Il sistema previdenziale svizzero

AVS ed LPP 21 – cosa cambieranno le riforme della previdenza?

Stampa

La situazione finanziaria dell'AVS (1° pilastro) peggiora sempre di più. A causa del cambiamento demografico cresce il numero dei pensionati, che grazie alla maggiore aspettativa di vita percepiscono una rendita per un periodo sempre più lungo. Inoltre, a causa degli interessi bassi, da diverso tempo la Previdenza Professionale (2° pilastro) è sotto pressione. Le riforme in programma intendono fornire un aiuto in questa situazione. Qui ricevete una panoramica delle misure previste nonché una valutazione del nostro esperto in materia di previdenza Tashi Gumbatshang. 

Lacuna finanziaria

Il finanziamento della previdenza per la vecchiaia si trova di fronte a grandi sfide. Senza l'implementazione di determinate misure, la lacuna finanziaria del fondo AVS raggiungerà i 26 miliardi di franchi entro il 2030. Inoltre, da anni l'Associazione Svizzera d'Assicurazioni ASA richiede la stabilizzazione della previdenza per la vecchiaia. Pertanto le riforme sono urgentemente necessarie. Il primo tentativo del 2017, con l'ampio progetto di riforma «Previdenza per la vecchiaia 2020», è stato rifiutato dal popolo. Nell'estate del 2019 il Consiglio federale ha reagito a tale rifiuto con la «Riforma AVS 21» – attualmente si sta svolgendo una consultazione sulle misure in seno al Parlamento. Ora, a novembre 2020, è seguito il messaggio sulla «Riforma LPP 21». Gli elettori svizzeri potranno votare in merito presumibilmente nel 2021. Il piano ambizioso: le modifiche dovrebbero entrare in vigore già nel 2022.

Un tema animatamente discusso: l'aumento dell'età pensionabile per le donne 

Trovare una soluzione soddisfacente per tutti i «soggetti coinvolti» è quasi impossibile. È necessario scendere a compromessi – e alcune delle proposte delle riforme vengono animatamente discusse. Per esempio l'aumento dell'età pensionabile per le donne da 64 a 65 anni. Scoprite nel video come valuta questa proposta il nostro esperto in materia di previdenza Tashi Gumbatshang e come reagisce ad essa la popolazione svizzera. 

Obiettivi delle riforme «AVS 21» ed «LPP 21»

Le misure delle riforme mirano in particolare a 

  • assicurare le rendite dall'AVS e dalla LPP,
  • stabilizzare le finanze dell'AVS e della LPP,
  • mantenere l'attuale livello delle rendite
  • e migliorare la copertura dei collaboratori a tempo parziale e quindi soprattutto delle donne.
Infografik mit den wichtigsten Änderungen in der AHV und BVG

Qual è la situazione della mia previdenza per la vecchiaia?

È ancora fonte di grande interesse se e quali proposte verranno approvate. Tali proposte contribuiranno in maniera considerevole al modo in cui anche la vostra situazione previdenziale cambierà nei prossimi anni. Non aspettate e attivatevi personalmente già ora. Perché la previdenza privata (3° pilastro) potete plasmarla autonomamente, contribuendo così a definire il vostro futuro finanziario.

Dati chiave sulla riforma AVS ed LPP 

Prospettive: conformemente alla pianificazione del Consiglio federale, la riforma AVS21 dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2022. La riforma sulla LPP21 dovrebbe seguire nel corso del 2022.

25 novembre 2020: il Consiglio federale emana il suo messaggio sulla riforma LPP 21 e lo trasmette al Parlamento.

28 agosto 2019: il Consiglio federale emana il suo messaggio sulla riforma AVS 21 e lo trasmette al Parlamento.

19 maggio 2019: il popolo accetta la riforma dell'imposta sulle spese con il 66 % dei voti, migliorando così la situazione finanziaria dell'AVS.

20 dicembre 2017: il Consiglio federale decide di riformare l'AVS e la previdenza professionale separatamente l'una dall'altra, dando priorità all'AVS.

24 settembre 2017: l'ampio progetto di riforma «Previdenza per la vecchiaia 2020» riceve il «no» del popolo (52.7 % dei voti).