Raiffeisen Rio – L'app per investire in tutta semplicità

Temi prioritari

Stampa

I nostri esperti vi mettono a disposizione una selezione di temi d'investimento, ma la scelta spetta interamente a voi – su cosa puntate?

 

Futura Green Energy – focus sull'energia sostenibile

Il fabbisogno energetico continua ad aumentare in tutto il mondo. Per garantire la copertura della domanda e soddisfare le aspettative politiche riguardo al cambiamento climatico, le energie rinnovabili sono più che mai in primo piano.

Futura Green Energy

Lo sviluppo nel consumo di elettricità conosce praticamente una sola direzione: verso l'alto. Il consumo globale di energia previsto passerà da circa 19'000 TWh (terawattora) del 2012 a circa 37'000 TWh nel 2050, il che equivale a un aumento di oltre il 90%. Oltre a un leggero aumento generale della domanda, saranno soprattutto la climatizzazione e i veicoli elettrici, che stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore, a far aumentare il consumo di energia a lungo termine. Da uno sguardo allo sviluppo geograficamente diverso del fabbisogno energetico si evince che, in particolare i paesi emergenti come la Cina e l'India, attraverso la loro espansione economica e demografica, sono un motore di crescita decisivo nel consumo globale di energia elettrica.

 

La quota di energia prodotta in modo sostenibile sta aumentando

La copertura dell'elevato consumo energetico richiede un enorme ampliamento delle capacità energetiche. Ci si aspetta che queste si estenderanno a un livello di oltre 20'000 GW (gigawatt) entro il 2050, che equivale a un aumento di oltre 13'000 GW nel 2019. Nello stesso periodo, la quota delle energie rinnovabili nella produzione energetica, tra le quali il solare, l'eolico e l'idroelettrico, secondo le previsioni dovrebbe salire a circa il 69%. Entro il 2030, l'energia solare ed eolica dovrebbero già fornire circa il 37% dell'elettricità mondiale (quota 2019: 17%), mentre nei prossimi 30 anni la produzione di elettricità da queste fonti dovrebbe addirittura decuplicare, alimentata in particolare dai costi più bassi.

Mentre nel 2019 circa il 62% della produzione di energia proveniva ancora da fonti di energia fossile come carbone, petrolio e gas naturale, in futuro domineranno le alternative più ecologiche. La quota di fonti di energia fossile nella produzione di elettricità dovrebbe continuare a diminuire nel tempo, raggiungendo solo circa il 24% nel 2050.

 

Necessari investimenti enormi

Il suddetto ampliamento delle capacità energetiche richiede enormi investimenti. Entro il 2050, si prevede di investire circa 15.1 bilioni di dollari in nuove capacità elettriche, di cui il 92% nella capacità di generazione e l'8% nello stoccaggio. Circa 11 bilioni di dollari, ossia il 73% di questo investimento, confluiranno in energie rinnovabili, con l'energia eolica (con 5.9 bilioni di dollari) e il fotovoltaico (con 4.2 bilioni) a farla da padroni. Circa il 45% degli investimenti previsti è destinato all'area Asia-Pacifico. Gli investimenti europei e americani ammontano rispettivamente a circa 2.2 e 2.4 bilioni di dollari. Anche l'aumento dell'efficienza, l'ottimizzazione delle modalità di stoccaggio e l'ampliamento delle infrastrutture sono strategie chiave. Per esempio, le dispersioni in fase di conversione saranno probabilmente ridotte in modo significativo dall'ampliamento delle energie rinnovabili con una maggiore efficienza energetica, mentre il consumo generale potrà essere fortemente influenzato dall'introduzione di prodotti più efficienti, specialmente nel settore immobiliare.

Uno dei principali fattori di stimolo di tutte le tendenze menzionate è il cambiamento delle condizioni quadro, e questo a diversi livelli politici. Il Green Deal europeo, che mira a raggiungere la neutralità climatica nell'UE entro il 2050, è solo uno degli esempi con una forte influenza sugli sviluppi futuri nel campo della produzione di energia.

