L'economia in tempo di crisi: Ecco le domande che devono affrontare gli imprenditori

5 domande e risposte: Come le PMI possono superare la crisi dovuta al coronavirus

Stampa

Nel breve termine, per le aziende si tratta di superare la crisi. Ciò significa in primo luogo garantire la liquidità, il vero e proprio ossigeno delle imprese. Qui di seguito abbiamo riunito per voi le domande che le PMI svizzere si pongono al riguardo e vi presentiamo le risposte.

Richiedere un credito

Se avete già esaurito il credito COVID-19 e non avete ancora raggiunto il 10 per cento del vostro fatturato, potete richiedere un credito COVID-19 Plus.

Domanda 1: «Finora non ho usufruito del credito transitorio COVID-19. Ma più passa il tempo, più ho dubbi. Mi conviene ancora presentare una richiesta?»

Se prevedete carenze di liquidità nelle prossime settimane o mesi, a causa della crisi del coronavirus, vi consigliamo di ricorrere a un credito COVID-19. Non pagate interessi e potete rimborsare il denaro (o importi ingenti) in qualsiasi momento, se non ne avete bisogno. Non ci rimettete nulla e ottenete sicurezza.

 

Domanda 2: «Come posso valutare se insorgeranno problemi di liquidità?»

Allestite un piano di liquidità: raffigurando lo stato reale e ipotizzando diversi scenari, potete capire rapidamente quando rimarrete a corto di liquidi.

 

Domanda 3: «Ho già ottenuto un credito COVID-19, ma non mi è sufficiente. Posso presentare un'altra richiesta?»

No, il credito si può richiedere una sola volta. Tuttavia, se avete già esaurito il credito COVID-19 ma non avete raggiunto il 10 per cento del vostro fatturato, potete usufruire del credito COVID-19 Plus.

 

«Allestite un piano di liquidità; non costa molto e offre enormi vantaggi.» 

Stefan Schenkel, Presidente della Direzione Banca Raiffeisen Aarau

 

Domanda 4: «Quale ulteriore supporto mi offre Raiffeisen per garantire la mia liquidità?»

Raiffeisen partecipa a diversi programmi di aiuto cantonali che, nella maggior parte dei casi, non dipendono dal programma di fideiussione della Confederazione. Inoltre, per i crediti in corso, offre una moratoria del pagamento pari al massimo a due rate di ammortamento.

 

Domanda 5: «La mia azienda ha sofferto molto. Ho diritto alla moratoria COVID-19?»

Con la moratoria COVID-19 il Consiglio federale vuole evitare che le aziende, ingiustamente, siano costrette a dichiarare fallimento a causa del coronavirus. Questo strumento concede tempo alle imprese per trovare delle soluzioni con i creditori e per risanarsi sotto la propria responsabilità. Il requisito per accedervi è che l'impresa fosse finanziariamente solida alla fine del 2019 e che riesca presumibilmente a risolvere l'indebitamento eccessivo entro fi ne anno. Importante: occorre tenere presente le regole della moratoria concordataria.

3 consigli: superare

  1. In caso di indecisione meglio optare per un credito COVID-19: non pagate interessi e non ci rimettete niente.
  2. Una pianificazione accurata della liquidità conviene, poiché permette di capire se e quando vi troverete a corto di liquidi.
  3. Per i nuovi investimenti prediligete il leasing all'acquisto, preservando la vostra liquidità.