• Modernizzare e risanare
  • Abitazione

Rimuovere la muffa in tre fasi

La muffa è un rivestimento fungino dal cattivo odore e antiestetico. Si può manifestare in diversi modi: da isolate alterazioni di colore fino a denso manto. Mentre le piccole macchie di muffa possono essere rimosse autonomamente, in caso di più ampie superfici si dovrebbe pensare a ricorrere a un risanamento professionale.

Per poter reagire correttamente alla formazione di muffa, si dovrebbe dapprima rilevarne le caratteristiche e l'entità nonché la portata del danno. Qui trovate le informazioni più importanti in merito a come e quando potete rimuovere la muffa voi stessi, quando è preferibile affidarsi a un professionista e in che modo potete prevenirne la formazione in futuro.

Come si procede in presenza di muffa?

 

Fase 1: definire il grado della formazione di muffa

Fase 2: rimuovere la muffa – cosa si può fare da soli, quando rivolgersi a un professionista

Fase 3: prevenire la riformazione

Buono a sapersi

Consigli per il risanamento autonomo

Si prega di osservare i seguenti punti:

  • Coprire gli oggetti nella stanza per proteggerli dalla sporcizia.
  • Durante i lavori tenere le porte chiuse e arieggiare regolarmente, dal momento che a seguito della pulizia si diffondono particelle nell'aria.
  • Non fumare, bere o mangiare in questo locale, poiché in tal modo sostanze nocive raggiungono le vie respiratorie e gli organi digestivi.

Download

I nostri consulenti alla clientela sono a vostra completa disposizione!

Trova articoli simili