 

Indice sostenibile e diversificato

Il tema prioritari è implementato attraverso un Certificato Tracker sul «Futura Green Energy-Index» e offre l'opportunità di approfittare degli sviluppi relativi a quest'ambito tematico. Questo indice diversificato investe principalmente in imprese operanti in diversi sottosettori negli ambiti dell'energia e dell'approvvigionamento. La selezione è limitata ai titoli che, sulla base di un'analisi indipendente della sostenibilità, sono considerati investibili.

 

Scaricate subito Raiffeisen Rio e iniziate in tutta semplicità!

 

 

eSport – molto più di un semplice gioco

In passato una derisa nicchia per nerd, oggi un mercato internazionale con un fatturato di diversi miliardi: benvenuti nel mondo dell'eSport. Questa nuova forma di sport appassiona milioni di persone in tutto il mondo e continua a crescere in modo inarrestabile.

eSport – molto più di un semplice gioco

Dotati di controller e dita agili, i professionisti dell'eSport si affrontano in vere e proprie competizioni. Gli Intel Extreme Masters 2018, un evento di cinque giorni, ha attirato circa 169'000 fan. Il numero degli spettatori è a volte nettamente superiore a quello dei grandi campionati degli sport tradizionali noti in tutto il mondo. Gli eventi di e-Sport attirano ormai più pubblico dei famosi campionati statunitensi di hockey o di baseball. Il numero di persone che in tutto il mondo segue regolarmente i gamer professionisti, soprattutto attraverso piattaforme di streaming online, viene stimato a oltre 400 milioni, con tendenza in aumento.

 

Anche i mercati vogliono partecipare

I millennial sono un gruppo target molto ambito per chi lavora nel settore pubblicitario. In particolare i giovani uomini di età compresa tra i 18 e i 30 anni sono difficili da raggiungere con i messaggi pubblicitari. La televisione tradizionale e la pubblicità in TV sono per loro praticamente sconosciute e nel mondo digitale si proteggono con gli ad-blocker. Con gli eSport per le aziende si apre una porta per raggiungere questo gruppo target. Lo sponsoring, la commercializzazione e l'organizzazione di eventi dovrebbero pertanto diventare un ulteriore fattore di stimolo del fatturato del settore dell'eSport.

 

Gli eSport come sport di massa

Tuttavia i grandi guadagni non si realizzano con le persone che osservano affascinate i professionisti, bensì con chi gioca mentre è in giro o a casa, quindi con i giocatori dilettanti. Da alcuni anni anche in Europa centrale sono state fondate sempre più associazioni di sport di massa, i cui soci si impegnano anche nelle competizioni.

Uno dei game più diffusi a livello mondiale è Fortnite. 350 milioni di giocatori sono regolarmente online per confrontarsi reciprocamente in battaglie di pixel. Il gioco è accessibile gratuitamente per ogni utente. Con i cosiddetti acquisti «in-game» i giocatori possono configurare il proprio avatar con un look individuale, senza alcun vantaggio nel gioco. In questo modo i produttori del gioco creano non solo singoli game, bensì intere piattaforme per soddisfare i diversi desideri dei giocatori e nel contempo far suonare le proprie casse. Secondo la società di indagini di mercato Newzoo, nel 2020 è stato generato un fatturato mondiale di circa 160 miliardi di dollari, che corrisponde a un aumento del 9.3% rispetto all'esercizio precedente.

 

Portafoglio ampiamente diversificato

Il portafoglio è composto da titoli di aziende attive nei settori della produzione di software, del broadcast e dello streaming nonché delle attrezzature da game. Per quanto riguarda il metodo dei Global Quality Achiever, noi ci assicuriamo che le aziende rientrino nel segmento di qualità sulla base delle loro condizioni finanziarie. La selezione da parte dei nostri esperti in investimenti viene effettuata sulla base di criteri quantitativi e qualitativi. Ed infine, prendiamo in considerazione anche la gaming community, la cui opinione e le cui revisioni hanno un notevole influsso sulle aziende nel settore degli eSport e del gaming.

