Prodotti d'investimento strutturati per investitori esperti

«Struttupedia» : l'ABC dei prodotti strutturati

Stampa

Nel mondo dei prodotti strutturati si fa un uso imperante di termini tecnici e in lingua straniera. Per rendere questo universo facilmente comprensibile non solo per gli investitori professionali ma anche per quelli privati, qui trovate una panoramica completa dei termini principali riguardanti i prodotti strutturati per gli investimenti di capitali.
 

Download opuscolo «L'ABC dei prodotti d’investimento strutturati»

Cos'è il prezzo di esercizio (strike)?

Il prezzo di esercizio di un prodotto strutturato determina a quale corso può essere acquistato (call) o venduto (put) il valore di base sottostante di un'opzione nel giorno di riferimento (data di esercizio). Nel diagramma payoff (profilo di pagamento) del prodotto strutturato, lo strike appare come flessione. Un diagramma payoff mostra il potenziale di utile e perdita del prodotto in caso di aumento o diminuzione del valore di base.

 

Barriera/Limite di corso

Con il termine barriera si identifica un limite di corso, o soglia. Nei prodotti strutturati, le barriere trovano applicazione laddove il superamento dei limiti di corso da parte di un valore di base sia legato a condizioni specifiche.

Cos'è un «basket»/paniere di strumenti d'investimento?

È un insieme di più valori di base, detto appunto «paniere» o «basket». Il prezzo del prodotto varia a seconda dei corsi dei valori di base presenti nel paniere. Spesso in un basket vengono riuniti valori di base dello stesso settore.

 

Che cos'è il valore di base?

Il valore di base è lo strumento finanziario a cui fa riferimento un prodotto strutturato. Il movimento del corso del valore di base è il più importante fattore d'influenza per il movimento del corso del prodotto strutturato. Come valori di base sono presi in considerazione ad esempio azioni, panieri azionari (basket), indici, valute, materie prime o strumenti su interessi.

 

Cosa si intende per reddito bonus?

Il bonus, detto anche reddito bonus, indica il livello di possibile rendimento di un certificato bonus (capped). Il bonus di solito è determinato all'emissione.

 

Bonus level

Il bonus level corrisponde allo strike di un certificato bonus. Esso indica l'importo minimo ricevuto dall'investitore, se la barriera non è mai stata violata.

 

Rendimento bonus

Il rendimento bonus mostra il rendimento reso possibile dal bonus. Esso corrisponde all'emissione all'incirca al rendimento laterale. Se però il corso del certificato sale oltre lo strike, a differenza del rendimento laterale, il segno volge al negativo.

 

Che differenza c'è tra clean pricing e dirty pricing?

Nel dirty pricing, gli interessi pro rata maturati sono già inclusi nel prezzo del prodotto. Al contrario, nel clean pricing gli interessi pro rata vengono indicati a parte.

 

Cosa si intende per cap?

I prodotti strutturati possono essere dotati di un cap, ossia di un tetto di rendimento che, da un lato, limita il potenziale di guadagno dell'investitore a un importo massimo fisso, ma dall'altro consente di avere condizioni più vantaggiose del prodotto. Il motivo è che di solito i prodotti dotati di cap vengono venduti con una riduzione di prezzo sul valore di base.

 

Cosa sono i derivati?

I derivati sono contratti finanziari il cui valore si ricava dal prezzo di un valore di base. Questi cosiddetti valori di base sono soggetti alle variazioni dei prezzi di mercato. I derivati consentono di disgiungere questi rischi dei prezzi di mercato dal valore di base e di negoziarli separatamente.

I derivati possono essere suddivisi essenzialmente in due gruppi: operazioni a termine non condizionali (future, forward, ecc.) e condizionali (opzioni). Fanno parte dei cosiddetti derivati cartolarizzati i warrant (certificati di opzione) e i prodotti strutturati.

 

Che cos'è un emittente o un garante?

