Raiffeisen Purchasing Manager Index delle PMI

PMI svizzere – La fine del lockdown dà un barlume di speranza

Stampa

Dopo l'ampio allentamento del lockdown le PMI valutano la propria situazione commerciale migliore rispetto al mese precedente. In giugno il PMI Raiffeisen delle piccole e medie imprese è salito di conseguenza oltre i 50 punti. Ciò non significa però che la crisi è già superata. Le perdite accusate finora sono ingenti e le prospettive restano incerte.
 

«L'attività commerciale registra un lento incremento in generale, ma è tuttora ben lungi dal livello precedente al corona», afferma il direttore di una grande PMI dell'industria tipografica nella regione bassa di Basilea Campagna e descrive così in maniera appropriata l'attuale situazione congiunturale dell'industria svizzera. Il rilancio dell'economia svizzera ha acquisito slancio, come segnalato nel PMI Raiffeisen che è salito a giugno da 37.4 a 53.3 punti. L'indice PMI indica se la stima delle imprese interpellate è migliorata rispetto al mese precedente (valore dell'indice superiore a 50 punti) oppure peggiorata (valore dell'indice inferiore a 50). In giugno l'attività commerciale delle PMI è quindi incrementata per la prima volta dalla crisi del corona - e per la prima volta quest'anno. La ripresa dal basso livello non sorprende considerata la fine del lockdown, ma ciò non significa però che la crisi è già superata, dato che le perdite degli ultimi mesi sono state ingenti. Inoltre, le restrizioni tuttora vigenti come pure la riluttanza dei clienti seguitano a rallentare l'attività commerciale. L'aumento oltre la soglia di espansione dei 50 punti registrato dai sottoelementi dell'indice PMI ordinativi, produzione e occupazione rappresenta pertanto soltanto un barlume di speranza. «Speriamo che il coronavirus sia superato e che si faccia ritorno alla normalità», commenta il direttore di un fabbricante di materiale sintetico della regione di Winterthur ed esprime così chiaramente quanto incerte siano tuttora le prospettive.

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – giugno 2020 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – giugno 2020 ­ destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

 

PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (II)

  Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno
Indice globale
45.3 41.4 30.6 37.4 53.3
Ordinativi 46.8 34.1 23.8 33.1 55.7
Produzione
43.5 37.7 20.0 34.3 56.4
Occupazione
41.8 43.8 26.8 34.8 52.9
Tempi di consegna 47.5 52.4 58.2 51.7 47.1
Scorte di acquisti
48.7 50.6 43.6 41.7 48.3


50 = sogila di crescita

Non perdetevi più alcuna stima congiunturale, abbonatevi alla nostra newsletter mensile.

Ulteriori pubblicazioni della Raiffeisen Economic Research sono disponibili qui.  

 

L'esperto di economia Raiffeisen Domagoj Arapovic

Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera
Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera

Domagoj Arapovic ha studiato Economia all'Università di Zurigo. Ha poi lavorato dal 2007 al 2012 presso la Banca nazionale svizzera nell'Economic Research e nella Gestione dei rischi. Detiene dal 2011 il diploma di Chartered Financial Analyst, e dal 2013 è impiegato presso Raiffeisen Svizzera come Senior Economist.

Far parte dell'indicatore congiunturale (solo PMI industriali) e vincere CHF 5'000.– 

Siete una piccola o media impresa attiva nel settore industriale? Siamo alla ricerca di ulteriori PMI che compilino mensilmente un breve sondaggio (< 5 minuti). Partecipate subito a un'idea di successo: l'indicatore congiunturale è un importante indicatore che serve a riconoscere tempestivamente gli impulsi positivi o negativi del mercato.

Tra tutte le PMI industriali partecipanti sorteggeremo un premio in denaro di CHF 5'000.–. Riceverete inoltre tutti i risultati del sondaggio e delle analisi prima della loro pubblicazione.