Mercati e opinioni

Prospettive d'investimento –Settembre 2019

La congiuntura globale si trova ad un punto critico e i rischi di recessione sono nuovamente aumentati. Matthias Geissbühler, CIO di Raiffeisen Svizzera, illustra l'attuale valutazione della situazione del mercato e il posizionamento di Raiffeisen.

  

  

L'irrigidimento dei fronti tra gli USA e la Cina rimanda ad un lontano futuro un accordo nel conflitto commerciale. Nello stesso tempo aumenta la probabilità di un'improvvisa interruzione della ripresa economica negli USA, la più lunga di tutti i tempi. Se la fase di grande incertezza non finirà presto, il pessimo umore già da lungo diffuso nell'industria potrebbe contagiare anche il clima sul fronte della propensione ai consumi, finora ancora resiliente. Dall'altro lato le banche di emissione sono già tornate a misure di contrasto. Prevediamo quindi un forte rallentamento della crescita, ma non una recessione.

  

Posizionamento

In ragione del nuovo calo dei tassi i prezzi obbligazionari sono nuovamente aumentati. Per gli investitori acquistare oggi un titolo di Stato svizzero significherebbe una sicura perdita di valore alla scadenza. Chi acquista oggi titoli della Confederazione, o presume che i tassi scenderanno (ancora) e quindi si potrà vendere l'obbligazione ad un prezzo ancora superiore oppure prevede una recessione con tendenze deflazionistiche. A nostro parere il rapporto opportunità/rischi non è interessante. Sfruttiamo quindi l'opportunità e vendiamo le posizioni rimanenti in titoli di Stato svizzeri. Per contro, aumentiamo la ponderazione in fondi immobiliari svizzeri.