Restare flessibili con il leasing per beni di investimento

Margine d'investimento grazie al leasing di macchinari

Stampa

«Prendere in leasing invece di acquistare» è l'imperativo del momento. Sempre più imprese prendono in leasing i loro macchinari invece di acquistarli. In virtù del fatto che i costi sono mensilmente ripartiti su un periodo più lungo, le imprese possono pianificare un budget realistico e impiegare la liquidità per lo sviluppo della loro attività.

 

Quante imprese svizzere usano il leasing?

La ricerca «Leasing for Growth» della Fachhochschule Nordwestschweiz (FHNW) e della BAK Basel Economics AG mostra che il leasing è sempre più apprezzato: già il 36 % delle imprese svizzere utilizza il leasing come strumento di finanziamento e il 6,5 % di tutti gli investimenti aziendali della Svizzera viene effettuato tramite leasing. Secondo l'Associazione svizzera delle società di leasing ASSL, nel 2020 il valore contabile di tutti i contratti di leasing commerciali in corso ammontava a CHF 12 miliardi. Complessivamente le aziende svizzere hanno preso in leasing nuovi beni per oltre CHF 5 miliardi, di cui Il 46 % del volume di nuovi affari proviene dall'industria.

Marc Hintermeister, responsabile Leasing presso Raiffeisen, conferma il trend: sempre più imprese si rivolgono a Raiffeisen per finanziare tramite leasing beni d'investimento mobili come impianti IT, intere linee di lavorazione o apparecchi medicali, al fine di disporre della loro liquidità per lo sviluppo dell'attività. Secondo Hintermeister, grazie all'automatizzazione il fabbisogno di investimento è aumentato: «Molte PMI devono investire nella loro attività per restare concorrenziali. Ciò riguarda sia le imprese biotech, che impiegano robot di alta precisione nella produzione, sia gli agricoltori che aumentano la loro produttività grazie all'impiego di robot per la mungitura.»

Prendere in leasing macchinari invece di acquistarli

Il leasing di macchinari apre alle aziende un margine d'investimento flessibile, riduce i costi del capitale e tutela la liquidità.

Il leasing di macchinari come possibilità di finanziamento alternativa

Per trovare la soluzione adatta all'impresa, il consulente bancario discute con il cliente delle diverse possibilità di finanziamento. Secondo Hintermeister, il leasing è un'allettante alternativa al credito in conto corrente o al prestito fisso – al fine di salvaguardare i fondi propri e i limiti di credito (capacità di indebitamento) dell'impresa grazie alla considerazione della copertura dell'oggetto sottostante. Raiffeisen offre leasing a partire da un volume di 15'000 franchi svizzeri.

Siete interessati? Parlate con il vostro consulente clientela aziendale o utilizzate il nostro formulario di contatto per una consulenza agli investimenti non vincolante.

A quali imprese conviene ricorrere al leasing di macchinari?

Il leasing beni di investimento è vantaggioso per tutte le imprese che investono in macchinari e attrezzature costose ma desiderano salvaguardare la loro liquidità o impiegare i fondi propri disponibili per altri piani strategici. Particolarmente interessante è il leasing per aziende con necessità di costi calcolabili per il periodo di finanziamento.

 

Per chi non è adatto il leasing?

Hintermeister spiega: «Un'impresa nella fase di avviamento ha spesso difficoltà con un impegno su più anni o con le necessarie garanzie. Poiché le rate di leasing devono essere pagate alla Banca anche in caso di cattivo andamento degli affari. L'impresa può infatti restituire l'oggetto in leasing nel corso della durata ma deve fare i conti con i costi di recesso.»

 

E cosa succede se l'oggetto in leasing viene danneggiato?

Secondo Hintermeister, ogni società di leasing svizzera richiede di default una copertura assicurativa sufficiente per l'intera durata del contratto. Se un oggetto preso in leasing dovesse subire un danno totale, l'assicurazione paga il danno direttamente alla società di leasing. Un'eventuale eccedenza dal finanziamento del leasing viene rimborsata al cliente.

 

Digressione: come funziona il leasing di macchinari?

Dal camion alla stampante 3D fino al tornio universale, oggi è possibile prendere a leasing praticamente tutti i macchinari. Il datore del leasing (di norma una banca) acquista e finanzia un oggetto di leasing (ad es. un veicolo commerciale o un macchinario) e lo affida al beneficiario del leasing (impresa) dietro un compenso di leasing concordato per l'utilizzo per una determinata durata. A differenza della vendita, il beneficiario del leasing non diventa proprietario legale dell'oggetto di leasing. Nel corso della durata del leasing, deve però provvedere lui stesso alla manutenzione dell'oggetto di leasing e assicurarlo contro il rischio. Alla scadenza del contratto un'impresa può acquistare l'oggetto di leasing a un prezzo definito precedentemente oppure prolungare il valore residuo concordato.

Un'altra forma di leasing è il Vendor-Leasing. In questo caso i commercianti offrono direttamente ai loro clienti, beni di investimento secondo il principio del modello di leasing. Con questo servizio supplementare in cooperazione con Raiffeisen, sia voi che i vostri clienti, potrete beneficiare del prodotto leasing. Sulla base del nostro esempio cliente per Simmler Baumaschinen scoprite come funziona nella pratica.