Credito d'esercizio – Finanziamento aziendale a breve termine

Anticipo fisso

Stampa

L'anticipo fisso vi consente di finanziare investimenti a breve termine nell'attivo circolante e vi offre sufficiente riserva di liquidità. Tasso d'interesse e ammontare del credito vengono fissati per la durata del contratto, per cui potete gestire con esattezza il budget del vostro credito.

 

Quali sono i vantaggi di un anticipo fisso?

  • Liquidità sufficiente
    Con un anticipo fisso garantite il vostro fabbisogno di liquidità a breve termine, ottenendo in tal modo un maggior margine d'azione imprenditoriale.
  • Rimborso alla scadenza
    Il rimborso dell'anticipo fisso avviene solo dopo la scadenza della durata del credito.
  • L'addebito degli interessi è noto
    L'addebito degli interessi viene definito alla stipula del contratto e resta fisso per la sua intera durata.
  • Nessuna oscillazione degli interessi
    Grazie al tasso d'interesse fisso siete coperti dall'aumento e dalle oscillazioni degli interessi.
  • Nessuna commissione su crediti
    Il tasso d'interesse viene calcolato al netto, ossia non viene addebitata alcuna commissione su crediti.

Cos'è un anticipo fisso?

L'anticipo fisso è una possibilità di finanziamento a breve termine con una durata compresa tra 3 e al massimo 12 mesi. Il credito viene versato una tantum sul vostro conto corrente. Alla stipula del contratto vengono definiti tasso d'interesse, durata e ammontare del credito. Grazie a questa definizione approfittate di un'esatta gestione del budget e di un interesse coperto che si orienta alle condizioni vigenti sul mercato monetario e al vostro profilo di rischio individuale. L'anticipo fisso si può disdire o ammortizzare solo alla scadenza. Alla scadenza avviene il rimborso una tantum mediante addebito sul vostro conto corrente.

 

Quali rischi vi sono?

Alla stipula di un'anticipazione fissa, voi assumete un certo rischio su interessi, sebbene non siate soggetti alle oscillazioni del tasso d'interesse sul mercato monetario e dei capitali. In caso di rialzo dei tassi, il vostro onere degli interessi rimane invariato, quindi più basso rispetto al tasso di mercato.

Se, tuttavia, nel corso della durata del prestito si verifica una flessione dei tassi, voi continuerete a pagare il tasso d'interesse concordato, che in questo caso sarà più elevato. In linea generale, per la durata del prestito non è prevista alcuna possibilità di disdetta. In caso di risoluzione prematura, riassetto o mancato rispetto del termine di disdetta, dovrete pagare alla banca un risarcimento che viene calcolato in base alla differenza fra il tasso d'interesse concordato sul credito e il tasso d'interesse realizzabile alla cessazione del contratto per un investimento sul mercato valutario e dei capitali.

 

Evoluzione degli interessi con anticipo fisso

Il tasso d'interesse dell'anticipazione fissa è costante per la durata concordata del prestito, che può variare da 1 mese a 12 mesi. Il tasso dipende, oltre che dalla situazione del mercato monetario e dei capitali al momento della stipula, anche dalla vostra solvibilità e da eventuali garanzie.

Evoluzione degli interessi con anticipo fisso

Evoluzione degli interessi con anticipo fisso

 

Credito in conto corrente o anticipo fisso: quale forma di finanziamento scegliere e quando?

  Credito in conto corrente
Anticipo fisso
Durata
illimitata, revocabile in qualsiasi momento
3 – 12 mesi, non revocabile
Tasso d'interesse
variabile
constante