Libero passaggio: «parcheggiate» il vostro avere di vecchiaia in modo sicuro e ottimale

FAQ

Stampa

Quando posso prelevare averi di libero passaggio?

Dal momento che si tratta di un conto bloccato, i fondi possono essere versati solo nelle seguenti situazioni eccezionali:

  • Acquisto e costruzione di proprietà di abitazione a uso proprio
  • Ammortamento di un'ipoteca per proprietà di abitazione a uso proprio
  • Avvio di un'attività lucrativa indipendente
  • Prelievo di un'intera rendita d'invalidità (dell'AI) o in caso di incapacità al guadagno permanente
  • Espatrio definitivo dalla Svizzera (eccezione: emigrazione nell'area UE)
  • Riscatto nella cassa pensioni
  • Al più presto cinque anni prima o al massimo cinque anni dopo il raggiungimento dell'età AVS
  • In caso di decesso, il pagamento avviene in conformità con l'ordine dei beneficiari

 

Cosa succede in caso di decesso?

In caso di decesso del titolare del conto, per il pagamento del conto di libero passaggio occorre rispettare un ordine dei beneficiari, stabilito per legge. La legge dà al titolare del conto possibilità limitate di modificare l'ordine dei beneficiari.

  1. Ordine previsto per legge ai sensi della (OLP art. 15),
    Per superstiti secondo la LPP si intendono il coniuge o il partner registrato e i figli minorenni e i figli di età inferiore a 25 anni che studiano ancora. Si può definire più precisamente la parte spettante a ognuno. Anche le persone del 2° grado possono essere integrate in questo grado. Non si può escludere alcuna persona.
  2. Ne beneficiano le persone sostenute in misura considerevole o i partner di una convivenza 
    Le persone fisiche che la persona assicurata ha sostenuto in misura considerevole oppure la persona che ha convissuto ininterrottamente con questa durante i cinque anni precedenti il decesso o che deve provvedere al sostentamento di uno o più figli comuni. Le persone che sono state sostenute in misura considerevole hanno diritto alla prestazione di libero passaggio se il sostegno è avvenuto gratuitamente. Tra queste si devono intendere per esempio un genitore bisognoso di assistenza o una persona fisicamente/mentalmente disabile. Le persone riportate in questo grado possono essere inserite nel primo grado.
  3. Figli, genitori o fratelli e sorelle
    I figli che non soddisfano più i requisiti di cui alla LPP, hanno superato il 18° anno oppure il 25° anno di età se studiano. In questo grado non sono possibili modifiche.
  4. Altri eredi legittimi
    Gli altri eredi legittimi, ad esclusione degli enti pubblici. L'esclusione della collettività significa che in caso di un'eventuale dichiarazione di fallimento dopo il decesso del titolare del conto l'avere non confluisce nella massa fallimentare. In questo grado non sono possibili modifiche.

 

Posso avere più conti di libero passaggio?

In linea di massima è possibile avere più conti di libero passaggio. In caso di uscita dalla cassa pensioni, si deve richiedere una ripartizione dell'avere della cassa pensioni su due conti di libero passaggio.
 

È possibile rinviare il pagamento del conto di libero passaggio al momento del pensionamento?

Il contratto di libero passaggio termina al raggiungimento dell'età pensionabile ordinaria AVS. È tuttavia possibile rinviare il pagamento del conto di libero passaggio per 5 anni al massimo. Occorre considerare possibili regolamentazioni diverse a seconda del cantone. In questo periodo il conto può essere ritirato in qualsiasi momento.
 

Ho trovato di nuovo un posto di lavoro. Devo trasferire il mio conto di libero passaggio nella cassa pensioni del mio nuovo datore di lavoro?

Sì, conformemente alla legge sul libero passaggio, ogni collaboratore è tenuto ad apportare tutte le prestazioni di libero passaggio nella cassa pensioni del proprio datore di lavoro. È una scelta sensata: con la cassa pensioni si è meglio assicurati in caso di eventuali prestazioni a favore di invalidi o superstiti.
 

Devo indicare il mio conto di libero passaggio nella dichiarazione fiscale?

No, il conto di libero passaggio è un conto esente dall'imposta sulla sostanza. Pertanto non deve essere indicato nella dichiarazione fiscale.
 

Sono un lavoratore indipendente e non sono assicurato presso una cassa pensioni. Posso versare contributi volontari sul conto di libero passaggio presso Raiffeisen?

No, il regolamento della Fondazione Raiffeisen di libero passaggio non consente contributi volontari sul conto di libero passaggio. Sul conto di libero passaggio si possono trasferire solo fondi già vincolati del 2° pilastro, da una cassa pensioni, da un conto di libero passaggio o da una polizza di libero passaggio.
 

Sono previsti costi al pagamento del conto di libero passaggio?

In linea di massima il conto di libero passaggio viene tenuto gratuitamente. Fa eccezione il prelievo del conto di libero passaggio per la proprietà di abitazione ad uso proprio. La legge esige la registrazione di una restrizione del diritto di alienazione nell'Ufficio del registro fondiario in caso di un prelievo anticipato di fondi della cassa pensioni. Una tale registrazione nell'Ufficio del registro fondiario è soggetta al pagamento di tasse, per cui al momento del pagamento del conto vengono addebitati una tantum CHF 250.– per le spese amministrative. Anche questa tassa è una parte del pagamento e viene pertanto anch'essa dichiarata.
 

Perché c'è un preavviso di disdetta di 31 giorni al momento dell'estinzione dei conti di libero passaggio?

Le banche svizzere, secondo quanto stabilito dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), devono soddisfare elevati requisiti di liquidità. Per le banche rilevanti per il sistema, di cui fa parte anche Raiffeisen, questi requisiti valgono già a partire dal 1.1.2016. Per questo motivo, per i conti di libero passaggio è stato introdotto un preavviso di disdetta di 31 giorni.
 

Cosa accade con il mio conto di libero passaggio in caso di un eventuale divorzio?

I fondi della previdenza professionale obbligatoria, quindi anche il conto di libero passaggio, devono essere divisi a metà in caso di divorzio. Ciò riguarda però solo quella parte che è stata risparmiata durante il matrimonio.