SAVOIR VIVRE: La vita lontano dall'azienda

«Chi pratica yoga ha più successo nel lavoro»

Stampa

Ha insegnato yoga ai poliziotti e addestrato produttori di utensili al mental training: Andrina Tisi, health and lifestyle coach, sa quanto lo yoga contribuisce al successo lavorativo e alla crescita personale e perché sempre più uomini si lasciano sedurre da questa pratica.

«Sono sempre di più gli sportivi di sesso maschile che imparano a migliorare le proprie prestazioni con lo yoga.» Seduta a un bar sulla Europaallee di Zurigo, Andrina Tisi (38), occhi chiari, capelli lunghi, un grande sorriso, sorseggia una minerale. Ha appena terminato una lezione privata e tra un'ora ne ha un'altra in una palestra. Tra i suoi clienti vi sono sempre più uomini. Non si tratta di hippy con i capelli rasta e i pantaloni batik come qualche anno fa ma di uomini ben allenati che praticano training muscolare, jogging e bicicletta.

Eppure i pregiudizi sullo yoga sono ancora molti e Andrina Tisi li conosce bene: «Gli uomini affermano spesso di essere troppo rigidi per fare yoga. Replico chiedendo se sono anche troppo sporchi per fare la doccia». Lei stessa non è particolarmente flessibile e non riuscirà mai nella posizione del loto. «Ma non è poi così indispensabile.»

Andrina Tisi, health and lifestyle coach
Andrina Tisi, health and lifestyle coach

Andrina Tisi lavorava nel settore alberghiero e ha incontrato lo yoga per caso, circa 16 anni fa, quando un'amica la spinse a seguire una lezione a New York. Aveva appena smesso di fumare e l'attività fisica l'ha aiutata a evitare le ricadute. Inoltre è scomparso il mal di schiena che la tormentava da anni. Originaria di Zurigo, si è trasferita a Vancouver, ha completato il corso di formazione in yoga e ha iniziato a insegnare. Due anni fa è rientrata a Zurigo dove lavora come health and lifestyle coach, fornisce consulenze e organizza workshop e ritiri. A contattarla sono sempre più spesso le aziende. Ha già insegnato la posizione del cane ad avvocati, urbanisti e poliziotti. E ha perfino condotto un mental training con i collaboratori di un produttore di utensili, mettendo a punto un sistema di gestione dello stress integrato poi nell'attività quotidiana. «Sono felicissima che le aziende si impegnino per il benessere dei collaboratori.»
 

Perché lo yoga ha successo?

«Compensa ottimamente il nostro competitivo mondo del lavoro», spiega Andrina Tisi. L'ha notato soprattutto in Svizzera, più ancora che in Canada, altro paese in cui ha insegnato; gli svizzeri vogliono fare tutto nel modo giusto, sono perfezionisti e spesso soggetti a forti pressioni in termini di rendimento. Racconta di non essere particolarmente incline al mondo delle sensazioni. «Ma è proprio quella la questione: molte persone non riescono più a sentirsi. Non sanno cosa fa bene a loro e al proprio corpo.» È ormai accertato che lo yoga ha effetti benefici anche sulla sfera emotiva e mentale che, a sua volta, migliora le prestazioni sportive. «Anche un campione come Roger Federer non sarebbe mai arrivato dov'è senza un efficace training mentale», afferma con convinzione Andrina Tisi.

 

Una pausa per lo spirito e il corpo

Lo yoga influisce positivamente sulle capacità cognitive molto più di altre discipline sportive. Il Centro Nazionale per le Informazioni Biotecnologiche statunitense ha effettuato un confronto tra soggetti che avevano praticato yoga e aerobica. Gli scienziati hanno scoperto che, dopo lo yoga, i partecipanti all'esperimento riuscivano a concentrarsi meglio, rielaboravano le informazioni in tempi più rapidi ed erano in grado di memorizzare e rievocare fatti meglio rispetto a chi aveva seguito la lezione di aerobica. Nella quotidianità lavorativa lo yoga è un toccasana anche per il corpo: «La maggior parte delle persone che lavorano al computer ha i muscoli pettorali contratti e la classica postura a C», spiega. Lo yoga aiuta a distendere la gabbia toracica e ad aprire il cuore. «Chi ha una buona postura viene percepito diversamente nel mondo degli affari», sottolinea Andrina Tisi. «Un imprenditore che affronta il cliente con la schiena diritta o curva trasmette due tipi di energia ben diversi. Per me non vi sono dubbi: chi pratica yoga ha più successo nel lavoro.»

 

Cinque semplici esercizi per avere più successo nel lavoro

YOGA #1

Esercizio yoga per l'ufficio 1
Esercizio yoga per l'ufficio 1

In piedi davanti alla sedia, piegate leggermente le ginocchia e inclinatevi lentamente in avanti partendo dai fianchi. Appoggiate i gomiti sulla sedia e unite i palmi delle mani sopra la testa. Lasciate andare il torace e l'area del cuore verso il basso godendovi la sensazione di distensione.

YOGA #2

Esercizio yoga per l'ufficio 2
Esercizio yoga per l'ufficio 2

Mettetevi davanti alla sedia, piegate leggermente le ginocchia e flettetevi lentamente in avanti dall'altezza dei fianchi in su. Appoggiate i gomiti sulla sedia e riunite i palmi delle mani sulla testa. Abbassare la gabbia toracica e la parte cardiaca verso il pavimento e godetevi l'allungamento.

YOGA #3

Esercizio yoga per l'ufficio 3
Esercizio yoga per l'ufficio 3

Sedetevi su una sedia e appoggiate i piedi sul pavimento. Incrociate le dita dietro la schiena, tenendo le braccia in basso e stendete lentamente le braccia dietro di voi. Fate attenzione a non inarcarvi o ingobbirvi, ma tenete le spalle ben dritte. Queste ultime restano rilassate. Per rendere più intenso l'esercizio potete guardare verso il basso.

YOGA #4

Esercizio yoga per l'ufficio 4
Esercizio yoga per l'ufficio 4

Restando seduti sulla sedia, abbracciate con il braccio destro la spalliera ed eseguite una lenta rotazione. Sedete stando ben diritti e sentite come la colonna vertebrale si estende per tutta la sua lunghezza. Godetevi questa posizione per un paio di respiri e poi cambiate lato.

YOGA #5

Esercizio yoga per l'ufficio 5
Esercizio yoga per l'ufficio 5

Posizionatevi davanti a un tavolo e cingete l'angolo del tavolo. Arretrate lentamente in modo che la parte superiore del corpo sia parallela al terreno. Le braccia sono tese e i piedi aperti alla stessa larghezza dei fianchi. Potete restare in questa posizione oppure allontanare ulteriormente i piedi. Piegate leggermente le ginocchia in modo da sentire ancora meglio l'allungamento della schiena.