Conoscenze in materia d'investimenti spiegate in modo semplice

Pronti per i mercati volatili

I mercati finanziari sono ormai tornati ai livelli pre-crisi. L'umore del mercato è ottimista, ma il contesto rimane volatile dopo il turbolento ultimo anno d'investimento. Come si devono posizionare gli investitori per beneficiare delle opportunità attuali e continuare a perseguire coerentemente la loro strategia d'investimento a lungo termine?

L'atmosfera di crisi è da tempo svanita in borsa

I corsi azionari hanno recuperato in modo sorprendentemente rapido dopo il crollo delle borse a marzo 2020. «La politica monetaria espansiva delle banche centrali, i pacchetti di salvataggio statali e le speranze di una fine della pandemia sostengono favorevolmente i mercati finanziari», spiega Matthias Geissbühler, Responsabile Investimenti di Raiffeisen Svizzera.

Tuttavia, le incertezze rimangono: il nuovo lockdown frena la ripresa economica e l'indebitamento di Stati e imprese è in costante aumento. Diversi titoli hanno ormai una valutazione elevata, soprattutto le azioni tecnologiche. A Wall Street, i piccoli azionisti si sono recentemente opposti all'élite degli investitori – parola chiave GameStop. E con l'insediamento del nuovo Presidente americano Joe Biden, la situazione geopolitica sta cambiando.

È tempo di analizzare la situazione

In questo contesto incerto, è consigliabile fare un'analisi della situazione: «In vista della persistente elevata volatilità, gli investitori dovrebbero ora esaminare le opportunità e i rischi relativamente al loro portafoglio», afferma Matthias Geissbühler. Gli ultimi dodici mesi hanno evidenziato in cosa consiste tale analisi. I portafogli ben diversificati assorbono lo stress dei mercati molto meglio dei portafogli unilaterali. «Una buona diversificazione, in questo momento, è più importante che mai», sottolinea il Responsabile Investimenti di Raiffeisen.

Quanto sia importante un mix di investimenti equilibrato è evidenziato dalle differenze significative in termini di performance: i titoli delle aziende Tech o Medtech hanno guadagnato sensibilmente di valore. Anche molti investimenti sostenibili si sono dimostrati resistenti alla crisi. Per contro, le azioni dipendenti dalla congiuntura come quelle di compagnie aeree, imprese industriali e del tempo libero e le compagnie petrolifere hanno subito una flessione.

Evitare i grandi rischi

Attraverso un'analisi approfondita del portafoglio, si evidenziano i grandi rischi in determinate classi d'investimento e in diversi rami, settori o anche regioni. Al contempo, si possono attuare misure correttive e trovare integrazioni adeguate al portafoglio. «Considerando il crescente indebitamento societario, si dovrebbe puntare coerentemente sulla qualità, vale a dire sulle imprese con un bilancio sano», afferma Matthias Geissbühler.

Gli esperti in investimenti di Raiffeisen intravedono delle opportunità soprattutto nelle azioni che beneficiano del «Green Deal» dell'UE, i cui obiettivi, con il nuovo Presidente, sono di nuovo sostenuti anche dagli USA. Oltre ai pacchetti di salvataggio Covid-19 a breve termine, si stanno predisponendo relativi programmi infrastrutturali con un orizzonte a lungo termine. Questo stimola i titoli infrastrutturali e industriali del settore delle energie rinnovabili ed è, in linea di principio, a favore degli investimenti sostenibili.

L'oro e gli immobili rimangono valori sicuri

Sebbene le azioni siano attualmente spesso definite «prive di alternative», sarebbe estremamente rischioso investire l'intero patrimonio esclusivamente in questa classe d'investimento. Si tratta, piuttosto, di realizzare la massima diversificazione possibile in termini di classi d'investimento. I metalli preziosi, gli immobili e le obbligazioni hanno dimostrato ancora una volta il loro effetto stabilizzante durante i recenti crolli dei corsi sui mercati azionari.

In questo momento l'oro è un rifugio sicuro sotto due aspetti: se le speranze di un'imminente fine della pandemia dovessero essere deluse, il ruolo del metallo prezioso come porto sicuro sarà ulteriormente consolidato. Se riusciremo presto a tenere sotto controllo il coronavirus, e se l'economia reagirà rapidamente, l'oro sarà una buona protezione dall'inflazione. Quest'ultimo scenario non andrebbe sottovalutato, come sottolinea Matthias Geissbühler: «Ulteriori pacchetti di stimolo potrebbero rilanciare la crescita economica più rapidamente del previsto e quindi riportare all'inflazione. Tuttavia, il mercato ha finora completamente ignorato il rischio d'inflazione sul breve termine.»

