Mercati e opinioni

Prospettive d'investimento –Ottobre 2019

Le Banche centrali hanno effettuato nuovi interventi di allentamento. A fronte di ciò, vi sono diversi focolai di rischio di natura geopolitica, ad esempio la Brexit. Matthias Geissbühler, CIO di Raiffeisen Svizzera, illustra l'attuale valutazione della situazione del mercato e il posizionamento di Raiffeisen.

  

  

La saga della Brexit passa al capitolo successivo e il finale rimane incerto. Dal nostro punto di vista, tuttavia, le conseguenze per l'economia mondiale, anche nello scenario peggiore di una «hard» Brexit, sono contenute e gestibili. A gravare maggiormente sulla congiuntura globale è il persistere del conflitto commerciale, come evidenziano anche gli ancora deboli dati congiunturali. D'altro lato, le Banche centrali hanno già adottato contromisure allentando nuovamente la politica monetaria.

  

Posizionamento

Per quanto concerne la tattica d'investimento, non abbiamo apportato grandi modifiche rispetto al mese scorso. Solamente nel settore delle azioni cambiamo leggermente la nostra stima circa l'attrattiva delle regioni. Concretamente: in considerazione delle positive valutazioni e del nuovo generoso intervento da parte della Banca centrale europea (BCE), aumentiamo la ponderazione delle azioni europee. Inoltre, in Europa sono sempre più probabili misure di stimolo alla politica fiscale. Per contro, riduciamo le azioni giapponesi: l'imminente aumento dell'IVA dovrebbe ulteriormente frenare l'economia nipponica. Manteniamo un atteggiamento positivo nei confronti dei fondi immobiliari svizzeri: la classe d'investimento beneficia del perdurare dei bassi tassi d'interesse.