L'economia in tempo di crisi: Ecco le domande che devono affrontare gli imprenditori

3 domande e risposte: Come gli imprenditori possono stabilizzare il loro business

Stampa

Nonostante il distanziamento sociale e le catene di fornitura compromesse, gli imprenditori hanno bisogno di soluzioni per generare nuove vendite e garantire la produzione. Qui di seguito rispondiamo alle 3 domande più importanti su come stabilizzare l'azienda durante la crisi.

Sfruttare offerte e nuovi canali di vendita

Utilizzare nuovi canali o continuare a sfruttare offerte che generano un valore aggiunto.

Domanda 1: «Il distanziamento sociale comprometterà le vendite anche dopo la riapertura. Inoltre i clienti spendono decisamente meno. Come posso realizzare comunque degli utili?»

Per motivi di necessità, durante il lockdown, avrete sicuramente introdotto delle novità, quali nuovi canali di distribuzione oppure ulteriori off erte e servizi. Vi consigliamo ora di non tornare semplicemente sui vostri passi, ma di verificare quali delle novità introdotte possono continuare a generare valore aggiunto. Negli ultimi anni l'industria e il commercio hanno visto un proliferare di nuove piattaforme di distribuzione con le quali è possibile far conoscere meglio i propri prodotti e servizi e generare contatti con nuovi clienti. Durante la crisi gli imprenditori hanno scoperto anche eroilocali.ch come possibilità aggiuntiva di incrementare la loro notorietà.

 

Domanda 2: «Nella situazione attuale come posso mantenere e rafforzare il contatto con clienti e interessati?»

Non mollate e fatevi notare! Sembra banale, ma è estremamente importante: una telefonata personale, un biglietto scritto a mano o misure di marketing online specifiche rafforzano la presenza. Attivando e curando le reti sociali tramite LinkedIn, Instagram o Facebook raggiungete in modo semplice ed economico sia i clienti esistenti sia i molti clienti potenziali. Raccontate la vostra storia, cosa state facendo e come state vivendo la situazione. Se non avete ancora molta familiarità con i social media, sfruttate uno degli utilissimi tutorial che trovate in rete.

 

Domanda 3: «Fin dallo scoppio della pandemia lotto ogni giorno con catene di fornitura interrotte e tempistiche di fornitura più lunghe. Come posso risolvere il problema? E come posso prepararmi ad affrontare il futuro?»

Molti fornitori inviano in via preventiva lettere in cui si invoca la «causa di forza maggiore». Queste fungono solo da reciproca informazione (preventiva) in relazione a una possibile «causa di forza maggiore». Con esse i fornitori comunicano trasparenza riguardo alla gestione di possibili difficoltà di consegna o del rispetto dei termini di consegna. Importante: questo documento non li esonera naturalmente dall'obbligo di adempiere al contratto. Verificate inoltre se è giunto il momento di diversificare maggiormente i vostri fornitori. Chiedetevi se potete ridurre le dipendenze globali, sia in relazione ai fornitori sia ai clienti. Con chi avete sempre voluto collaborare? E quale gruppo di clienti è da sempre il vostro target?