Pianificare la previdenza

Certificato della cassa pensioni: come leggerlo e comprenderlo nel modo giusto

Stampa

L'avere di vecchiaia e le prestazioni della vostra Cassa pensioni sono una parte integrante essenziale della vostra previdenza per la vecchiaia. Come ciò si presenta ve lo mostra il vostro certificato della Cassa pensioni. Leggere e comprendere il certificato di previdenza è più semplice di quanto si pensi. E vale la pena dare uno sguardo approfondito a questo importante documento, perché si tratta di molto denaro, del proprio futuro e del bene dei propri cari. Quali temi vi interessano?

PK start
PK article 1

Posso permettermi un pensionamento anticipato?

Pensionamento anticipato *

Molte Casse pensioni consentono ai propri assicurati di riscuotere denaro sotto forma di pensione anticipata o di capitale già a partire dal 58° anno di età. Prima andate in pensione, più si riduce la vostra rendita di vecchiaia. Come regola empirica bisogna stimare una riduzione tra il 5 % e l'8 % per ogni anno di prelievo anticipato. Infatti: da un lato avete meno tempo per risparmiare capitale di vecchiaia nella Cassa pensioni e dall'altro diminuisce il tasso di conversione con cui viene calcolata la vostra rendita annuale dall’avere di vecchiaia disponibile. Per poter coprire il vostro fabbisogno, in caso di pensionamento anticipato, dovete dunque poter ricorrere a un patrimonio supplementare.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Prestazioni di vecchiaia (valori previsti)», «Prestazioni previdenziali» o «Prestazioni di vecchiaia previste»

Il consiglio del vostro esperto in materia di previdenza

Riflettete sui vostri desideri e obiettivi per la terza fase della vita al più tardi a partire dai 50 anni di età. Parlateci dei vostri piani e vi mostreremo come realizzarli al meglio.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK article 2

Posso mantenere il mio attuale tenore di vita in età avanzata?

Avere di vecchiaia *

I dati sulle prestazioni di vecchiaia previste sono previsioni – la relativa cifra nel vostro certificato della Cassa pensioni vi mostra quanto denaro in totale sarà a vostra disposizione, quando andrete in pensione. Nella stima dell'importo, la Cassa pensioni parte dal presupposto che fino al pensionamento guadagnerete esattamente quanto oggi. Moltiplicando l'avere di vecchiaia per il tasso di conversione del 6,8 % si ottiene la rendita di vecchiaia. Il tasso di conversione applicato dalla vostra Cassa pensioni può tuttavia essere inferiore rispetto al 6,8 % previsto per legge. Se dividete l'importo per dodici saprete quanto riceverete mensilmente dalla Cassa pensioni. Inoltre riceverete una rendita AVS che per la maggior parte delle persone ammonta a circa 2'000 franchi mensili. Riceverete inoltre una rendita AVS, che per la rendita individuale ammonta attualmente al massimo a 2'370 franchi mensili.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Prestazioni di vecchiaia (valori previsti)» o «Prestazioni di vecchiaia previste»

Il consiglio del vostro esperto in materia di previdenza

Per mantenere il vostro tenore di vita dovreste prevedere circa l'80 % del vostro reddito attuale. Se le vostre rendite sono inferiori a questa percentuale, c'è verosimilmente una lacuna previdenziale che dovreste colmare per tempo. La lacuna previdenziale si può calcolare molto semplicemente con il Radar previdenza Raiffeisen. A tale scopo, a seconda della situazione individuale, vi sono diversi strumenti e diverse opzioni. Scoprite le vostre possibilità nell'ambito di una consulenza personale.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK article 3

Cosa succede se non posso più lavorare?

Invalidità *

Con i vostri versamenti nella Cassa pensioni viene finanziata anche un'assicurazione per l'invalidità. Se ai sensi dell'assicurazione federale per l'invalidità (AI) diventate incapaci di guadagno in modo permanente, ricevete dalla Cassa pensioni una rendita d'invalidità e i vostri figli una rendita per figli di invalidi. La copertura assicurativa termina un mese dopo la risoluzione del rapporto di lavoro o al raggiungimento dell’età pensionabile AVS.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Prestazioni d'invalidità annue» o «Prestazioni in caso di invalidità»

Il consiglio del vostro esperto in materia di previdenza

Verificate se le rendite d'invalidità sono sufficienti a coprire le spese di sostentamento o se eventualmente è necessaria un'assicurazione supplementare. Le prestazioni sotto forma di rendita assicurate aumentano soltanto se aumenta il salario annuo assicurato. Saremo molto lieti di assistervi nel calcolo.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK article 4

Chi si occuperà dei miei cari quando io non ci sarò più?

