QR-fattura

Le implicazioni per le aziende

Stampa

Cosa significa per gli imprenditori il passaggio dalle polizze di versamento rosse e arancioni alla QR-fattura? Daniel Hollenstein risponde alle principali domande in merito al passaggio alla QR-fattura.

 

Intervista a Daniel Hollenstein

Quale Responsabile Clientela aziendale presso Raiffeisen Svizzera, Daniel Hollenstein è responsabile anche della Distribuzione traffico dei pagamenti. Laureato in economia aziendale (HWV), ha svolto diversi corsi di perfezionamento, conseguendo fra l'altro un «Master of Advanced Studies in Finance» all'Università di Berna.

 

Signor Hollenstein, il 30 giugno 2020 la Svizzera è passata alla QR-fattura. Cosa è cambiato da allora per gli imprenditori nell'elaborazione delle fatture?

Daniel Hollenstein: È un dato di fatto che, a partire dalla data di introduzione delle QR-fatture, prima o poi ogni azienda le troverà nella cassetta delle lettere. A seconda di come gestisce la contabilità creditori, l'imprenditore deve orientare i propri processi, software ed eventualmente anche l'hardware (piattaforme di scansione) in base alla QR-fattura. Altrimenti non potrà saldare le fatture in arrivo.

 

Cosa accadrà alle aziende che non hanno ancora effettuato il passaggio?

D.H.: Se i pagamenti sono elaborati con un software, in caso di mancato passaggio le QR-fatture non possono essere pagate. Bisognerà ricorrere a faticosi workaround, con conseguente maggior dispendio di tempo.

L'imprenditore può continuare a emettere le fatture come finora, poiché non è ancora stata fissata una data di scadenza per l'uso delle polizze di versamento (rosse/arancioni). Va tuttavia considerato che non ci si potrà avvalere dei vantaggi della QR-fattura nella fatturazione e nell'elaborazione dei pagamenti in entrata. Di conseguenza è opportuno effettuare il passaggio alla QR-fattura contemporaneamente anche per queste operazioni.

 

In che modo Raiffeisen aiuta i suoi clienti a passare alla QR-fattura? 

D.H.: Raiffeisen supporta i clienti soprattutto fornendo ulteriori informazioni sul tema. I nostri consulenti sono formati per rispondere alle domande e alle richieste dei clienti in merito. 

Inoltre, offriamo informazioni complete sull'introduzione della QR-fattura e gli strumenti di supporto necessari, come ad esempio una lista di controllo (PDF, 120KB) per il passaggio alla QR-fattura, le FAQ (PDF, 71.2KB) e informazioni sulle caratteristiche di una QR-fattura.

I clienti Raiffeisen beneficiano inoltre già ora di condizioni preferenziali per acquistare il lettore ottico «PayEye» Edition Raiffeisen, che legge i codici QR con un semplice clic.

 

Qual è quindi il primo passo concreto che gli imprenditori devono fare affinché il passaggio possa avvenire? 

D.H.: È molto semplice: prendere il telefono, contattare il partner di software affinché installi un aggiornamento per la QR-fattura. I produttori di software possono verificare i codici QR creati dal loro software attraverso il portale di validazione di SIX.

 

Come prosegue l'armonizzazione nel traffico dei pagamenti, dopo l'introduzione della QR-fattura?

D.H.: Si sta lavorando sistematicamente già sin d'ora all'ulteriore sviluppo di eBill, con cui è possibile eseguire una procedura di pagamento interamente digitalizzata e senza disomogeneità dei media. In particolare nel settore clientela aziendale si realizzeranno miglioramenti e nuove offerte.

 

Signor Hollenstein, in conclusione ha ancora un consiglio da dare ai clienti aziendali di Raiffeisen? 

D.H.: Desidero incoraggiare tutti gli imprenditori a interessarsi al più presto del passaggio alla QR-fattura. Diversamente dal passaggio al formato di pagamento standardizzato ISO 20022, i vantaggi della QR-fattura sono evidenti e immediati sia per le piccole imprese sia per i grandi gruppi.