Mercati e opinioni

Prospettive d'investimento 2020 – Lo scenario giapponese diventa realtà

Dopo il fortissimo anno azionario 2019, i rendimenti complessivi nell'anno in corso saranno decisamente più bassi. Matthias Geissbühler, Chief Investment Officer di Raiffeisen Svizzera, fornisce una prospettiva sull'anno d'investimento 2020 spiegando gli sviluppi più importanti.

  

 

Il 2020 sarà impegnativo per gli investitori. Dopo il fortissimo anno azionario 2019, i rendimenti complessivi nell'anno in corso saranno decisamente più bassi. Ciò dipende da una parte dalle elevate valutazioni di quasi tutte le classi d'investimento, dall'altra dalle incertezze politiche, che porteranno a una volatilità nettamente più elevata nelle borse. Nel migliore dei casi un portafoglio equilibrato fornirà proventi medi a una cifra. Agli investitori si consiglia un'ampia diversificazione del proprio portafoglio e di gestirlo con una tattica d'investimento attiva.

«Giapponesizzazione» della politica monetaria

Nel 2020 l'economia mondiale, con appena il 3 per cento, crescerà moderatamente, quella svizzera di circa l'1.3 per cento. Si eviterà quindi una recessione. Anche i tassi d'inflazione si muoveranno su livelli bassi e nettamente al di sotto dell'obiettivo del 2 per cento delle banche centrali. Raiffeisen per quest'anno non prevede pertanto alcun aumento dei tassi da parte delle banche centrali. I tassi si manterranno bassi ancora a lungo, e uno «scenario giapponese» in Europa diventa sempre più probabile. Lo stato di emergenza degli investimenti e la connessa ricerca di rendimento permarranno quindi anche per il 2020.

Tassi di riferimento per il Giappone nonché per l'Europa e la Svizzera (con differimento temporale)

Fonti: Bloomberg, Raiffeisen Svizzera CIO Office

Cosa significa questo per risparmiatori e investitori?

Il perdurare dei tassi bassi fa sì che il risparmio comporti una costante perdita del potere d'acquisto. Pertanto, nonostante le incertezze politiche è opportuno investire a lungo termine nei mercati finanziari, in modo da mantenere o costituire patrimonio. Nel fare ciò, nell'anno d'investimento 2020 oltre alla diversificazione del portafoglio sarà decisiva una tattica d'investimento attiva. L'aumento della volatilità sui mercati richiede una maggiore attenzione degli investitori e dei gestori di portafoglio. La ponderazione attiva delle classi d'investimento e l'attenta selezione degli investimenti singoli acquisiscono particolare importanza. Per gli investitori privati meno esperti, la scelta ottimale è pertanto una gestione attiva degli investimenti.

Correlazione a 5 anni con lo Swiss Performance Index SPI (settimanale)

Fonti: Bloomberg, Raiffeisen Svizzera CIO Office