Prestazioni in caso di decesso *

Il denaro che versate nella Cassa pensioni confluisce anche in un'assicurazione: in caso di decesso dell'assicurato il coniuge superstite risp. i figli ricevono infatti una rendita – questa regolamentazione vale anche per persone dello stesso sesso in unione domestica registrata. Anche i partner in concubinato possono essere assicurati. Per verificare il diritto effettivo alle prestazioni in caso di decesso dovete familiarizzarvi con il regolamento della Cassa pensioni.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Prestazioni in caso di decesso (prima del pensionamento)» o «Prestazioni in caso di decesso quale membro attivo»

Il consiglio del vostro esperto in materia di previdenza

Proprio alle persone non sposate o alle coppie di coniugi senza figli si consiglia di esaminare questo punto con più attenzione. Eventualmente può essere consigliabile stipulare un'assicurazione supplementare.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK article 5

In che modo posso beneficiare già oggi di vantaggi finanziari?

Risparmio fiscale *

Se avete del denaro da parte, potete versarlo volontariamente nella Cassa pensioni, rispettando alcune regole. In questo modo potete incrementare la vostra rendita di vecchiaia e risparmiare sulle imposte già da oggi. Nella dichiarazione fiscale i riscatti effettuati nella Cassa pensioni possono essere dedotti dal reddito imponibile. In questo modo riducete la progressione fiscale sul reddito e beneficiate di un’aliquota inferiore.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Somma di riscatto regolamentare massima» o «Possibilità di riscatto»

I consigli del vostro esperto in materia di previdenza

#1: Se ripartite il vostro versamento su diversi periodi fiscali, potete contrastare la progressione nell’imposta sul reddito più volte. Parlate con noi per scoprire come approfittare di vantaggi fiscali con la vostra previdenza.

#2: Risparmiate sulle imposte anche con il pilastro 3a: i versamenti sono deducibili dal reddito e il conto previdenza 3a non confluisce nella sostanza. Attualmente l'importo di versamento massimo ammonta a 6'826 franchi. Inoltre, la previdenza privata è soggetta alle agevolazioni fiscali previste dallo Stato. Calcolate subito il vostro potenziale di risparmio con il nostro calcolatore del risparmio fiscale.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK article 6

La casa dei miei sogni diventerà realtà un giorno?

Prelievo anticipato di averi della Cassa pensioni *

Un prelievo anticipato per l'acquisto di un'abitazione primaria è possibile se investite il vostro denaro direttamente nell'oggetto o lo utilizzate in un progetto di costruzione esistente per il finanziamento di un terreno edificabile. L’abitazione di proprietà deve essere inoltre a uso proprio e con gli averi della Cassa pensioni è di volta in volta consentito finanziare un solo oggetto a uso abitativo. Oltre alle scadenze e ai periodi di blocco che dovete rispettare, per il periodo a partire dal 50° anno di età è definito dalla legge un prelievo massimo consentito. Ovviamente occorre anche tenere presente che con il prelievo anticipato si riduce l'avere di vecchiaia. In tal modo è possibile che siano ridotte anche le rendite d'invalidità, le rendite per vedove e per orfani. Vi consigliamo di riflettere per tempo su come potete costituire nuovamente il capitale o assicurare una prestazione in caso di invalidità o di decesso.

*Denominazione nel certificato della Cassa pensioni: «Avere di vecchiaia», «Prestazione di uscita» o «Prestazione di libero passaggio» o «Prelievo anticipato per la proprietà abitativa»

Il consiglio del vostro esperto in materia di previdenza

Potete anche costituire in pegno i vostri averi della Cassa pensioni invece di prelevarli anticipatamente. Il vostro avere di vecchiaia resta così intatto e dei riscatti personali fiscalmente agevolati nella vostra Cassa pensioni restano possibili. Un'ulteriore alternativa è il prelievo anticipato o la costituzione in pegno di averi risparmiati dal pilastro 3a. Nell'ambito di una consulenza personale vi mostriamo qual è la soluzione migliore per voi.

Fissate adesso un appuntamento di consulenza
PK end

 

Avete altre domande sul certificato della Cassa pensioni? 

Prima vi occupate della vostra situazione previdenziale, meglio potete realizzare i vostri desideri e obiettivi individuali. Optate anche per la nostra analisi completa e la nostra consulenza chiarificatrice. Parlate subito con la vostra Banca Raiffeisen!