• Pensionsplanung
  • Vorsorgen

Come funziona il pensionamento anticipato

In pensione prima dei 65 anni: sembra allettante, ma è impegnativo sul piano finanziario. Tuttavia, con un'attenta pianificazione, il pensionamento anticipato è certamente un'opzione possibile.

1° pilastro (AVS) Riduzione delle prestazioni in caso di prelievo anticipato

La rendita AVS può essere percepita integralmente o solo parzialmente all'età di 63 anni*, cioè due anni prima del raggiungimento dell'età di riferimento. Un prelievo anticipato è possibile anche su base mensile. In entrambi i casi, la rendita in caso di prelievo anticipato viene ridotta. 

I contributi AVS devono essere versati fino al raggiungimento dell'età di riferimento, anche se le prestazioni AVS vengono percepite in anticipo. L'importo dei contributi dipende dal reddito di pensione e dal patrimonio attuale. Varia da CHF 514.– (minimo, al 2024) a CHF 25'700.– (massimo). 

Importante: rivolgetevi alla vostra filiale AVS e compilate il modulo di iscrizione per le persone che non esercitano un'attività lucrativa. Potrebbe non essere sufficiente, infatti, che il coniuge versi il cosiddetto doppio contributo minimo (CHF 1'028.–), in quanto la persona che non esercita un'attività lavorativa potrebbe dover pagare di più.

 

*Donne della generazione di transizione (nate tra il 1961 e il 1969) a partire dall'età di 62 anni

 

2° pilastro (cassa pensioni) Modelli individuali

Ogni cassa pensioni predispone i propri modelli di pensionamento anticipato. Un pensionamento anticipato nel 2° pilastro è possibile per legge non prima dei 58 anni di età. Le prestazioni della cassa pensioni decorrono immediatamente dopo la cessazione dell'attività lavorativa. Di conseguenza, il capitale di vecchiaia è inferiore rispetto al pensionamento ordinario. Inoltre, viene applicato un tasso di conversione più basso, poiché la rendita viene erogata per un periodo più lungo. La rendita ridotta può essere integrata con ulteriori riscatti nella cassa pensioni.

Alcune casse pensioni offrono una cosiddetta rendita transitoria, che funge da integrazione in caso di pensionamento anticipato, quando non vengono versati i contributi del 1° pilastro. Tuttavia, la struttura di questa pensione varia a seconda della cassa pensioni. Il vostro datore di lavoro può fornire un sostegno finanziario per il pensionamento anticipato, oppure potete prefinanziare una rendita transitoria versando ulteriori contributi al fondo pensione nel corso della vostra attività lavorativa.

 

3. pilastro (previdenza privata) Colmare le lacune di reddito

Nella maggior parte dei casi, le prestazioni del 1° e del 2° pilastro non sono sufficienti in caso di pensionamento anticipato. È quindi importante poter attingere ai risparmi, ad esempio dal pilastro 3a. Questi possono essere prelevati al massimo 5 anni prima del raggiungimento dell'età di riferimento, ossia a 60 anni. I pagamenti del pilastro 3a sono tassati separatamente dagli altri redditi, con un'aliquota speciale ridotta.

 

Suggerimenti per il pensionamento anticipato

Esistono molte soluzioni e combinazioni possibili del 1°, 2° e 3° pilastro. Per poter fare tutti i passi necessari per tempo, è bene tenere a mente i seguenti punti:

Riassunto

Pianificare il pensionamento anticipato

Per andare in pensione prima dell'età di riferimento, è essenziale disporre di un cuscinetto finanziario. È opportuno tenere presente i seguenti punti:

  • in caso di riscossione anticipata delle prestazioni AVS, queste vengono ridotte; inoltre dovrete continuare a versare il contributi AVS;
  • è possibile percepire gli averi della cassa pensioni non prima dei 58 anni e quelli del 3° pilastro a 60 anni; 
  • il reddito derivante dalla rendita è imponibile e le deduzioni fiscali precedenti potrebbero essere azzerate.

Avete domande sul pensionamento anticipato?

Trova articoli simili