 


Digitalizzazione – il cambiamento continua

Con un vantaggio tecnologico e nuove offerte di servizi, le aziende innovative e dinamiche affrontano con successo le mutevoli esigenze dei consumatori. Le nuove aziende spesso mettono sotto forte pressione altri operatori di mercato consolidati.

Digitalizzazione – il cambiamento continua

Questo tipo di rottura non è in alcun modo una novità solo di oggi. Nuove macchine o tecniche hanno da sempre sostituito ciò che era vecchio, lento e faticoso. Così, il telegramma, la fotografia analogica e le videoteche hanno condiviso lo stesso destino.

 

La digitalizzazione fa da amplificatore

Nel mondo digitale, la rottura avviene molto più rapidamente e più drasticamente rispetto al passato. Inoltre, ci troviamo nella fase iniziale di notevoli cambiamenti tecnologici in molti settori dell'economia. Entrambi questi fattori fanno della rottura una tendenza di lungo termine, che apre nuovi mercati, si stacca dall'esistente e cambia le modalità di funzionamento dell'economia mondiale. Dalle auto senza conducente alla sanità, passando per i viaggi: gli investitori e i consumatori hanno assistito a una rivoluzione nelle tipologie e nei modi di fare affari a livello mondiale.

 

Spesso sottovalutate, fino a quando è troppo tardi

I protagonisti della rottura sono aziende invasive, innovative e frenetiche che si concentrano sullo sviluppo di tecnologie, prodotti o servizi del tutto nuovi. L'esempio più noto è Amazon, che provoca una rottura con tutti i commerci che sfiora. L'azienda o il mercato vengono sconvolti, ma non subito. Si tratta piuttosto di un processo. Inizialmente le aziende di questa concorrenza sono piccole e innocue e spesso le aziende consolidate le scoprono quando ormai è davvero troppo tardi.

 

Disturbare, distruggere, ricreare

Realtà recenti come Airbnb, Uber, Dropbox o Spotify hanno reagito alle nuove esigenze dei consumatori a livello globale e turbato interi settori con tecnologie relativamente semplici. La loro crescita è stata favorita da diversi fattori, quali l'aumento esponenziale degli utenti online mondiali, l'incremento delle piattaforme aperte e connesse digitalmente e, soprattutto, la scalabilità globale.

 

I distruttori principali: Millennial

Se in passato il trend dei consumi è stato condizionato dalla generazione del dopoguerra, ovvero i cosiddetti baby boomer, oggi è influenzato in maniera crescente dai millenial. Globalmente, i millenial sono circa il 27% della popolazione. Senza i giovani adulti pronti a sperimentare ed esperti digitali, la comparsa di aziende come Uber, Amazon o Netflix si sarebbe fatta aspettare ancora a lungo.

 

Beneficiari della digitalizzazione

La strategia della gestione del fondo mira a selezionare attivamente aziende che approfittano del rapido progresso tecnologico, del cambiamento demografico e delle diverse preferenze dei consumatori, rivolgendosi conseguentemente a nuovi mercati e gruppi di clienti.

 


Imprenditori – un atteggiamento accorto conviene

Le aziende familiari, a seconda delle definizioni, costituiscono circa un terzo delle aziende quotate in borsa in Europa e negli Stati Uniti e questo dato è ancora sottostimato relativamente alla loro importanza per l'economia complessiva. Le azioni di molte aziende familiari non sono affatto quotate in borsa, ma rimangono – in alcuni casi per generazioni – in possesso della famiglia. Storicamente, tuttavia, un investimento in aziende familiari è molto interessante per gli investitori.

Imprenditori – un atteggiamento accorto conviene

Secondo una valutazione storica, le aziende controllate da una famiglia tendono ad avere migliori risultati in borsa rispetto al mercato complessivo. Un'analisi ha individuato tre fattori chiave che, se osservati in dettaglio, si rivelano correlati tra loro:

  1. La voce determinante della famiglia: in qualità di maggiore azionario, la famiglia può garantire che il management rappresenti gli interessi dei titolari nel lungo periodo. In altre parole, la strategia e la sua attuazione sono in sintonia.
  2. Strategia aziendale a lungo termine: le aziende controllate da una famiglia sono meno soggette a progetti di breve termine rispetto al caso delle aziende con gruppi azionari fortemente frammentati, che possono rapidamente innervosirsi se gli investimenti a lungo termine hanno effetti negativi sui proventi a breve termine.
  3. Forte legame con il core business: i membri della famiglia attivi in azienda sono fortemente legati al core business. Tendono a non sfruttare troppo l'azienda e si ritraggono davanti all'idea di entrare in campi di attività meno noti, preferendo piuttosto reinvestire gli utili.

