Il sistema previdenziale svizzero

«Barometro della previdenza 2021»: ecco come la Svizzera mette in atto la previdenza

Stampa

Dai risultati della quarta edizione del «Barometro della previdenza Raiffeisen» emerge un quadro positivo della previdenza in Svizzera. La popolazione elvetica punta maggiormente sulla responsabilità personale, impegnandosi nella previdenza privata. Le conoscenze in materia rimangono però basse in misura preoccupante. Scoprite qui i dati più interessanti tratti dall'attuale studio sulla previdenza.

 

In sintesi: i cinque dati più importanti tratti dallo studio

precedente
prossimo

    Ecco che cosa dicono gli esperti sui risultati

    Il Barometro della previdenza ha portato alla luce tante nuove informazioni, sollevando al contempo tanti nuovi interrogativi. L'esperto in materia di previdenza di Raiffeisen Tashi Gumbatshang e Daniel Greber, direttore presso la ZHAW, inquadrano i risultati in un video.

     

    Live streaming «Ottimizzare la previdenza: ecco come prepararsi a 20 anni di pensionamento»

    Evento digitale
    Evento digitale

    Volete sapere che cosa significano per voi le ultime informazioni a disposizione sul pilastro 3a? Nel live streaming gratuito i nostri esperti inquadrano i risultati acquisiti, fornendovi consigli su come ottimizzare la previdenza personale. 

    All'iscrizione gratuita

     

    «Barometro della previdenza 2021»: La situazione della previdenza per la vecchiaia in Svizzera

    1. Aumenta la fiducia nella previdenza privata

    Fiducia

    Nel complesso, rispetto all'anno scorso, la fiducia nel sistema previdenziale svizzero è aumentata. Ciò dipende in particolare dalla previdenza privata per la vecchiaia in cui gli intervistati confidano sempre di più (50.3 %). Invece la fiducia nell'AVS rimane a un livello basso. Infatti, solo il 16 % degli intervistati dichiara di credere nella capacità di affermarsi in futuro del primo pilastro. Il motivo principale è lo sviluppo demografico da cui è particolarmente interessata l'AVS. Nel secondo pilastro, invece, la perdita di fiducia è leggermente migliorata. A ragione. Difatti il patrimonio previdenziale delle casse pensioni si è ripreso rapidamente dalle perdite subite all'inizio della crisi dovuta al coronavirus e può fare affidamento su solidi finanziamenti. 

    Età pensionabile flessibile
    Gli adulti più giovani sono piuttosto dell'opinione che non dovrebbe esservi un'età pensionabile fissa.

    Serve un'età pensionabile flessibile

    Oltre il 75 % degli intervistati auspica un adeguamento dell'età pensionabile. Più del 30 % degli stessi, in particolare i giovani, appoggia l'abolizione di un'età pensionabile fissa. Rispetto all'anno scorso il consenso è aumentato nuovamente. Il 30 % circa vorrebbe un pensionamento anticipato. Il numero delle persone che vogliono continuare a lavorare superata l'età pensionabile scende costantemente.

     

    2. La maggior parte della popolazione punta sulla responsabilità personale

    Impegno

    La popolazione ritiene di essere personalmente responsabile per la previdenza per la vecchiaia. Questa posizione si sviluppa però con il passare degli anni, visto che i giovani sono invece dell'opinione che la responsabilità sia molto di più dello stato. Anche la pandemia lascia il segno: il 15.8% degli intervistati dichiara di volere fare di più in futuro per la previdenza per la vecchiaia alla luce degli sviluppi attuali.

    Fondi previdenziali
    Gli uomini si aspettano maggiori opportunità di rendimento nel pilastro 3a.

    Fondi previdenziali più popolari che mai

    Il 72.2 % degli intervistati afferma di essere in possesso di un pilastro 3a. Al riguardo emerge che detenere un conto diventa sempre meno interessante. Ciò può essere attribuito ai tassi d'interesse costantemente bassi sul conto previdenza. I fondi previdenziali guadagnano invece popolarità: già più di una persona su tre dichiara di investire nel pilastro 3a. Le maggiori opportunità di rendimento sono un motivo importante, in particolare per i giovani e gli uomini.

    3. Le conoscenze in materia di previdenza rimangono basse

    Conoscenze

    Nonostante il maggiore impegno, le conoscenze sulla previdenza per la vecchiaia restano a un livello molto basso. Oltre due terzi degli intervistati dichiara di comprendere solo i principi del sistema previdenziale svizzero. Al riguardo sono in particolare i giovani, le donne e i disoccupati a ritenere di conoscere poco l'argomento. 

    Per gli uomini, nel matrimonio la previdenza conta molto
    Differenze regionali quando si affronta per la prima volta il tema della previdenza

    Per gli uomini, nel matrimonio la previdenza conta molto

    I temi legati alla previdenza rivestono un ruolo importante in molti eventi della vita. È aumentata in modo particolare l'opinione secondo cui si dovrebbe affrontare la questione della previdenza per la costituzione di una famiglia e per il matrimonio: un aspetto che preoccupa in particolare gli uomini. Chi risiede nella Svizzera occidentale e nella Svizzera italiana crede inoltre che ci si dovrebbe occupare della previdenza già in occasione del primo lavoro

     

    Ora le banche sono il primo punto di riferimento per una consulenza previdenziale

    La maggior parte degli intervistati dichiara di rivolgersi alla propria banca per domande sulla previdenza. E voi? Saremo lieti di mostrarvi, nel corso di un colloquio di consulenza, la vostra situazione previdenziale personale e come ottimizzarla.

     

    Il «Barometro della previdenza 2021»

    Barometro della previdenza

    Il Barometro della previdenza è uno studio rappresentativo realizzato ogni anno in collaborazione con la ZHAW, che mostra come si comporta la popolazione svizzera in materia di previdenza per la vecchiaia. I risultati si basano su un sondaggio condotto dal 22 al 30 giugno 2021 in tutte le zone del paese. In totale vi hanno preso parte 1'041 persone con età compresa tra i 18 e i 65 anni.

    Scaricare lo studio attuale