Le informazioni principali sulla formazione di muffa

È un ospite indesiderato in un appartamento svizzero su quattro-cinque: stiamo parlando della muffa. Che si tratti di piccole alterazioni di colore o di grandi macchie grigio-nere, a nessuno piace avere la muffa sulle proprie pareti domestiche. Ma come si forma la muffa e come la si può combattere?

La muffa si forma più frequentemente di quanto si pensi: in Svizzera ne è colpita quasi un'abitazione su cinque. Le cause sono molteplici. Tra i fattori principali vi sono l'elevata umidità dell'aria e le pareti fredde. Sono colpite dalla muffa soprattutto le stanze molto esposte all'umidità, quali ad esempio bagno o cucina. Qui trovate le informazioni principali sulla muffa e i consigli su ciò che potete fare nella vita di tutti i giorni per combattere questo sgradito fungo:  

 

Come si forma la muffa?

Le spore del fungo della muffa non si trovano solo per terra, ma anche nell'aria. Trasportate dal vento, esse entrano negli appartamenti. Di per sé ciò non costituisce un problema, a meno che le spore non incontrino umidità e pareti fredde: in questo caso la muffa trova le condizioni ideali per crescere.

L'umidità si forma nei locali per diversi motivi:

  • presenza delle persone – piante, doccia e cucina;
  • carenza di ventilazione e riscaldamento;
  • carenze edilizie come rivestimenti difettosi del tetto, crepe nel muro o tubi rotti.

Elemento decisivo per la formazione di muffa è, oltre all'elevata umidità, la temperatura dell'aria al di sopra della parete: se le pareti sono più fredde della temperatura del locale, anche l'aria al di sopra di esse è più fredda. L'aria fredda assorbe meno umidità di quella calda e la deposita. Ne consegue che la parete diventa dapprima umida e in seguito presenta formazioni di muffa.

 

Come si ravvisa la muffa?

Spesso la muffa non si ravvisa immediatamente. Essa comincia a formarsi con piccole macchie a malapena visibili. Al più tardi all'apparire dei seguenti segnali dovreste però procedere a un esame più attento:

  • Punti e macchie di colore nero, verdognolo o grigio sulle pareti e nelle fughe: queste aree crescono rapidamente, soprattutto in presenza delle condizioni sopra descritte – umidità e pareti fredde.
  • Aria dall'odore di marcio e putrido: se l'odore di marcio permane nell'abitazione anche dopo averlo arieggiato, ciò indica chiaramente la presenza di muffa. Controllate anche le aree dietro a armadi e mobili, dove la muffa si sviluppa spesso senza che la si noti.

 

Cosa si può fare contro la muffa?

Di regola la muffa va rimossa. Inoltre, si consiglia anche di accertare quali ne siano le cause. In caso contrario, a breve, essa torna a formarsi anche dopo essere stata rimossa in modo adeguato.

Se la muffa è diffusa su una vasta area dovreste assolutamente ricorrere a uno specialista e non effettuarne la rimozione voi stessi. In tal caso è infatti necessario eseguire un risanamento di tipo professionale. Maggiori informazioni sul tema Risanamento in caso di presenza di muffa su ampie aree sono disponibili qui.

✓ Tipp

Per informazioni dettagliate sulle condizioni e sul fabbisogno di risanamento del vostro immobile, RaiffeisenCasa consiglia la realizzazione di un CECE® Plus. In qualità di clienti beneficiari di un'ipoteca Raiffeisen usufruite di uno sconto di CHF 200 se fate realizzare un CECE® Plus entro il 31 dicembre 2019. Tutte le altre informazioni su CECE® Plus e sui vantaggi Member sono disponibili qui.

Di seguito, 5 consigli per prevenire la formazione di muffa:

5 consigli contro la muffa

1. Arieggiare correttamente: non limitarsi ad aprire parzialmente le finestre, bensì spalancarle e arieggiare in modo conseguente per brevi periodi.

2. Riscaldare per tempo: in questo modo le pareti non si raffreddano nemmeno nella stagione più fredda dell'anno.

3. Collocare i mobili a cinque-dieci centimetri dalla parete, in modo da consentire la circolazione dell'aria.

4. Dopo aver fatto la doccia o aver cucinato, eliminare l'umidità dai locali. Asciugare le aree, le fughe e le piastrelle umide con un panno o altro strumento adatto e ventilare i locali.

5. Potete controllare l'umidità dell'aria mediante un apposito dispositivo di misurazione, il cosiddetto igrometro. A partire da un grado di umidità dell'aria del 50 per cento può formarsi della muffa – a seconda dell'isolamento termico.

 

Potere trovare altri consigli e suggerimenti nella nostra lista di controllo. (PDF, 506.2KB)