 

Le opportunità prevalgono

I due lati della medaglia. Quando subentrano lotte di potere tra i titolari o conflitti sul cambio generazionale, anche un'azienda familiare può avere difficoltà. Il forte legame con il core business può trasformarsi in un grande rischio se il campo di attività entra in crisi. Questa situazione è però circoscritta sempre a singole aziende. Un impegno ampiamente distribuito permette di diversificare tale rischio.

Complessivamente, le caratteristiche sostanziali che portano un'azienda al successo duraturo spesso sono, nel caso delle aziende familiari, fortemente radicate di generazione in generazione. Questa conclusione può aprire interessanti possibilità di investimento a livello mondiale e indipendentemente dai settori.

 

Al timone le famiglie fondatrici

Il portafoglio è composto da titoli di imprese familiari, nelle quali le famiglie fondatrici possiedono almeno il 15% del diritto di voto e hanno il controllo o influiscono in misura determinante sull'orientamento aziendale e sulla strategia di lungo periodo.

 


Dividendi – un'indispensabile componente del rendimento

Gli investitori in azioni conoscono la situazione: un anno caratterizzato da andamenti molto positivi dei corsi può essere seguito da un anno di alti e bassi, o anche negativo. Spesso gioie e dolori si susseguono rapidamente sui mercati azionari. Per questo motivo fonti di reddito stabili, come i dividendi, sono di grande importanza per gli investitori.

Dividendi – un’indispensabile componente del rendimento

Ci sono aziende che crescono rapidamente e hanno grande clamore mediatico per le loro innovazioni spettacolari, ma basta un po' di vento contrario sul mercato e cadono bruscamente a terra. Ce ne sono invece altre, che semplicemente lavorano bene, e da decenni gli highflyer dei loro dividendi si contraddistinguono grazie ad un modello aziendale solido e ad uno sviluppo aziendale sostenibile. Attuano una cauta gestione dei rischi e si orientano in base alle regole della buona gestione aziendale. Inoltre, operano tipicamente in mercati difensivi. Prodotti come l'elettricità, i medicinali, gli alimenti, i detersivi o i cosmetici sono sempre richiesti.

 

Distribuzione dei dividendi regolare e frequente

Tra le migliori della classe ci sono le aziende che hanno distribuito dividendi senza interruzioni nel corso di diversi anni, naturalmente sempre mantenendo riserve e fondi propri adeguati per il finanziamento delle operazioni aziendali. La costanza e la continuità della buona gestione aziendale si riflettono nei corsi azionari: la volatilità di questi titoli azionari è generalmente minore rispetto ad altri indici globali e quindi è più facilmente calcolabile. Inoltre, la storia insegna che le azioni con dividendi elevati superano meglio le turbolenze di eventuali crisi finanziarie globali. Anche i loro corsi sono crollati nel 2008 come per tutti gli altri titoli, ma molto meno di quelli dell'S&P 500. E anche durante la crisi da coronavirus all'inizio del 2020, le perdite di prezzo dei robusti titoli dei dividendi sono meno gravi di quelle degli indici globali. 

 

Nessuno spazio per la speculazione

Le strategie dei dividendi sono a lungo termine per natura. In genere fruttano un alto rendimento quando i dividendi vengono costantemente reinvestiti nei titoli. Tuttavia, si deve tenere conto del fatto che niente è impossibile. L'economia mondiale si trova in una fase transitoria. Per questo motivo, i nostri esperti seguono attentamente lo sviluppo aziendale dei nostri distributori di dividendi preferiti e tengono sotto controllo i fattori di rischio.

