Operazioni su divise – sicurezza nelle operazioni in valuta estera

Esempio operazioni a termine su divise

Stampa

Situazione di partenza

La ditta Esempio S.a.g.l. ha venduto per EUR 100’000 una macchina in Germania in data 01.04. Il corso dell’euro in quel momento è di 1.086, che corrisponderebbe a un importo di CHF 108'600. La ditta Esempio S.a.g.l. intende assicurarsi questo corso in quanto il pagamento della macchina avrà luogo soltanto al 31.10.


Soluzione

La Banca Raiffeisen apre un’operazione a termine su divise (vendita) pari a EUR 100’000 al corso di 1.082 con valuta 31.10. La ditta Esempio S.a.g.l. deposita il margine (20 % di EUR 100’000 convertiti in CHF). Il 31.10. la ditta Esempio S.a.g.l. fornisce EUR 100’000 e ne riceve il controvalore di CHF 108'200 al corso di 1.082. 

Scenario 1 Scenario 2
Al raggiungimento del termine (31.10.) il corso delle divise diminuisce a 1.021. Con l’operazione termine su divise, la ditta Esempio S.a.g.l. ha potuto evitare una perdita di corso pari a CHF 6‘100 (CHF 108‘200 meno CHF 102‘100). Al raggiungimento del termine (31.10) il corso delle divise aumenta a 1.105. Il cambio delle divise al raggiungimento del termine, alle condizioni valevoli in quel momento, sarebbe risultato vantaggioso.
Esempio andamento dei corsi previsto nell'operazione a termine su divise

Figura: Esempio andamento dei corsi previsto nell'operazione a termine su divise

Conclusione

Con la stipulazione dell’operazione a termine su divise, la ditta Esempio S.a.g.l. è stata in grado di evitare un rischio di cambio indesiderato, contribuendo alla sicurezza del bilancio e del budget.