Mercati e opinioni

Commento sul mercato – Uno sguardo alla settimana borsistica

I metalli preziosi brillano. Quest'anno non solo come gioielli, ma anche nei portafogli degli investitori. Mettere sullo stesso piano tutta la classe d'investimento sareb-be però sbagliato. Vi sono differenze e motivi a favore e contro i singoli metalli.

Grafico della settimana

Le alternative d'investimento sono richieste

Oro e Bitcoin al picco annuale, indicizzati

Le alternative d'investimento sono richieste

Fonti: Bloomberg, Raiffeisen Svizzera CIO Office

Mentre l'oro ha recentemente raggiunto il suo massimo storico, la valuta digitale Bitcoin registra il picco annuale. L'oro si è apprezzato in modo relativamente costante. Il valore del Bitcoin ha invece registrato forti oscillazioni: a marzo il corso si è prima dimezzato per poi raddoppiare. Per tornare al valore record del 2018, tuttavia, il Bitcoin dovrebbe nuovamente raddoppiare.

In primo piano

Rinunce per gli azionisti

La vigilanza bancaria europea vuole che, fino al 1° gennaio 2021, le banche si astengano dal pagare dividendi e dal riacquistare azioni (finora fino al 1° ottobre 2020). La FINMA farà lo stesso? Le grandi banche in Svizzera avevano dimezzato la distribu-zione su raccomandazione della FINMA. La seconda tranche è stata rimandata al secondo semestre, i riacquisti di azioni sono stati sospesi.

 

In agenda

Fiducia dei consumatori in Svizzera

Il 4 agosto la Segreteria di Stato dell'economia SECO pubblicherà i risultati del sondaggio relativo alla fiducia dei consumatori. Dopo un forte crollo nel trimestre precedente, si prevede una distensione.

Quest'anno l'oro e l'argento fanno a gara per il primo posto

Porto sicuro, protezione contro la crisi e penuria di offerta stimolano nel 2020 il corso dell'oro. Da inizio anno l'oncia troy, misurata in USD, è aumentata di quasi il 30 %. Tra gli investitori è una delle classi d'investimento più popolari e una delle poche con cui quest'anno gli investitori hanno guadagnato molto. A causa del perdurare della situazione di grande incertezza, della minaccia di una seconda ondata di contagi di coronavirus e del crollo congiunturale, questa settimana l'oro, a USD 1'980, ha registrato persino un massimo storico. Il precedente livello record di settembre 2011 è così acqua passata. Ancora meglio: la tendenza sembra continuare, visto che si avvicina il valore di USD 2'000 l'oncia. Al momento il prezzo dell'oro beneficia anche della debolezza dell'USD. Di solito la valuta statunitense e il metallo prezioso presentano una correlazione negativa. Se il biglietto verde cede, il metallo prezioso tende a rafforzarsi.  

Ma non è richiesto solo l'oro: di recente anche l'argento è al centro dell'interesse degli investitori. Il «fratello povero» dell'oro è però più soggetto a oscillazioni. Ciò dipende dal fatto che l'argento viene richiesto anche dall'industria e, di conseguenza, reagisce in modo sensibile all'andamento economico. Circa la metà della produzione annua di argento viene elaborata dall'industria. L'argento possiede un'ottima conduttività elettrica e viene impiegato nell'elettronica, dalla telefonia mobile passando per il comando degli aerei fino all'industria solare. Per questo il corso dell'argento ha reagito in ritardo. Con l'inizio della crisi legata al coronavirus è diminuito dapprima al livello minimo di quest'anno di USD 11.65 l'oncia. Da allora il prezzo è più che raddoppiato. 

Il platino è un metallo prezioso molto raro, usato principalmente nella produzione di catalizzatori per veicoli diesel e di gioielli costosi. Come investimento, il platino riveste solo un ruolo secondario. Ciò si rispecchia anche nell'andamento del prezzo. Sebbene da metà marzo il prezzo del platino abbia recuperato, il metallo viene negoziato con una riduzione di oltre il 50% rispetto al livello massimo di oltre dieci anni fa. 

Il palladio viene definito il «metallo prezioso dell'economia». Infatti il corso dipende fortemente anche dall'andamento congiunturale. Ciò emerge non da ultimo dall'evoluzione dei corsi. A fine febbraio, con oltre USD 2'800 l'oncia, il metallo aveva registrato un livello record, visto che la domanda dal settore automobilistico era inalterata e che le più rigide direttive sui gas di scarico avevano fatto aumentare il fabbisogno di palladio. Il metallo è fondamentale in particolare per la produzione di catalizzatori a tre vie. Nell'industria dei gioielli il palladio viene legato con l'oro per formare l'oro bianco, cosa che però dal punto di vista degli investitori non influisce molto sul corso. Con la crisi da coronavirus e la produzione di auto in gran parte stagnante, il fabbisogno dell'industria automobilistica è crollato temporaneamente e, per questo, il corso del palladio oscilla ancora poco sotto USD 2'300, sebbene da giugno si sia manifestata una ripresa.

Il modo probabilmente più semplice e più conveniente di impegnarsi nei metalli preziosi è tramite un ETF. Il vantaggio è che il prodotto è facilmente negoziabile. Molti di questi fondi investono esclusivamente nel relativo metallo prezioso, che viene depositato fisicamente. Gli investitori possono in parte persino pretendere un pagamento in natura in lingotti standard. Presso Raiffeisen, puntiamo sull'oro nei nostri mandati di gestione patrimoniale. In tal caso, fondamentale è l'effetto di diversificazione, quindi l'ottimizzazione del profilo rischiorendimento. Nonostante il forte rialzo dell'oro, non intacchiamo il nostro posizionamento, visto che il contesto per gli investitori rimane incerto.