamente aumentato lievemente la ponderazione delle azioni europee. Insieme alla «sovraponderazione» delle azioni dei paesi emergenti questo porta, nel complesso, ad un orientamento ciclico nel segmento azionario. Nel complesso manteniamo tuttavia una valutazione «neutrale» per le azioni. Continuiamo a valutare positivamente i fondi immobiliari svizzeri – lo stato di emergenza degli investimenti conduce a costanti afflussi di capitali nel mercato immobiliare svizzero e dovrebbe supportare i prezzi.