 


Azioni svizzere – il vantaggio di giocare in casa

Il mercato azionario svizzero è caratterizzato da una combinazione di fattori che lo rendono interessante per gli investitori: La struttura economica ampiamente diversificata, le finanze solide, l’elevata capacità di innovazione e la competitività, oltre a un eccellente sistema di istruzione costituiscono la base per un successo a lungo termine.

Azioni svizzere – il vantaggio di giocare in casa

Per un investimento azionario con base solida si predilige un'ampia scelta di aziende gestite in maniera affidabile e attive in settori promettenti. Una base di questo tipo dovrebbe permettere un'adeguata diversificazione, offrire rendimenti corrispondenti e consentire l'accesso a mercati internazionali in crescita. Il mercato azionario nazionale offre esattamente questo, quale specchio dell'economia svizzera che è innovativa e collegata a livello internazionale.

 

Il modello di successo svizzero

Una tradizione di corporate governance di alto livello e di stabilità istituzionale fin dagli inizi. Con ciò non ci si riferisce solo alle aziende prese singolarmente, ma alle condizioni quadro generali. Ad esempio, la politica svizzera non si muove con mosse azzardate o cambi improvvisi di direzione e i tribunali lavorano sobriamente e in maniera affidabile. Grande trasparenza e bassa corruzione vanno di pari passo.

Queste sono le fondamenta su cui crescono i gruppi aziendali che possono estendere le loro attività anche all'estero. Un solido sistema formativo e un'elevata qualità della vita fanno nascere nuovi talenti, nuove leve e nuovo capitale umano straniero, oggi tra i maggiori fattori produttivi. Ciò ha contribuito al successo mondiale di settori diversi (finanza, farmaceutica, industria di precisione) per quanto riguarda il know-how, la gestione aziendale o la ricerca. Ricavi costanti e bilanci solidi ne sono il risultato.

 

Il nostro vantaggio

Raiffeisen vanta nel mercato locale una lunga tradizione e un profondo radicamento. Grazie al fatto di essere strutturati come cooperativa, Raiffeisen è a contatto diretto con i titolari, permettendoci di capire senza difficoltà l'umore del mercato in qualsiasi momento. D'altro lato, quale cooperativa diamo molta importanza alla sostenibilità negli affari per i nostri clienti e altri gruppi di interesse. Riguardo al tema «Azioni svizzere» offriamo la possibilità di partecipare allo sviluppo sostenibile del mercato svizzero. In questo ci atteniamo ai seguenti principi:

  • Investimento diretto in aziende svizzere solide e proiettate verso il lungo termine
  • Processo strutturato dell'investimento sulla base di criteri quantitativi e qualitativi
  • Selezione attiva dei titoli per puntare a una performance migliore rispetto al mercato generale
  • Controllo sistematico dei risultati aziendali e delle attività operative

Concentrarsi sul mercato svizzero non significa però ritirarsi in una fortezza alpina protetta, ma piuttosto partecipare alle opportunità dell'economia mondiale poggiando su una base solida. Esattamente questo orientamento internazionale e l'ampia gamma di settori e gruppi mondiali rappresentati permettono un impegno diversificato e attivo, con aziende gestite in maniera affidabile e sostenibile.

 

Scaricate subito Raiffeisen Rio e iniziate in tutta semplicità!

 

 

Rischi derivanti dagli investimenti sui mercati finanziari (investimenti tematici)

Gli investimenti in temi specifici sui mercati finanziari internazionali sono legati a dei rischi. Il corso, il valore e il rendimento in particolare negli investimenti a tema specifico dipendono tra l'altro dall'andamento economico, dall'interesse globale per il tema stesso a livello di mercati finanziari internazionali e dal corso dei titoli sottostanti.

Come prestazione inclusa di Rio, le eventuali conseguenze di un'insolvenza del prodotto finanziario (rischio di perdita dell'emittente) sono ridotte attivamente. Vale a dire: in caso di insolvenza dell'emittente del titolo (emittente), un pegno depositato presso una parte terza indipendente (SIX Securities Services) vale come garanzia e copre gli impegni nei vostri confronti quali investitori.