La mia casa va in pensione insieme a me?

A 55 anni per molti il pensiero della pensione sembra ancora molto lontano. Tuttavia, ci si dovrebbe porre per tempo diverse domande sulla situazione abitativa dopo il pensionamento. Rimarrò nella mia abitazione primaria – e, se sì, per quanto tempo? Oppure un giorno prevedo di traslocare, vendere, affittare o cedere la mia attuale casa a un figlio?

La casa in cui sono cresciuti i propri figli è più di un semplice tetto sulla testa. Anche l'appartamento in proprietà in cui si sono trascorsi molti anni della propria vita è legato a innumerevoli ricordi indelebili. No, decidere di sostituire l'abitazione primaria con una «residenza per anziani» non è certo facile. 

Sono molti gli interrogativi. Rimanere nelle proprie quattro mura? E affrontare eventualmente una ristrutturazione? Oppure acquistare o prendere in affitto un appartamento più piccolo e più centrale? Vendere, affittare o cedere l'attuale proprietà nell'ambito della famiglia? Trovare le risposte a queste domande comporta un lungo e intenso processo decisionale. Ogni persona valuta diversamente la sua attuale situazione abitativa. Ciò che conta è che vi poniate la questione di come intendete vivere in futuro. Immaginate uno o più scenari possibili per il futuro. Parlate tempestivamente di questi scenari con la vostra Banca Raiffeisen e lasciate che questa vi illustri le vostre condizioni quadro e possibilità finanziarie. Prima lo fate, maggiore sarà il tempo a disposizione per sfruttare il vostro margine di manovra e per creare eventualmente i presupposti necessari per i vostri progetti.

 

Rimanere nella casa o nell'appartamento

Se il vostro auspicio è di rimanere ancora a lungo nel vostro immobile, dovreste subito sottoporlo a un controllo complessivo.

Che si tratti di una casa unifamiliare o di una proprietà per piani, l'elemento centrale è il calcolo degli investimenti da sostenere nel futuro prossimo e lontano. Ad esempio la tanto agognata ristrutturazione del bagno e della cucina per un maggiore piacere dell'abitare. Una modernizzazione energetica, come l’isolazione e la sostituzione degli infissi e del riscaldamento, consente un risparmio energetico e l'aumento del comfort abitativo. Soprattutto per il riscaldamento è importate valutare per tempo un'alternativa basata sulle energie rinnovabili, per non essere costretti, in caso di guasto, a ricorrere all'ultimo momento alla seconda scelta, perché c'è poco tempo o perché non sono disponibili i mezzi finanziari.

Non vanno dimenticati neanche eventuali adeguamenti che tengono conto delle esigenze che sorgono nella vecchiaia, come per es. locali senza barriere, pavimenti antiscivolo ecc.

Una volta ottenuto il quadro complessivo e chiarite le vostre esigenze, è possibile pianificare il fabbisogno di investimenti e discutere all'occorrenza il finanziamento con la Banca. È necessario effettuare un prelievo dalla cassa pensioni? Oppure si prevede di risparmiare preventivamente i mezzi necessari? Oppure l'aumento dell'ipoteca è un'ipotesi attuabile? La vostra Banca Raiffeisen sarà lieta di illustrarvi le vostre possibilità concrete.

Si pone inoltre la questione di quando rendere l'immobile «pronto» per la pensione. Procedere ai lavori prima del pensionamento offre notevoli vantaggi. Dato che il reddito è più elevato rispetto al periodo dopo il pensionamento, in caso di investimenti nell'abitazione primaria beneficiate di maggiori risparmi sulle imposte. Per lo stesso motivo è più semplice aumentare l'ipoteca prima dell'età pensionabile. E, non da ultimo, è più facile gestire un progetto di modernizzazione quando si è più giovani e, in tal modo, si gode già da prima di una casa ammodernata. 

 

Vendere la casa

Chi decide personalmente il momento di vendere casa e non è costretto a farlo all'improvviso, per motivi finanziari o di salute, non ha fretta e non è soggetto alla pressione sui prezzi. Può attendere finché non avrà trovato l'acquirente disposto a pagare l'importo richiesto. Il momento della vendita può essere deciso anche in funzione della situazione di mercato, il che può comportare un prezzo di vendita più elevato.

Una volta che si è optato per la vendita, incombono importanti lavori: lavori di manutenzione basilari nella casa e all'esterno, richiedere una stima del prezzo, allestire un dossier di vendita, commercializzare l'immobile, svolgere le visite fino alla stesura del contratto e alla consegna all'acquirente. 

Per consigli, liste di controllo e tutto ciò che dovete sapere sulla vendita di immobili, consultate la nostra Guida alla vendita

 

Vendere l'abitazione primaria in vista della pensione: Cosa perdo – cosa guadagno?

Se rimango nella casa... Se prevedo di traslocare...
...non sono costretto a rinunciare all'ambiente e al vicinato che mi è familiare ...posso integrarmi prima in un nuovo ambiente
...dovrei investire possibilmente prima del pensionamento in lavori di modernizzazione ...ho il tempo per trovare l'appartamento desiderato
...dovrò provvedere a modifiche costruttive che mi consentano di rimanervi in età avanzata ...il mio capitale non è più vincolato alla casa, pertanto posso realizzare altri desideri 
...dovrò prima o poi chiedere aiuto per la cura della casa e del giardino ...faccio tutto in autonomia, pertanto il trasloco mi rimane più facile che in età avanzata

Lasciare l'immobile ai discendenti

In passato era una consuetudine che i figli acquisissero la casa. Il fatto che i discendenti dimostrino sempre meno interesse è dovuto alla crescente mobilità così come alle esigenze della nuova generazione. Se tuttavia l'immobile può essere ceduto nell'ambito della famiglia, si pongono spesso complesse questioni legate alle successioni e al regime dei beni. Quali possibilità vi sono di cedere in vita la proprietà di abitazione ai discendenti e come evitare i confitti tra i futuri eredi, lo scoprirete qui.

Pianificare per il futuro

Secondo lo studio «Abitare in età avanzata» di Pro Senectute e Raiffeisen, la maggioranza degli svizzeri si pone i necessari interrogativi sulla futura situazione abitativa relativamente tardi – troppo a ridosso del momento del pensionamento e in un'età in cui difficilmente si potrà ottimizzare la base dei fondi propri per la proprietà di abitazione. Non è quindi mai troppo presto per tracciare preventivamente una rotta. Il colloquio di consulenza con la vostra Banca Raiffeisen è utile per poter fondare la vostra decisione su una solida base di calcolo. Lasciatevi assistere in questo importante processo decisionale di ampia portata e fissate oggi stesso un appuntamento di consulenza.