Vendere correttamente un'azienda

Vendita dell'azienda in tempi record

Stampa

In realtà Erich Renggli, insieme a Raimund Staubli, Consulente presso il Raiffeisen Centro Imprenditoriale RCI, voleva sviluppare ulteriormente la sua azienda. Tuttavia si faceva sempre più evidente che Renggli avrebbe preso in considerazione un riorientamento personale. A un tratto ha iniziato a menzionare la vendita della sua impresa e, tra i suoi contatti, ha trovato presto un acquirente idoneo.

René Thoma, nuovo CEO e titolare di REWaG Feinmechanik AG

René Thoma, nuovo CEO e titolare di REWaG Feinmechanik AG.

 

Analisi della situazione nella discussione con l'imprenditore

Erich Renggli ha fondato l'azienda di produzione REWaG della Svizzera orientale oltre 19 anni fa. Poi si è rivolto a Raimund Staubli del Raiffeisen Centro Imprenditoriale RCI di Gossau per analizzare la situazione. Con il consulente dell'RCI ha valutato processi e procedure. Avevano già concordato le prime ottimizzazioni, quando Renggli accenna, come un fulmine a ciel sereno, alla possibilità di una vendita dell'azienda per prendere una nuova strada.

Da quel momento Staubli ha proceduto su due binari diversi: con l'aiuto di Business Broker AG si è messo alla ricerca di un acquirente adeguato, portando avanti allo stesso tempo il riorientamento della REWaG. Solo alcuni mesi più tardi davanti a lui era seduto un potenziale successore: anche René Thoma voleva per sé un riorientamento. E la REWaG gli è subito piaciuta. Poi le cose sono andate avanti rapidamente: la vendita si è conclusa in soli tre mesi.

 

Intervista a Raimund Staubli, consulente della vendita REWaG

Con la cessione o la vendita dell'azienda la successione è disciplinata, ma vi sono molte cose da definire ex novo, afferma Raimund Staubli. Nell'intervista spiega perché oggi è così difficile trovare un successore e a cosa bisogna prestare attenzione particolare nel processo di vendita.
 

In passato era più facile trovare un successore?

Raimund Staubli: A questa domanda non si può dare una risposta valida a livello generale. Certo è che oggi i mercati sono diventati più frenetici. Le aziende devono cambiare e svilupparsi continuamente. Ciò richiede oggi spesso competenze e mezzi finanziari diversi. Inoltre la cessione al figlio o alla figlia diventa sempre più difficile. E questi ultimi solo raramente hanno un grande interesse nel seguire le orme dei genitori e assumersi la responsabilità.
 

Oggi gli imprenditori fanno più fatica a lasciare?

R. S.: Non è quello che vedo io. Neanche in passato si lasciava volentieri ciò che si era costruito per una vita intera. Piuttosto vedo che i titolari di PMI lasciano ai loro figli la scelta se entrare o meno nell'azienda. E ciò comporta che questi ultimi magari decidono di intraprendere un'altra strada ed è quindi necessario vendere l'azienda all'esterno.
 

Ma arriviamo a parlare della soluzione di successione della REWaG che lei ha affiancato. Tutto è bene, quel che finisce bene?

R. S.: Con la vendita di un'azienda vengono disciplinate la successione e la cessione, ma niente di più. L'acquirente deve tenere conto degli sviluppi del mercato, deve eventualmente adeguare processi e responsabilità interni, e valutare possibili cambiamenti organizzativi e a livello di personale. Spesso tali cambiamenti fanno nascere tra i collaboratori la voglia di cambiamento. Quindi durante il processo di vendita è necessario prestare attenzione anche ai fattori umani.
 

La vendita dell'azienda si è conclusa in meno di tre mesi. Come è stato possibile?

R. S.: L'intero processo della successione naturalmente è stato un po' più lungo, circa sette mesi. Ma è comunque un periodo di tempo molto breve. Il caso della REWaG è stato atipico. Questo svolgimento estremamente rapido è stato possibile solo grazie al coinvolgimento di esperti competenti e di grande esperienza presso il RCI. Inoltre ha richiesto da tutte le parti un grande impegno e una collaborazione ottimale. Ci ha anche aiutati il fatto di poter negoziare alla pari con acquirente e venditore. Infatti comprendiamo le preoccupazioni, le difficoltà, i timori, le esigenze e i desideri di entrambe le parti.
 

Il nuovo capo come se la cava?

R. S.: Con orgoglio posso constatare che René Thoma insieme al suo team ha avviato un processo di sviluppo che ha già dato evidenti risultati. Dall'altra parte individuo molti temi e domande interessanti che mi forniscono preziosi input per i prossimi casi di successione.

Informazioni personali su Raimund Staubli

Raimund Staubli, consulente in materia di successione RCI
Raimund Staubli, consulente in materia di successione RCI

Raimund Staubli è consulente RCI presso il Raiffeisen Centro Imprenditoriale di Gossau. Per molti anni è stato amministratore nel settore del commercio e della lavorazione dell'acciaio e dei metalli. Inoltre ha maturato molta esperienza quale responsabile vendite a livello nazionale e internazionale.

 

Informazioni su REWaG Feinmechanik AG

La REWaG Feinmechanik AG
L'azienda è specializzata nella produzione di componenti di precisione sofisticatissimi con geometrie complesse.

La REWaG Feinmechanik AG è stata fondata nel 1999 come ditta individuale, trasformata in AG nel 2002 e venduta dal suo fondatore Erich Renggli all'attuale titolare René Thoma il 1° gennaio 2018. L'azienda conta 15 dipendenti su 3 turni e dispone di una stampante industriale 3D per i componenti metallici più piccoli di spessore sottile. L'azienda è specializzata nella produzione CNC/CAM di componenti di precisione sofisticatissimi con geometrie complesse per quantità fino a 500'000 pezzi (all'anno) e lavora materiali molto speciali come tungsteno, molibdeno e titanio. Rifornisce vari settori industriali come quello aeronautico e aerospaziale, la tecnologia medicale, l'industria ottica e l'orologeria. REWaG realizza circa il 20 % del suo fatturato all'estero, tra cui anche in Germania, Messico e Cina.