Innovazione e crescita

Successo grazie alla ristrutturazione

Stampa

Molti prodotti e servizi, processi poco chiari e collaboratori stressati: la rapidissima crescita di S. Müller Holzbau AG aveva lasciato il segno. Dopo un accompagnamento globale da parte degli esperti del Raiffeisen Centro Imprenditoriale RCI, oggi la PMI può tornare a concentrarsi sui suoi punti di forza.
 

Tempestoso assalto del mercato

S. Müller Holzbau AG si lascia alle spalle anni tempestosi; la PMI di Wil si occupa di progettazione, sviluppo, produzione e montaggio di edifici residenziali in legno. Dopo il management buyout del 2008, da parte dell'amministratore Stefan Müller, è cresciuta molto rapidamente, grazie anche a un vero e proprio boom dell'edilizia in legno e a un grande desiderio di sostenibilità e regionalità. Müller non si è certo fatto sfuggire l'occasione, ampliando il portafoglio di prodotti e servizi offerti e diversificando sempre di più la nuova PMI. I 15 collaboratori sono diventati più di cento nel giro di pochi anni.

 

precedente
  • Da quando Stefan Müller ha fondato la sua PMI, non si è mai fermato e l'azienda è cresciuta molto rapidamente. In questi casi, mantenere una struttura funzionante è spesso una questione spinosa.
  • La sua azienda, S. Müller Holzbau AG, progetta e costruisce stabili abitativi in legno. Nel corso degli anni aveva introdotto prodotti e servizi sempre nuovi.
  • Le novità avevano lasciato il segno; le strutture e i processi dell'azienda non riuscivano a tenere il passo e la PMI aveva perso di vista le sue competenze chiave. Anche il rendimento ne aveva risentito.
  • Stefan Müller ha quindi chiesto aiuto all'RCI e, insieme agli esperti, ha apportato diversi miglioramenti, tra cui un portafoglio più leggero e un'organizzazione aziendale più ordinata.
  • Oggi la PMI è tornata a operare in modo strutturato e redditizio. Così il suo amministratore può concentrarsi sui suoi progetti futuri, come ad esempio l'automazione parziale della produzione.
prossimo

    Una crescita troppo veloce e incontrollata

    Un successo per il 37enne che aveva acquisito la divisione dedicata all'edilizia in legno da un'impresa generale, quando ancora vi lavorava come tirocinante. «Allora non ero ferrato in materia di gestione aziendale», ammette l'esperto carpentiere. «Non avevo ancora esperienza. In compenso, però, molte idee ed energie. E, in particolare, non temevo le sfide.»

    La rapida crescita della PMI, però, aveva lasciato il segno; le strutture e i processi non riuscivano a tenere il passo e si tendeva ad allontanarsi sempre di più dai punti di forza dell'azienda. «È stata una crescita veramente incontrollata», ricorda Müller. «Facevamo talmente tante cose da non sapere praticamente più che cosa simboleggiassimo e quali fossero le nostre competenze principali.» L'amministratore e molti dipendenti erano oberati di lavoro e stressati. La dispersione dell'attività ha avuto effetti negativi sulla redditività e, in parte, anche sulla qualità dei prodotti e dei servizi. «Nella fase di consolidamento l'azienda ci è quasi sfuggita di mano», afferma Müller. Serviva aiuto.

     

    Strutture precise

    L'assistenza professionale del Raiffeisen Centro Imprenditoriale è stata la soluzione giusta. Gli esperti dell'RCI conoscevano già la situazione di S. Müller Holzbau AG. «Le aziende che crescono molto velocemente sono come i ragazzi in pubertà: i pantaloni sono sempre troppo corti», spiega il consulente RCI incaricato. «Le strutture dell'azienda non vanno più bene.»

