Interviste e resoconti delle esperienze sul tema traffico dei pagamenti

Intervista a Daniel Hollenstein - «Il termine per il passaggio è scaduto – quali sono i prossimi passi? »

Stampa

Il 30 giugno 2018 è scaduto il termine per il passaggio a ISO 20022. Ora cosa succede? Questo cosa significa per le imprese che non hanno effettuato il passaggio per tempo? Troverete le risposte alle domande più importanti sull'armonizzazione del traffico dei pagamenti nell'intervista seguente.

Abbiamo chiesto a Daniel Hollenstein, responsabile Prodotti & Operations Clientela aziendale presso Raiffeisen Svizzera, di dirci quali sono le informazioni che gli imprenditori devono conoscere.

 

Signor Hollenstein, il 30 giugno 2018 la Svizzera ha effettuato il passaggio del traffico dei pagamenti a ISO 20022. Tutte le aziende sono riuscite a effettuare il passaggio?

Purtroppo no. Nonostante gli sforzi, non tutte le aziende sono riuscite a effettuare la conversione. Attualmente siamo però attivamente in contatto con questi clienti, affinché procedano alla migrazione il più presto possibile. 

 

Cosa succede con le PMI che non sono ancora passate al nuovo standard?

Per il momento Raiffeisen continua ad accettare file DTA. Tuttavia, poiché non è più possibile garantire una corretta elaborazione dei dati, raccomandiamo a queste aziende di realizzare con urgenza il passaggio del proprio software al nuovo formato ISO 20022.

 

Questo significa che la scadenza per la conversione è stata prorogata? O come va interpretata la situazione?

In linea di principio la scadenza non è stata prorogata per la piazza finanziaria svizzera. Tuttavia, il traffico dei pagamenti è di fondamentale importanza per ogni azienda. Ecco perché, con un progetto di simile portata, non è possibile «chiudere semplicemente il rubinetto» quando arriva il giorno di riferimento. Una conversione al 100% è però indispensabile affinché possano essere attuate le fasi successive dell'armonizzazione. Prossimamente Raiffeisen farà tutto il possibile per far sì che anche i restanti clienti realizzino il passaggio.

 

 

Ora come prosegue l'armonizzazione del traffico dei pagamenti?

La fase successiva dell'armonizzazione sarà nel corso del 2020 l'introduzione della fattura QR.

                              

Questo cosa significa per me come imprenditore? Cosa mi aspetta?

Non appena saranno pronte le specifiche definitive per la fattura QR, i produttori di software inizieranno a integrare la fattura QR nel proprio software. Alle imprese che stampano personalmente le polizze di versamento arancioni raccomandiamo di rimanere in stretto contatto con i propri partner di software per poter iniziare precocemente con i test e gli adeguamenti necessari.

A chi finora ha utilizzato le polizze di versamento rosse consigliamo vivamente di passare a un software che supporti la fattura QR – come p.e. la versione base gratuita di AbaNinja. Questa infatti consente l'elaborazione automatizzata. Viene meno la contabilizzazione manuale degli accrediti effettuati con polizze di versamento rosse. Sia che effettui pagamenti in contanti o trasferimenti, il cliente riceve sempre tutti i dati rilevanti del pagamento in forma elettronica. Tramite il software è quindi possibile anche automatizzare la contabilizzazione.

Con la fattura QR il cliente ha inoltre la possibilità di stampare personalmente la fattura QR in tutta semplicità. Non dovrà più aspettare la consegna di una polizza di versamento da parte della banca.

 

In che modo Raiffeisen supporta i propri clienti nel passaggio alla fattura QR?

Raiffeisen continua ad affiancare le imprese con un proprio team di specialisti per tutte le questioni specialistiche e tecniche relative al nuovo traffico dei pagamenti. Non esitate a contattarci.

Raiffeisen offre inoltre un aiuto pratico nella conversione, come p.e. la nostra banca test, con cui è già possibile testare l'offerta QR attualmente nota.

 

Daniel Hollenstein, Distribuzione traffico dei pagamenti Clientela aziendale
Daniel Hollenstein, Distribuzione traffico dei pagamenti Clientela aziendale

Quale Responsabile Prodotti & Operations Clientela aziendale presso Raiffeisen Svizzera, Daniel Hollenstein (49 anni) è responsabile anche della Distribuzione traffico dei pagamenti. Laureato in economia aziendale (HWV), ha svolto diversi corsi di perfezionamento, conseguendo fra l'altro un «Master of Advanced Studies in Finance» all'Università di Berna.