• Vorsorgen
  • Private Vorsorge

Pianificazione della previdenza: soluzione con conto previdenza o fondo previdenziale?

Cosa preferite: effettuare versamenti su un conto del 2° o 3° pilastro oppure investire in un fondo previdenziale? Vi mostriamo la soluzione ottimale per la vostra previdenza.

Due possibilità: sicurezza o rischio?

Chi desidera pensare alla previdenza cerca generalmente la sicurezza e non il rischio. Su un conto previdenza i vostri averi del pilastro 3a  sono depositati al sicuro, con la garanzia che l'importo risparmiato si conserverà fino al pensionamento. In una situazione di bassi tassi di mercato con interessi sul conto previdenza 3a analogamente bassi, la crescita del patrimonio sarà anch'essa esigua.

Le cose vanno diversamente per i fondi previdenziali. Questi infatti sostengono la costituzione del patrimonio in maniera decisamente più solida. La partecipazione in titoli offre opportunità di rendimento, ma comporta anche dei rischi. In caso di correzioni dei corsi sul mercato dei capitali, le quote di fondi possono perdere valore.

In sintesi: chi non teme determinati rischi e desidera il rendimento, può scegliere il fondo previdenziale. Al contrario, chi rifugge il rischio può optare per un fondo previdenziale con una quota in titoli ridotta oppure per il conto, che non riserva rischi da correzioni dei corsi.

 

Il conto previdenza non protegge completamente dall'inflazione

Un conto previdenza o un conto di libero passaggio garantisce la conservazione degli averi versati, pur non proteggendoli completamente dall'inflazione. L'inflazione causa nel tempo la perdita di valore dell'avere sui conti, perché la remunerazione è inferiore all'inflazione stessa e il potere d'acquisto diminuisce. Già un tasso d'inflazione annuo del 2 per cento comporta che un avere in conto infruttifero di 100'000.– franchi dopo 40 anni non ne valga nemmeno la metà.

 

I fondi previdenziali offrono più opportunità che rischi

I fondi previdenziali offrono invece la possibilità di contrastare l'inflazione, sfruttando le opportunità di rendimento offerte dai mercati finanziari. Sarete voi a stabilire l'entità della quota azionaria nel fondo previdenziale e con essa i rischi che siete disposti a correre. Anche se investite prevalentemente in azioni, avrete poco da temere nel lungo periodo. Infatti, l'esperienza insegna che a lungo termine la Borsa ha praticamente sempre un andamento ascendente. Pertanto è consigliabile investire in fondi previdenziali prima possibile.

Inoltre i fondi previdenziali sono amministrati da gestori di fondi esperti, che ripartiscono il vostro capitale fra i titoli più vari, mantenendo i rischi circoscritti grazie all'ampia diversificazione.

 

L'orizzonte d'investimento è decisivo

È un dato di fatto che i fondi previdenziali non comportano necessariamente rischi maggiori rispetto a un conto previdenza o un conto di libero passaggio. Consigliamo di vincolare la decisione all'orizzonte d'investimento:

chi vuole disporre del proprio denaro a medio termine può scegliere un conto previdenza o un conto di libero passaggio. Se l'orizzonte d'investimento è limitato solo a pochi anni, le opportunità di rendimento dei fondi previdenziali sono relativamente ridotte.

Chi al contrario ha a disposizione dieci anni o più dovrebbe assolutamente sfruttare le elevate  opportunità di rendimento dei fondi previdenziali nel lungo periodo. Così, in seguito, si avranno maggiori mezzi per vivere.

Riassunto

Conto o fondo: quale soluzione è meglio per la vostra previdenza e quando?

Nel 2° e 3° pilastro esistono due opzioni: il conto previdenza o il fondo previdenziale. A seconda dell'orizzonte d'investimento si consiglia una delle due varianti.

  • Su un conto previdenza il vostro denaro viene conservato in sicurezza a medio termine: per esempio, se desiderate investire i vostri averi previdenziali o averi di libero passaggio in un'abitazione di proprietà o nella vostra indipendenza nel prossimo futuro.
  • I fondi previdenziali, basati su investimenti in titoli, vi consentiranno di costituire un patrimonio sul lungo periodo, fino al pensionamento.
  • Un fondo previdenziale conviene tanto più quanto più lungo è l'orizzonte d'investimento, in linea di massima dieci anni o più.