    Nel corso di due anni il team dirigenziale di S. Müller Holzbau AG, insieme all'RCI, ha dato forma a una nuova veste per l'azienda «ormai adulta». «In una prima fase è stato creato un team dirigenziale ampliato», afferma il consulente RCI. L'obiettivo era migliorare la comunicazione tra la direzione e il resto dei collaboratori e sostenere così meglio i cambiamenti previsti nel team. «Soprattutto nei periodi in cui mancano lavoratori qualificati è importante avere le spalle coperte dalla propria squadra», spiega l'esperto RCI. «Ma era anche fondamentale che le strutture rimanessero snelle.»

     

    Identificare l'essenza del marchio

    Poi è arrivato il momento dell'essenza del marchio. «Abbiamo definito cosa conta per noi e cosa rende unica la nostra azienda», afferma Müller. Ad esempio, l'architettura e il design o concetti di spazio mobili nonché valori quali correttezza e trasparenza. Su tale base è stato poi razionalizzato il portafoglio di offerte. All'insegna del motto «meno è meglio», il direttore dell'azienda ha ceduto i prodotti di falegnameria, iniziando a collaborare con partner. Anche il settore dei rivestimenti per pavimenti è passato in nuove mani.

    Ma non solo il portafoglio aveva bisogno di una nuova veste, bensì anche tutta l'organizzazione aziendale. «Nel corso degli anni si erano accumulati diversi accordi individuali con i collaboratori, come l'home office o l'uso privato dell'auto aziendale», spiega Müller, generando un senso di ingiustizia e incomprensione. Oggi valgono per tutti le stesse regole. Inoltre, una promessa di prestazione scritta informa sia i clienti sia i collaboratori, in modo onesto e corretto, su cosa possono aspettarsi dall'azienda.

     

    I tre fattori di successo di S. Müller Holzbau AG

    L'amministratore Stefan Müller e l'RCI hanno elaborato insieme queste misure:

    1. Team di gestione ampliato: la gestione più ampia aiuta a migliorare la comunicazione tra direzione e collaboratori e a identificare le esigenze. In questo modo le decisioni sono sostenute in modo più ampio fino al livello dei collaboratori.
    2. Forte essenza del marchio: riflettendo sui propri punti di forza, oggi la PMI lavora in modo mirato e proficuo. I settori che non appartengono al core business sono stati eliminati. 
    3. Strutture chiare: l'organizzazione snella e ben studiata rende l'attività più efficiente. I processi sono stati definiti, gli strumenti di gestione messi per iscritto e gli accordi uniformati.

     

    Pronti per nuovi obiettivi

    E ricorda con piacere la collaborazione con l'RCI. «Il punto di vista neutrale e la combinazione tra conoscenze specialistiche in economia aziendale e chiari esempi pratici sono stati molto utili», commenta Müller. «Mi sono ritrovato a dover uscire della mia zona di comfort e le mie posizioni sono state valutate criticamente», dichiara con parole di elogio il capo dell'azienda.

     

    «Oggi siamo un team più forte, i nostri registri degli ordini sono pieni e lavoriamo in modo redditizio.»

    Stefan Müller, S. Müller Holzbau AG

     

    Imprenditore nell'anima, sta già concretizzando i prossimi obiettivi. Negli anni a venire vuole infatti digitalizzare e semiautomatizzare la produzione, ampliando così capacità e forza innovativa. «Così possiamo occuparci anche di progetti più grandi e più complessi, come ad esempio grattacieli o costruzioni intere.» A sostenerlo sono un obiettivo ben chiaro e l'ottima organizzazione aziendale.

    Officina di S. Müller Holzbau AG a Wil

    S. Müller Holzbau AG, con sede centrale a Wil (SG), fornisce servizi completi nel campo dell'edilizia residenziale in legno: da pianificazione e sviluppo di progetti nel proprio studio di architettura S. Müller Architektur fino a engineering, produzione e montaggio. La PMI si concentra sull'edilizia moderna e sostenibile con elementi in legno. Nel 2008 l'amministratore Stefan Müller ha acquisito la divisione dedicata all'edilizia in legno dell'impresa generale Marty Häuser AG, quando ancora vi lavorava come tirocinante. Oggi l'azienda impiega oltre 100 collaboratori.