L'economia in tempo di crisi

Cinque regole d'oro per sopravvivere nella nuova normalità

Stampa

La pandemia di coronavirus è una sfida per le PMI: c'è bisogno di flessibilità e innovazioni. Per molte imprese è fondamentale rielaborare il proprio modello aziendale. L'esperto per la clientela aziendale Raiffeisen, Stefan Käsermann, e il consulente RCI, Felix Heimgartner, danno cinque preziosi consigli per superare meglio la crisi.

 

1. Cash is king: assicuratevi di disporre di liquidità

Garantirsi la liquidità è il fattore più importante per le imprese. Solo in questo modo è infatti possibile mantenere la capacità di agire. «In tempi di crisi, il leasing si è dimostrato un'ottima soluzione di finanziamento per preservare la liquidità», afferma Stefan Käsermann. Si è inoltre rafforzata la tendenza al crowdlending e al crowdfunding: gli imprenditori cercano presso il grande pubblico un finanziamento collettivo per i loro progetti o prodotti, ad esempio sulla piattaforma di crowdfunding eroilocali.ch di Raiffeisen.

 

2. Parlate con i vostri clienti – ma in modalità digitale

La mancanza di numerosi contatti personali ha aumentato ulteriormente l'importanza della digitalizzazione. Un esempio eloquente sono gli Online Shop o i modelli click-and-collect, in cui il cliente acquista online e poi ritira la merce personalmente. Altrettanto importante per la sopravvivenza è il marketing digitale: «Le imprese devono imparare a rivolgersi ai loro gruppi target sui siti visitati da questi ultimi», spiega Felix Heimgartner. 

 

3. Riducete ciò che non è essenziale

Analizzate attentamente le entrate e le uscite: i costi fissi possono essere ridotti, riconsiderando con spirito critico l'infrastruttura esistente o rinegoziando i contratti di affitto e di fornitura. Verificate anche i processi aziendali – dalla produzione all'amministrazione: «Ottimizzando i processi, le PMI aumentano l'efficienza, riducendo ad esempio gli scarti, nonché l'eventuale spreco e in tal modo anche i costi strutturali», afferma Felix Heimgartner.

 

4. Eliminate i grandi rischi

Offrendo vari prodotti per diversi mercati e tramite più canali si è meno vulnerabili. «Il coronavirus ha fatto capire a molte PMI dove si situano i loro grandi rischi sul fronte dei fornitori, dei prodotti, dei clienti o dei mercati di sbocco», spiega Stefan Käsermann. In futuro è dunque opportuno diversificare maggiormente.  

 

5. Non rimanete inattivi

Guardate al futuro: osservate attentamente quali tendenze si stanno delineando nel vostro settore e in altri. Se riuscite a sfruttarle in maniera flessibile a vostro vantaggio, supererete meglio le crisi. «Anche le innovazioni – dal lato dei prodotti, dei processi o del marketing – devono essere ben ponderate e portate avanti in maniera mirata», conclude Felix Heimgartner.

 

precedente
  • Stefan Käsermann è responsabile Clientela aziendale per la Svizzera nord-occidentale presso Raiffeisen e assiste da 25 anni i clienti aziendali svizzeri.
  • Felix Heimgartner è leader tematico Strategia e responsabile regionale Espace Mittelland nel Raiffeisen Centro Imprenditoriale (RCI) nonché ex imprenditore MEM.
prossimo