Anche gli investimenti in immobili rimangono interessanti. Il mercato immobiliare è stato poco influenzato dalla crisi e sarà ulteriormente rafforzato dal perdurare dei bassi tassi d’interesse. «L'attenzione dovrebbe essere rivolta principalmente a stabili abitativi. Si evidenza poco potenziale rimasto negli immobili commerciali», afferma Geissbühler. Le opportunità sono offerte in particolare dai fondi immobiliari svizzeri, che nel 2020 hanno registrato un aumento di circa l'8 per cento. Con un rendimento distribuito del 2.4 per cento, hanno un premio di circa il 3 per cento rispetto ai titoli di Stato: vale quindi la pena continuare una relativa ridistribuzione nel portafoglio.

Il rebalancing riequilibra il portafoglio

Le forti oscillazioni dei corsi degli ultimi dodici mesi hanno lasciato tracce nei portafogli: a causa delle variazioni di valore dei diversi strumenti d'investimento e dei titoli azionari, la composizione spesso non corrisponde più all'asset allocation strategica perseguita. In questi casi è opportuno ricorrere a un rebalancing. Se, ad esempio, la percentuale nel portafoglio di azioni USA, immobiliari o oro è aumentata a causa di forti guadagni relativi ai prezzi, la quota può venire ripristinata nella proporzione desiderata tramite prese di beneficio in queste categorie e facendo acquisti in altre. «Il rebalancing costringe a investire in senso anticiclico. Questo genera possibilità di rendimento perché si è un passo avanti rispetto al mercato», fa notare Matthias Geissbühler.

Inoltre, i mercati volatili offrono la possibilità di sfruttare le opportunità tattiche. Per garantire che la strategia non si riveli un corsetto rigido, va fatta una distinzione tra asset allocation strategica e tattica. In questo contesto, l’asset allocation strategica del patrimonio stabilisce l'orientamento a lungo termine e definisce le fasce di applicazione per le singole categorie patrimoniali. All'interno di queste fasce di applicazione, coerentemente con il profilo di rischio, gli investitori possono reagire agli sviluppi di mercato a breve termine nell'ambito dell'asset allocation tattica. 

Adeguare gli investimenti alla pianificazione patrimoniale

Ciò che viene spesso dimenticato nella caccia alle opportunità è l'adeguamento della strategia d'investimento personale alla pianificazione della propria vita e del proprio patrimonio. Questa è una delle ragioni per cui ha senso una revisione del portafoglio in relazione al contesto di mercato e alla propria strategia d'investimento. Un check del patrimonio globale aiuta a chiarire le questioni seguenti:

  • la ripartizione del patrimonio e le soluzioni d'investimento sono ancora adatte alle mie esigenze e ai miei obiettivi?
  • I miei obiettivi d'investimento o il mio orizzonte d'investimento sono cambiati?
  • Il mio patrimonio è orientato in modo ottimale agli eventi futuri (ad es. pensionamento, acquisto di una casa, perfezionamento professionale)?
  • Quanta liquidità deve essere disponibile?
  • Come si è sviluppato il mio portafoglio? Considerando la situazione del mercato, i rendimenti sono soddisfacenti?
  • È necessario modificare la mia strategia d'investimento e la diversificazione?
  • I miei valori personali vengono presi in considerazione nei miei investimenti?

Un check del patrimonio gratuito e individuale presso Raiffeisen chiarisce queste questioni in un colloquio personale. I consulenti alla clientela di Raiffeisen analizzano il profilo di rischio e l'allocazione patrimoniale strategica, inclusi gli immobili, i finanziamenti, la pianificazione della liquidità e la previdenza. In un colloquio personale, viene verificato se gli investimenti coincidono con la propria strategia d'investimento e di previdenza. Durante il check del patrimonio si identificano insieme eventuali rischi, si discutono le opportunità e si valutano le possibilità di ottimizzazione. Questo dà agli investitori la sicurezza e la tranquillità che il loro patrimonio sia gestito al meglio, anche in tempi di mercati volatili.