Leasing per le imprese

Il leasing in cinque passaggi

Stampa

Scegliere un oggetto, richiedere l'offerta, concludere il contratto, acquistare e usare: in cinque semplici passi le PMI ottengono l'oggetto di leasing che desiderano. Qui trovate, punto per punto, il metodo migliore per procedere, gli aspetti da osservare e in che cosa può aiutarvi la vostra banca.

 

1. Scegliere l'oggetto

Come per un acquisto, è importante per prima cosa farsi un'idea delle varie soluzioni disponibili per le proprie esigenze specifiche. Scegliete poi l'oggetto di investimento adatto alla vostra situazione e negoziate eventuali sconti con il fornitore. Spesso, considerate le sue vaste conoscenze su prodotti e settori, vale la pena coinvolgere la Banca già in fase di scelta.

 

2. Richiedere un'offerta

Il vostro consulente Raiffeisen prepara una prima offerta di leasing non vincolante per l'oggetto di investimento desiderato. In alternativa, potete farlo voi stessi online in modo semplicissimo, utilizzando il calcolatore leasing Raiffeisen.

 

3. Stipulare il contratto

Chiariti tutti i dettagli e verificata con esito positivo la vostra documentazione aziendale, stipulate con la Banca il contratto di leasing per l'oggetto di investimento. Se l'impresa si affida regolarmente al leasing, è consigliabile optare per un contratto quadro, riducendo così le spese amministrative e beneficiando inoltre di condizioni di leasing ottimizzate.

 

4. Acquistare l'oggetto

La Banca acquista il bene d'investimento. In concreto, il fornitore invia la fattura a Leasing Raiffeisen e la Banca provvede al pagamento come da vostre istruzioni.

 

5. Utilizzare il bene d'investimento

Utilizzate l'oggetto per la durata del leasing concordata. Assicurazione, manutenzione e riparazioni sono a carico vostro. Normalmente, alla scadenza del contratto di leasing, potete acquisire l'oggetto a un prezzo stabilito in precedenza.