Per emittente si intende l'editore di un prodotto strutturato. Il garante del prodotto strutturato risponde del rimborso del prodotto stesso. Nella maggior parte dei casi emittente e garante sono il medesimo soggetto.

Cosa significa «mercato primario»?

Il mercato primario, detto anche mercato di emissione, include la prima emissione di titoli. L'investitore sottoscrive, o acquista, strumenti d'investimento durante il periodo di sottoscrizione direttamente dall'emittente.

 

Cosa significa «Quanto»?

Chi investe in prodotti strutturati contenenti valori di base quotati presso una borsa estera, e quindi in valuta estera anziché in valuta locale, si assume un certo rischio di cambio. I prodotti con cosiddetta «opzione Quanto» eliminano questo rischio perché sono dotati di una copertura valutaria integrata.

Tuttavia, chi sceglie l'opzione Quanto non può più beneficiare dei possibili guadagni valutari.

 

Cosa si intende per «avversione al rischio»?

Spiegazione intuitiva

Il dispiacere di perdere un franco è maggiore della gioia di guadagnarne uno.

Nel processo decisionale, il rischio di possibili perdite patrimoniali pesa di più della prospettiva di possibili guadagni patrimoniali.

 

Spiegazione scientifica

  • Come insegna la teoria della scelta razionale, non è determinante il rapporto guadagno/perdita (in CHF), bensì l'utilità o il vantaggio che ne deriva.
  • In base a ciò, gli operatori di mercato con una certa avversione al rischio prediligono un guadagno quanto più possibile sicuro, seppure inferiore al valore statistico atteso.
  • L'equivalente certo (CHF 40) è sempre inferiore al valore statistico atteso (CHF 50).
  • Il premio di rischio corrisponde alla differenza tra il valore atteso e l'equivalente certo e, per un operatore di mercato con avversità al rischio, è sempre positivo (CHF 10).

 

Avversione al rischio e protezione del capitale

  • Tecnicamente, «avversione al rischio» indica il calo dell'utilità marginale di una quantità di denaro supplementare.
  • Maggiore è l'avversione al rischio, maggiore sarà la protezione del capitale da scegliere.

 

Cosa si intende per «mercato secondario»?

Per mercato secondario si intende il mercato di negoziazione tra la liberazione e la scadenza del prodotto. L'emittente, fissando i corsi, garantisce un mercato liquido.

 

Qual è la differenza tra soft call e hard call?

Hard Call

Il verificarsi di uno scenario definito nel termsheet determina un rimborso anticipato del prodotto (ad esempio triggered auto-call).

Soft Call

L'emittente ha la possibilità di rimborsare anticipatamente il prodotto in determinate date, senza doverne rendere noti i motivi.

 

Che cos'è il numero di valore ovvero il numero di identificazione di un titolo?

Il numero di valore è il numero assegnato a ogni titolo presso la borsa svizzera per il suo riconoscimento. Il numero di valore è composto da un numero a 5-7 cifre.

Il pendant del numero di valore in Svizzera è il numero di identificazione dei titoli in Germania.

 

Numero ISIN

Per poter identificare in modo semplice gli strumenti d'investimento viene loro assegnato un numero ISIN composto da 10 cifre. Il significato è lo stesso del numero di valore

 

Cosa si intende per «periodo di sottoscrizione»?

Il periodo di sottoscrizione è il lasso di tempo in cui è possibile sottoscrivere nuovi titoli che arrivano sul mercato, come azioni, obbligazioni e anche prodotti strutturati, prima della negoziazione di borsa a un prezzo stabilito. Il periodo di sottoscrizione viene stabilito dall'emittente e, a seconda delle condizioni di emissione, può essere terminato anticipatamente (in caso di sottoscrizione eccedente) o prolungato (opzione di over-allotment).

Con le necessarie competenze specialistiche e una consulenza chiara e comprensibile, otterrete le soluzioni d'investimento più adatte a soddisfare i vostri desideri e obiettivi.

Il contenuto è stato allestito in collaborazione con ASPS.